Alessandra Acciai

attrice italiana

Alessandra Acciai (Roma, 12 dicembre 1965) è un'attrice italiana.

BiografiaModifica

Esordisce nel 1987, mentre è ancora allieva dell'Accademia nazionale d'arte drammatica di Roma, sia al cinema sia in televisione. Dalla fine degli ottanta è presente in pellicole di genere brillante facendosi apprezzare per una notevole spontaneità, aiutata anche dal suo aspetto, essendo alta e slanciata.

Negli anni novanta prende parte a un buon numero di film e ottiene nel 1994 una segnalazione come miglior attrice rivelazione dell'anno per il ruolo sostenuto nel film Anni ribelli, regia di Rosaria Polizzi, girato in Argentina, cui ne seguono altri: La vera vita di Antonio H. (1995), regia di Enzo Monteleone, Uomini senza donne (1996), regia di Alessandro Longoni e La classe non è acqua (1997), regia di Cecilia Calvi, a detta di molti la sua interpretazione più riuscita sino a oggi[1]. In seguito partecipa a opere di registi giovani come Claudia Florio, Marco Filiberti ed Eugenio Cappuccio.

Sul piccolo schermo esordisce da protagonista nel 1987 ne Il gioko, un thriller diretto da Lamberto Bava. Lavora poi nell'episodio Senza perché della serie Il maresciallo Rocca e nella serie televisiva Incantesimo, nella quale compare per due stagioni consecutive.

Negli anni novanta inizia una buona carriera teatrale, in allestimenti come Ifigenia in Aulide (1990), diretta da Memè Perlini, La valigia di carne (1993), per la regia di Giulio Base, Mani di profilo (1995) di Sibilla Barbieri, Il ceffo sulle scale (1996) di Lorenzo Loris a fianco di Gigio Alberti e infine in Proof - La Formula di David Auburn (2002), dove recita insieme a Rosalinda Celentano.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

SceneggiaturaModifica

  • Rex (2 episodi, 2008):
    • In vino veritas (2008)
    • Ombre cinesi (2008)

NoteModifica

  1. ^ Paolo Meneghetti, Il Meneghetti. Dizionario dei film 2002, Baldini & Castoldi, 2002.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN303394048 · ISNI (EN0000 0004 0950 5216 · SBN IT\ICCU\UBOV\493718 · WorldCat Identities (EN303394048