Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Random" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Random (disambigua).
Un dado, elemento spesso citato come esempio di aleatorietà: lanciandolo, la possibilità di uscita di ciascun numero (da 1 a 6) è circa il 16,66 %.

L'aleatorietà è la caratteristica di un evento il cui verificarsi non dipende da elementi ben definibili.[1]

Indice

EtimologiaModifica

Il termine deriva dal latino «alea», che ha il significato di «dado».[2]

DescrizioneModifica

Un esempio può venire proposto proprio dal dado, inteso come strumento di gioco.[3] L'evento inerente all'uscita di un numero da 1 a 6 (tante quante sono le facce del dado) è aleatorio, poiché i fattori che determinano il risultato (forza applicata nel lancio, peso del dado, ecc.) non possono venire definiti o calcolati con precisione.[3] Statisticamente, è da notare che la probabilità di uscita di qualsiasi numero sia 1/6: espressa in percentuale, corrisponde circa al 16,66 %.[3]

NoteModifica

  1. ^ Definizione di aleatorietà, su dizionari.repubblica.it. URL consultato il 23 maggio 2018.
  2. ^ Etimologia del termine, su treccani.it. URL consultato il 4 giugno 2017.
  3. ^ a b c (EN) Tom Hawstein, How to use a fair 6-sided die to generate a random number from 1 to 20, with each outcome occurring with the same probability?, su quora.com, 26 luglio 2013.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4068050-2