Alemdar Mustafa Pascià

militare e politico albanese

Alemdar Mustafà Pascià (مصطفی پاشا, anche noto come Bayraktar Mustafa Pascià; Chotyn, 1765Costantinopoli, 15 novembre 1808) è stato un militare e politico ottomano[1], tra i personaggi più in vista durante i Colpi di stato ottomani del 1807-1808. Di origine albanese oppure azeri-carakalpaca, Alemdar Mustafa Pascià fu nominato gran visir dell'Impero ottomano dal sultano Mahmud II dopo che la rivolta di palazzo organizzata da Alemdar l'aveva messo sul trono, si fece promotore di un rinnovamento dell'impero che lo portò a scontrarsi con la fazione più reazionaria della corte. Morì nel suo palazzo costantinopolitano durante un assalto dei giannizzeri.

Il Gran Visir Alemdar Mustafa Pascià

NoteModifica

  1. ^ Danişmend, IH (1971), Osmanlı Devlet Erkânı, Istanbul, Türkiye Yayınevi, p. 70.

BibliografiaModifica

  • Danişmend, IH (1971), Osmanlı Devlet Erkânı, Istanbul, Türkiye Yayınevi.
  • Shaw, SJ [e] EZ (1997), History of the Ottoman Empire, Volume 2, Cambridge University Press.
  • Ortayli, I (1983), İmparatorluğun En Uzun Yüzyılı, Hil Yayinlari.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN9762094 · ISNI (EN0000 0000 6150 6145 · LCCN (ENnr98042701 · GND (DE1143551672 · BAV (EN495/231687 · WorldCat Identities (ENlccn-nr98042701
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie