Aleksej Voevoda

bobbista russo
Aleksej Voevoda
Vladimir Putin and Aleksey Voyevoda 24 February 2014.jpeg
Voevoda con Vladimir Putin a Soči 2014
Nazionalità Russia Russia
Altezza 195 cm
Peso 114 kg
Bob Bobsleigh pictogram.svg
Specialità Bob a quattro, Bob a due
Palmarès
Olimpiadi 0 1 1
Mondiali 1 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 23 febbraio 2014

Aleksej Ivanovič Voevoda (in russo: Алексей Иванович Воевода?; traslitterazione anglosassone Alexey Ivanovich Voyevoda; Soči, 9 maggio 1980) è un bobbista russo, argento olimpico nel bob a quattro ai Giochi di Torino 2006 e bronzo nel bob a due a quelli di Vancouver 2010.

BiografiaModifica

Ai XX Giochi olimpici invernali (edizione disputatasi nel 2006 a Torino, Italia) vinse la medaglia d'argento nel Bob a 4[1] con i connazionali Filipp Egorov, Aleksej Selivërstov e Aleksandr Zubkov[2] partecipando per la nazionale russa, venendo superati da quella tedesca. Ai XXI Giochi olimpici invernali vinse una medaglia di bronzo nel bob a due.

A Soči 2014 aveva vinto la medaglia d'oro in ambedue le specialità ma il 18 dicembre 2017 la commissione disciplinare del Comitato Olimpico Internazionale prese atto delle violazioni alle normative antidoping compiute da Voevoda in occasione delle Olimpiadi di Soči, annullando conseguentemente i risultati ottenuti, obbligandolo a restituire le medaglie ricevute e proibendogli di partecipare a qualunque titolo a future edizioni dei Giochi olimpici[3]. Il 1º febbraio 2018 il Tribunale Arbitrale dello Sport, dopo aver preso in esame il ricorso presentato da Voevoda, ha confermato la squalifica comminatagli dal CIO, annullando tuttavia il divieto di partecipare a qualunque titolo a future edizioni delle olimpiadi[4].

Inoltre ai Campionati mondiali vinse una medaglia di bronzo nel 2008 nel bob a due[5]

RiconoscimentiModifica

A seguito della medaglia di bronzo olimpica vinta a Vancouver 2010 è stato decorato della Medaglia dell'ordine al merito per la Patria (II classe); per le due medaglie d'oro olimpiche vinte a Soči 2014, a febbraio del 2014 è stato inoltre insignito dell'Ordine al merito per la Patria (IV Classe).

PalmarèsModifica

OlimpiadiModifica

MondialiModifica

OnorificenzeModifica

  Medaglia dell'ordine al merito per la Patria, II classe
«Per il grande contributo allo sviluppo della cultura fisica e dello sport, per il risultato raggiunto ai giochi della XXI Olimpiade a Vancouver nel 2010»
— 5 Marzo 2010. Di iniziativa del Presidente della Federazione Russa.[6]
  Ordine al merito per la Patria, IV classe
«Per il grande contributo allo sviluppo della cultura fisica e dello sport, per il risultato raggiunto ai giochi della XXII Olimpiade a Soči nel 2014»
— Soči, 24 febbraio 2014. Di iniziativa del Presidente della Federazione Russa.[7]

NoteModifica

  1. ^ Biografia su sports-reference.com
  2. ^ Elenco vincitori del Bob a 4, olimpiadi
  3. ^ (ENFR) IOC sanctions one russian athlete, and closes one case as part of Oswald Commission findings, su olympic.org, CIO, 18 dicembre 2017 (archiviato il 18 dicembre 2017).
  4. ^ (EN) The Court of Arbitration for Sport (CAS) delivers its decisions in the matter of 39 russian athletes V/ the IOC: 28 appeals upheld, 11partially upheld (PDF), Losanna, Tribunale Arbitrale dello Sport, 1º febbraio 2018. URL consultato il 4 febbraio 2018 (archiviato il 1º febbraio 2018).
  5. ^ Elenco vincitori bob a due, mondiali Archiviato il 29 settembre 2007 in Internet Archive.
  6. ^ (RU) Decree of the President of the Russian Federation of 05.03.2010 No. 278, su kremlin.ru, Russian Presidential Executive Office, 5 Marzo 2010 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2013).
  7. ^ (RU) Decree on awarding state awards to champions and prize-winners of the XXII Olympic Winter Games 2014, su kremlin.ru, Russian Presidential Executive Office, 24 febbraio 2014. URL consultato il 9 dicembre 2019 (archiviato il 9 dicembre 2019).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica