Aldo Vasco

attore italiano
Aldo Vasco

Aldo Vasco (... – ...) è stato un attore italiano.

BiografiaModifica

Dopo aver recitato una parte minore nel film L'onorevole Angelina di Luigi Zampa del 1947, nel 1949 interpreta il ruolo di maggior rilievo della sua carriera, quello del fattore Pietro, protagonista del film Buffalo Bill a Roma di Giuseppe Accattino. Sempre con la regia di Zampa impersona poi la figura di un conte nel film È più facile che un cammello... del 1950, con Jean Gabin e Antonella Lualdi.

Nel 1952 recita la parte di un soldato lombardo nell'episodio Il tamburino sardo del film Altri tempi - Zibaldone n. 1 di Alessandro Blasetti con Aldo Fabrizi e Mario Riva. Nel 1953 impersona un consigliere legale in Prima di sera, film commedia di Piero Tellini. Nel 1954 è un minatore nel film Appassionatamente di Giacomo Gentilomo con Amedeo Nazzari e Myriam Bru. Al 1955 risale la sua prima partecipazione alla saga di Peppone e Don Camillo nel film Don Camillo e l'onorevole Peppone di Carmine Gallone, in cui è il mezzadro Tasca accanto a Fernandel e Gino Cervi.[1] Nel 1958 fa parte del cast del film Ladro lui, ladra lei, ancora di Zampa con Alberto Sordi e Sylva Koscina, nella parte di un carabiniere che interroga il ladro interpretato da Sordi. Nello stesso anno è di nuovo un brigadiere italiano in La legge è legge di Christian-Jaque, interpretato da Totò e Fernandel,[1] mentre nel 1959 è un lavoratore portuale in Il magistrato, sempre di Zampa, accanto a Maurizio Arena e Claudia Cardinale.

Nel 1960 lavora nel film La dolce vita di Federico Fellini[2] e negli anni sessanta continua a recitare in diversi ruoli, fra cui quello di un compagno di partito di Peppone nel film Il compagno don Camillo di Luigi Comencini del 1965; nella stessa serie compare anche in Don Camillo monsignore... ma non troppo[3] e in Don Camillo e i giovani d'oggi. Appare ancora in vari film fino al 1973.

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ a b "Aldo Vasco", sul sito Aveleyman.
  2. ^ Mymovies.it.
  3. ^ Aveleyman.com.

Collegamenti esterniModifica