Aldo Grimaldi (armatore)

armatore italiano

Aldo Grimaldi (Solofra, 30 luglio 1922Genova, 7 dicembre 2018) è stato un armatore italiano. Proveniente da una famiglia di armatori (Achille Lauro era suo zio),[1] già ufficiale della Regia Marina durante la seconda guerra mondiale, ha guidato con i fratelli Mario, Luigi, Ugo e Guido per decenni flotte passeggeri e mercantili dopo aver fondato nel 1947 la Grimaldi Armatori.

In seguito ha costituito la società Grimaldi Holding con sede a Genova e nel 1992 ha creato la società di navigazione Grandi Navi Veloci, da cui è uscito definitivamente nel 2009.

BiografiaModifica

Nato in provincia di Avellino il 30 luglio 1922, fa la gavetta, come era abitudine nelle famiglie di armatori (la madre Amelia era la sorella di Achille Lauro), sulle navi dello zio, imbarcandosi da giovanissimo durante le vacanze estive. Si diploma a Napoli capitano di lungo corso, quindi si laurea in scienze economiche e marittime. Gli piace progettare. Già a Napoli escono dalla sua matita i primi adattamenti delle navi Liberty, quindi le unità di crociera ("Caribia", "Irpinia", "Ascania"), in seguito i primi traghetti e le navi multipurpose.[2]

RiconoscimentiModifica

Nel 2011 ha ricevuto il "Cristoforo Colombo Award", premio dello shipping internazionale che il Lloyd's List assegna ogni anno alla carriera di personaggi del settore e a chi opera con innovazione.

NoteModifica

  1. ^ Morto Aldo Grimaldi, su themeditelegraph.com, 7 dicembre 2018. URL consultato l'8 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 7 dicembre 2018).
  2. ^ Addio ad Aldo Grimaldi, il decano degli armatori è morto a 96 anni, su ilmattino.it, 7 dicembre 2018. URL consultato l'8 dicembre 2018.