Apri il menu principale

BiografiaModifica

Esordisce giovanissimo nel mondo del cinema nel film di Alfredo Giannetti Giorno per giorno, disperatamente (1961). Giunge però alla notorietà ventiduenne, nel 1968, interpretando il ruolo di Dick Shelton nello sceneggiato La freccia nera (riadattamento di Anton Giulio Majano del romanzo di Robert Louis Stevenson), a fianco di Loretta Goggi e Arnoldo Foà. Nello stesso anno esordisce in teatro nel Giulio Cesare di Shakespeare. Nel 1970 registra il 45 giri Sei bella nella sua unica esperienza dedicata al mondo della canzone italiana. Nel 1971 Dario Argento lo chiama a recitare nel film Il gatto a nove code con Rada Rassimov, Tino Carraro, James Franciscus, Catherine Spaak.

Intensa anche l'attività di doppiatore. Si è anche cimentato con successo in una regia lirica della Norma di Vincenzo Bellini.

Il 26 giugno 2013, durante una vacanza in Sardegna, viene colto da un'ischemia e ricoverato all'ospedale di Lanusei; trasferito a Roma, qui muore il 26 settembre successivo, all'età di 66 anni.[1] Secondo le sue volontà è stato sepolto in Toscana nel cimitero di Rosignano Marittimo.

Suo figlio, Primo (nato dalla relazione con l'attrice Caterina Costantini), è a sua volta un attore.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

TeatroModifica

DoppiaggioModifica

NoteModifica

  1. ^ Cinema, addio all’attore Aldo Reggiani [collegamento interrotto], in iltirreno.gelocal.it, 27 settembre 2013.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN90306572 · SBN IT\ICCU\RAVV\242597 · LCCN (ENno2018093762 · WorldCat Identities (ENno2018-093762