Apri il menu principale
Alessandra Guerra

Presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia
Durata mandato 7 febbraio 1994 –
5 settembre 1995
Predecessore Renzo Travanut
Successore Sergio Cecotti

Presidente della Conferenza delle regioni e delle province autonome
Durata mandato 17 febbraio 1995 –
23 maggio 1996
Predecessore Pier Luigi Bersani
Successore Piero Badaloni

Vice Presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia
Durata mandato 15 giugno 2001 –
23 giugno 2003
Presidente Renzo Tondo
Predecessore Paolo Ciani
Successore Gianfranco Moretton

Dati generali
Partito politico LN (1993-2008)
PD (2008-2017)
FdV (dal 2017)

Alessandra Guerra (Udine, 19 luglio 1963) è una politica e insegnante italiana.

BiografiaModifica

Laureata in Lettere, è stata insegnante nelle scuole medie ed ha collaborato con vari musei d'arte.

Iscritta alla Lega Nord, nel 1993 venne eletta consigliere regionale e fu assessore alla cultura; nel 1994, dopo una grave crisi politica che aveva investito il Friuli-Venezia Giulia, venne nominata presidente ad interim della regione, carica che conservò fino al 1995. In questo periodo ricopri anche l'incarico di Presidente della Conferenza delle regioni e delle province autonome

Dal 15 giugno 2001 al 23 giugno 2003 è Vice Presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia e Assessore all'Istruzione e Cultura

Nel 2003 si è candidata alla presidenza della sua regione: sostenuta dalla Casa delle Libertà, ha ottenuto il 43,2% dei voti ed è stata pertanto sconfitta da Riccardo Illy. Durante la presidenza Illy, la Guerra è stata presidente del gruppo della Lega Nord al Consiglio Regionale.

Dal 2005 al 2008 è presidente della Lega Nord Friuli Venezia Giulia subentrando a Rinaldo Bosco.

Nell'aprile 2008, in vista del rinnovo per l'esecutivo della regione Friuli-Venezia Giulia, Alessandra Guerra lascia la Lega Nord per passare alla coalizione di Riccardo Illy, appoggiato dal Partito Democratico e altre forze politiche di sinistra. In seguito, nel luglio 2009, la Guerra si è tesserata allo stesso PD, appoggiando la corsa alla segreteria di Pier Luigi Bersani.[1][2] Nel 2009 pubblica il libro Guerra e Pace. Donne e politica tra violenza e speranza (Bonanno editore), nel quale racconta la difficoltà per le donne di fare politica in Italia.

Nell'autunno 2017 dichiara di voler partecipare alle Elezioni Regionali 2018 per il Friuli Venezia Giulia come candidato Presidente per la Federazione Nazionale dei Verdi per portare nuovamente in Consiglio Regionale le istanze ecologiste degli ambientalisti. [3]

NoteModifica

  1. ^ PD: IN FRIULI SI ISCRIVE ALESSANDRA GUERRA, LEGA, EX PRESIDENTE REGIONE, asca.it, 16/07/2009. URL consultato il 15/08/2009 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2009).
  2. ^ Marco Travaglio, Primarie Pd a statuto elastico, espresso.repubblica.it, 24/07/2009. URL consultato il 15/08/2009.
  3. ^ UdineseTV, 18 12 17 Agendina Guerra, 19 dicembre 2017. URL consultato il 25 gennaio 2018.

Collegamenti esterniModifica

  • Marco Travaglio, Passione & poltrone, repubblica.it, 10/08/2009. URL consultato il 15/08/2009.
Controllo di autoritàVIAF (EN107460803 · ISNI (EN0000 0000 7892 9857 · SBN IT\ICCU\RERV\025744 · LCCN (ENno2010030979