Alessandro Campagna

pallanuotista e allenatore di pallanuoto italiano
Alessandro Campagna
Alessandro Campagna.JPG
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 80 kg
Pallanuoto Water polo pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Squadra Italia Italia
Carriera
Squadre di club1
1980-1990Ortigia? (?)
1990-1996Racing Roma? (?)
Nazionale
1982-1996Italia Italia 409 (?)
Carriera da allenatore
1996-1998Italia ItaliaVice
2000-2003Italia Italia
2003-2008Grecia Grecia
2008-Italia Italia
Palmarès
Italia Italia
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Barcellona 1992 Pallanuoto
Argento Londra 2012 Pallanuoto
Bronzo Rio de Janeiro 2016 Pallanuoto
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Roma 1994 Pallanuoto
Oro Shanghai 2011 Pallanuoto
Oro Gwangju 2019 Pallanuoto
Argento Madrid 1986 Pallanuoto
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Sheffield 1993 Pallanuoto
Argento Budapest 2001 Pallanuoto
Argento Zagabria 2010 Pallanuoto
Bronzo Strasburgo 1987 Pallanuoto
Bronzo Bonn 1989 Pallanuoto
Bronzo Budapest 2014 Pallanuoto
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Oro Latakia 1987 Pallanuoto
Oro Atene 1991 Pallanuoto
Oro Montpellier 1993 Pallanuoto
Argento Casablanca 1983 Pallanuoto
Argento Tunisi 2001 Pallanuoto
Bronzo Pescara 2009 Pallanuoto
Grecia Grecia
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Bronzo Montreal 2005 Pallanuoto
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Alessandro Campagna, detto Sandro (Palermo, 26 giugno 1963), è un ex pallanuotista e allenatore di pallanuoto italiano, attualmente allenatore della Nazionale di pallanuoto italiana, il cosiddetto "Settebello".

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Ha debuttato nella Serie A1 nel 1980 nelle file dell'Ortigia, per poi passare alla Racing Roma nel 1990, a Roma chiuse la carriera da giocatore nel 1996.

NazionaleModifica

Da giocatore è stato campione olimpico nell'edizione di Barcellona 1992 col settebello. Altri due ori li vince l'anno successivo a Sheffield ai Campionati europei e due anni dopo a Roma, nella finale dei mondiali.

AllenatoreModifica

Ritiratosi dall'attività è diventato allenatore delle nazionali giovanili italiane e nel 2001 è approdato alla panchina azzurra, con la quale si è aggiudicato un argento europeo a Budapest 2001 ed è arrivato quarto ai mondiali.

Dal 2003 al 2008 è stato allenatore della Nazionale greca, conquistando la medaglia di bronzo ai Mondiali di nuoto di Montréal 2005, il quarto posto ai Giochi di Atene 2004 e due terzi posti nella World League di pallanuoto, Long Beach 2004 e Atene 2006.

Nell'autunno del 2008 è stato nuovamente chiamato ad allenare il Settebello, conquistando il bronzo ai Giochi del Mediterraneo di Pescara, ma nei Campionati mondiali di nuoto 2009 di Roma il Settebello chiude solo all'11º posto. La nazionale, allenata sempre da Campagna, riesce a riscattarsi parzialmente l'anno seguente vincendo il "Trofeo otto nazioni" e conquistando l'argento agli europei del 2010 tenutisi a Zagabria, battuta in finale dai padroni di casa croati. Alla World League 2011 il Settebello conquista un altro argento, fermato in finale dalla Serbia. Pochi mesi dopo, ai mondiali di nuoto 2011 a Shanghai, la nazionale riesce a conquistare il gradino più alto del podio, la medaglia d'oro, in finale ancora contro la Serbia, dopo i tempi supplementari, con una squadra con sette esordienti rispetto ai mondiali di due anni prima. Agli europei del 2012 si classifica quarta dietro Serbia, Montenegro e Ungheria.

Il 19 aprile 2012 alla cerimonia dei Collari d'Oro al Merito Sportivo Campagna riceve per la sua carriera l'onorificenza della Palma d'Oro al Merito Tecnico e successivamente guida la nazionale alla conquista della medaglia d'argento alle Olimpiadi di Londra 2012 dietro la vincitrice Croazia.

Il 27 luglio 2014 Campagna vince come allenatore, insieme al suo Settebello, il bronzo ai campionati europei di pallanuoto di Budapest, dietro a Serbia e Ungheria.

Il 20 agosto 2016 guida il Settebello alla conquista della medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, dietro a Serbia e Croazia. L’anno seguente la Croazia elimina l’Italia ai quarti dei mondiali.

Il 27 luglio 2019 guida il Settebello sul tetto del mondo vincendo la medaglia d’oro ai mondiali di Gwangju (Corea del Sud)[1]. L'Italia è campione del mondo di pallanuoto per la quarta volta nella sua storia dopo Berlino 1978, Roma 1994 e Shanghai 2011. Nella finale del mondiale di Gwangju il Settebello ha battuto la Spagna 10-5.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Racing Roma: 1993-1994
Racing Roma: 1995-1996

NazionaleModifica

Barcellona 1992
Sheffield 1993:  
Roma 1994:  

AllenatoreModifica

Shanghai 2011:  
Gwangju 2019:  

OnorificenzeModifica

  Palma d'oro al Merito Tecnico
— Roma, 19 aprile 2012.
  Collare d'oro al merito sportivo
«Campione olimpico del 1992 - Pallanuoto»
— Roma, 2015.[2]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Mondiali: Settebello campione, la gallery della festa azzurra, su wpdworld.com, 27 luglio 2019.
  2. ^ Benemerenze sportive di Alessandro Campagna, su coni.it, Comitato olimpico nazionale italiano. URL consultato il 22 marzo 2018.
  3. ^ Inaugurata la Walk of Fame: 100 targhe per celebrare le leggende dello sport italiano, su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  4. ^ 100 leggende Coni (PDF), su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  5. ^ Campagna, è l’ora di entrare nella Hall of Fame Campagna nella Hall of Fame, su wpdworld.com, 18 maggio 2019.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica