Apri il menu principale
Il ritratto del 1630

Aldrui D'Orsa (prima metà del XVII secolo – ...) è un personaggio probabilmente di fantasia.

È noto esclusivamente per essere raffigurato sul frontespizio della sentenza del processo contro gli untori, svoltosi in Milano nel 1630 e legato alla realizzazione della colonna infame; la didascalia dell'immagine indica L'abbominevole ritratto di Aldrui D'Orsa, infame e prima cagione della pestilenzia di Milano nell'anno 1630.[1]

Nell'immaginario popolare era "un diavolo nero dagli occhi luccicanti" che seminava la peste.[2]

NoteModifica

  1. ^ La sentenza data a Guglielmo Piazza e Gio Giacomo Mora, 1631.
  2. ^ Piercarlo Jorio, L'immaginario popolare nelle leggende alpine, 1994, p. 35.

Voci correlateModifica