Apri il menu principale

Aldo Sensibile

dirigente sportivo, allenatore di calcio e ex calciatore italiano
Aldo Sensibile
Aldo Sensibile.jpg
Sensibile alla Roma negli anni '60
Nazionalità Italia Italia
Altezza 175 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1975 - giocatore
2003 - allenatore
Carriera
Giovanili
1960-1964 Lecce
Squadre di club1
1964-1965 Lecce12 (0)
1965Roma 4 (0)
1965-1966Lecce0 (0)
1966-1967Roma 26 (0)
1967-1969Lecco43 (1)
1969-1975Brindisi179 (4)
Carriera da allenatore
1975-1976LecceVice
1976-1979AscoliVice
1979-1980Civitanovese
1980-1981SambenedetteseVice
1983-1984Rende
1984-1985Civitanovese
1985-1986Ascoli
1987-1988Forlì
1988-1989Monopoli
1989-1990Vis Pesaro
????SienaGiovanili
1992Lecce
1995-1996 NapoliVice
2000Castel di Sangro
2002-2003 Siena[1]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Aldo Sensibile (Lecce, 18 dicembre 1947) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

È il padre di Pasquale, a sua volta calciatore e dirigente sportivo, attuale DS dell'Alessandria.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Cresciuto nelle giovanili del Lecce, fa il suo esordio in Serie C a 17 anni, disputando 12 partite nel campionato di Serie C 1964-1965. Nel 1965 viene acquistato dalla Roma, con cui debutta in Serie A il 14 novembre 1965 sul campo del Bologna. Nella stagione successiva diventa titolare nella squadra allenata da Oronzo Pugliese[2], non convincendo del tutto nel contesto di una squadra indebolita[2], e a fine stagione passa al Lecco, in Serie B. Nella stagione 1969-1970 viene acquistato dal Brindisi, militante in Serie C; contribuisce alla promozione in cadetteria dei pugliesi nel 1971, rimanendovi fino al 1975, anno nel quale conclude la carriera professionistica.

 
Sensibile (a destra) al Brindisi nel 1972, assieme al materano Boccolini.

In carriera ha totalizzato complessivamente 30 presenze in Serie A e 134 presenze ed una rete (in occasione del successo interno del Lecco sul Livorno del 5 maggio 1968[3]) in Serie B.

Allenatore e dirigenteModifica

Dopo il ritiro assume il ruolo di vice allenatore nel Lecce guidato da Mimmo Renna (già suo allenatore nel Brindisi[4]) che conquista la promozione in Serie B. Segue poi mister Renna anche nell'avventura di Ascoli, nella stagione che porta i bianconeri nella massima serie[5], rimanendovi fino al 1979[6]. Nelle annate successive siede su diverse panchine di Serie C: Civitanovese[7] e Rende, intervallate da una stagione alla Sambenedettese come vice di Nedo Sonetti[8].

Nel 1985 torna all'Ascoli, per affiancare il direttore tecnico Vujadin Boškov[9], mentre nella stagione successiva diventa allenatore a tutti gli effetti della formazione marchigiana[10]. A novembre, a causa del cattivo andamento casalingo, viene sostituito da Ilario Castagner, passando a ricoprire il ruolo di direttore sportivo[11].

Dopo aver guidato in Serie C Forlì, Monopoli e Vis Pesaro[12][13], si occupa successivamente delle giovanili di Siena, e nella stagione 1991-1992 viene assunto come osservatore dal Lecce[14], prima di essere chiamato alla guida della prima squadra salentina nel 1992 per sostituire Albertino Bigon[14]; dopo sei giornate viene esonerato e al suo posto è richiamato Bigon[15].

Nel 1995-1996 è al Napoli insieme a Vujadin Boškov[16].

Ha lavorato anche come direttore sportivo per Castel di Sangro (che ha allenato sul finire della stagione 1999-2000[17]) e Brindisi (2008-2009)[18], e come osservatore per il Piacenza, prima di entrare nello staff del Novara nel 2009[12].

Nel 2011 torna al Brindisi, ancora come direttore sportivo[19].

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Stagione Squadra Campionato Totale
Comp Presenze Reti Presenze Reti
1964-1965   Lecce C 12 0 12 0
giu.-nov. 1965   Roma A 4 0 4 0
nov. 1965-1966   Lecce C 0 0 0 0
1966-1967   Roma A 26 0 26 0
1967-1968   Lecco B 29 1 29 1
1968-1969 B 14 0 14 0
Totale Lecco 43 1 43 1
1969-1970   Brindisi C 24 2 24 2
1970-1971 C 29 0 29 0
1971-1972 C 35 2 35 2
1972-1973 B 35 0 35 0
1973-1974 B 24 0 24 0
1974-1975 B 32 0 32 0
Totale Brindisi 179 4 179 4
Totale carriera 264 5 264 5

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Brindisi: 1971-1972

AllenatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Ascoli: 1985-1986

NoteModifica

  1. ^ Siena Primavera 2002-2003 Campionatoprimavera.com
  2. ^ a b Profilo su Enciclopediadelcalcio.it
  3. ^ SERIE B - 1967-1968 Xoomer.virgilio.it
  4. ^ Profilo di Mimmo Renna su WLecce.it
  5. ^ La Storia Ascolicalcio.net
  6. ^ Almanacco illustrato del Calcio 1979, edizioni Panini, pag.172
  7. ^ Almanacco illustrato del calcio 1980, edizioni Panini, pag.328
  8. ^ La tragedia dello stadio Ballarin Archiviato il 5 febbraio 2012 in Internet Archive. Saladellamemoriaheysel.it
  9. ^ Eriksson e boskov quest'anno potranno andare in panchina, La Repubblica, 28 luglio 1985, pag.25
  10. ^ Arrivano i nuovi poveri, La Repubblica, 25 luglio 1986, pag.31
  11. ^ CASTAGNER NUOVO ALLENATORE DELL'ASCOLI, La Repubblica, 12 novembre 1986, pag.50
  12. ^ a b Nuova figura nell'organico azzurro: Aldo Sensibile Quattroparole.wordpress.com
  13. ^ Almanacco illustrato del calcio 1990, edizioni Panini, pag.369
  14. ^ a b Lecce: via Bigon, ecco Sensibile, Il Corriere della Sera, 14 gennaio 1992, pag.34
  15. ^ Dopo 40 giorni a Lecce torna Bigon, La Repubblica, 25 febbraio 1992, pag.41
  16. ^ Bertani e Maccarone, la festa del gol, La Repubblica, 21 luglio 2011
  17. ^ Serie C/1: gli squalificati Archiviato il 29 ottobre 2013 in Internet Archive. Quotidiano.net
  18. ^ Football Brindisi 1912: raggiunto l'accordo con Aldo Sensibile[collegamento interrotto] Brindisisera.it
  19. ^ La saggezza di Pasquale Sensibile Pugliacalcio24.it

Collegamenti esterniModifica