Aleksej Nikolaevič Kosygin

politico sovietico
Aleksej Nikolaevič Kosygin
Алексе́й Никола́евич Косы́гин
A. Kosygin 1967.jpg

Presidente del Consiglio dei ministri dell'URSS
Durata mandato 15 ottobre 1964 –
23 ottobre 1980
Presidente Anastas Mikojan
Nikolaj Podgornyj
Leonid Brežnev
Predecessore Nikita Sergeevič Chruščëv
Successore Nikolaj Aleksandrovič Tichonov

Vicepresidente del Consiglio dei ministri dell'URSS
Durata mandato 4 maggio 1960 –
15 ottobre 1964
Capo del governo Nikita Chruščëv
Predecessore Frol Kozlov
Successore Dmitrij Fëdorovič Ustinov

Presidente del Consiglio dei commissari del popolo della RSFS Russa
Durata mandato 23 giugno 1943 –
23 marzo 1946
Predecessore Ivan Khokhlov
Successore Michail Rodionov

Presidente del Comitato statale per la pianificazione dell'URSS
Durata mandato 20 marzo 1959 –
4 maggio 1960
Predecessore Iosif Kuzmin
Successore Vladimir Novikov

Deputato del Soviet delle Nazionalità del Soviet Supremo dell'URSS
Legislature II, III, IV, V, VI, VII, VIII, IX, X
Circoscrizione RSFS Russa

Dati generali
Partito politico Partito Comunista dell'Unione Sovietica
Università Saint Petersburg State University of Technology and Design

Aleksej Nikolaevič Kosygin (IPA: [ɐlʲɪˈksʲej nʲɪkɐˈlajɪvʲɪtɕ kɐˈsɨɡʲɪn]) (in russo: Алексе́й Никола́евич Косы́гин; San Pietroburgo, 21 febbraio 1904Mosca, 18 dicembre 1980) è stato un politico sovietico, e ha ricoperto la carica di premier dell'Unione Sovietica dal 1964 al 1980.

BiografiaModifica

Kosygin si arruolò nell'Armata Rossa nel 1919 a 15 anni, e combatté nella guerra civile russa. In seguito, fu educato al Collegio cooperativo di Leningrado, e lavorò in Siberia dopo essersi unito al Partito comunista nel 1927. Negli anni Trenta studiò all'Istituto tessile di Leningrado, esperienza dopo cui lavorò come ingegnere, raggiungendo l'apice della propria carriera professionale con la direzione della fabbrica tessile Oktjabr'skaja di Leningrado.

 
Aleksej Kosygin in visita a Tolosa con la moglie (novembre 1966)

Le grandi purghe di Stalin ebbero come conseguenza un buon numero di sedi vacanti nell'amministrazione del PCUS, permettendo a Kosygin di entrare nei lavori a tempo pieno del partito nel 1938, prima come capo del dipartimento trasporti e industria di Leningrado e poi come sindaco di Leningrado; nel 1939 si unì al gabinetto dei soviet come Commissario del popolo dell'URSS per l'industria tessile; in quello stesso anno, Kosygin fu eletto al Comitato centrale del PCUS; dal 1940 al 1946 fu presidente del Consiglio dei commissari del popolo della RSFS Russa con responsabilità particolari per le industrie dei beni di consumo; fu anche primo ministro della RSFSR dal 1943 al 1946.

Dopo la Seconda guerra mondiale, Kosygin fu candidato membro del Politburo, diventandone membro a pieno titolo nel 1948; fu per breve tempo anche ministro delle Finanze dell'Unione Sovietica in quello stesso anno, e ministro dell'Industria leggera fino al 1953.

In seguito alla morte di Stalin nel 1953, Kosygin perse parte dei propri poteri, ma tornò presto in auge, in quanto stretto alleato di Nikita Chruščёv: fu eletto, in breve tempo, presidente del Comitato di Stato dell'URSS per la pianificazione nel 1959 e in seguito divenne membro pieno del Praesidium (il nuovo nome del Politburo) nel 1960. Quando Chruščёv fu destituito dalla carica di primo segretario del partito e di capo del governo nell'ottobre 1964, Kosygin ne prese il posto a capo del governo in quella che inizialmente fu una troica con Leonid Brežnev come segretario generale e Anastas Mikojan (poi Nikolaj Podgornyj) come presidente del Presidium del Soviet supremo dell'URSS.

Kosygin tentò di completare le riforme economiche in corso, con lo scopo di far trasferire il baricentro dell'economia sovietica dall'industria pesante e dalla produzione militare all'industria leggera e dei beni di consumo. Brežnev non diede alcun sostegno a questa politica, e poiché già entro la fine degli anni Sessanta questi era diventato l'indiscussa guida dell'URSS, la posizione di Kosygin, che comunque mantenne l'incarico di primo ministro e fu membro del Praesidium fino al 1980, si fece viepiù debole e perse gradualmente influenza. Kosygin si ammalò e fu rimosso dai posti di responsabilità responsabilità il 23 ottobre 1980, giusto qualche settimana prima del suo decesso.

OnorificenzeModifica

Onorificenze sovieticheModifica

  Eroe del Lavoro Socialista (2)
— 1964 e 1974
  Ordine di Lenin (6)
— 1964 e 1974
  Ordine della Rivoluzione d'Ottobre
  Ordine della Bandiera Rossa

Onorificenze straniereModifica

  Gran Croce dell'Ordine del Sole del Perù (Perù)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN76441659 · ISNI (EN0000 0001 2282 0737 · LCCN (ENn50042693 · GND (DE118715194 · BNF (FRcb12770443g (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n50042693