Apri il menu principale

Alessandro Cutolo

conduttore televisivo, attore e storico italiano

BiografiaModifica

Fu professore ordinario di storia medievale all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza"[1] e di Bibliografia e Biblioteconomia all'Università Statale di Milano[2]. Fu il primo direttore del mensile Historia, edito da Cino del Duca, a partire dal dicembre 1957.

Divenne popolare come conduttore della trasmissione Una risposta per voi trasmessa dalla RAI dal 1954 al 1968, uno dei primi programmi di divulgazione culturale offerti dalla televisione. La sigla musicale di questa rubrica era il brano orchestrale "Stradivarius" di Carlo Alberto Rossi. Cutolo - che si proponeva come una sorta di tuttologo televisivo ante litteram - ha continuato a riproporre negli anni ottanta la stessa tipologia di trasmissione su una emittente locale campana, quando ormai era ultra ottuagenario ma sempre brillante e arguto.

È stato il primo divulgatore culturale della RAI: «sapeva tutto, almeno così sembrava. E tutto rendeva facile, comprensibile, popolare. Rispondeva alle lettere della gente sempre usando un esempio o ricorrendo a una battuta».[3] Frequenti sono state le sue apparizioni cinematografiche, quasi sempre al fianco di Alberto Sordi, con il quale aveva esordito nel 1962 nel film Il commissario. Lo si ricorda nell'episodio Guglielmo il dentone all'interno del film I complessi, dove interpretava se stesso nel ruolo di Presidente della RAI. È stato anche nel cast di Finché c'è guerra c'è speranza, dove rivestiva i panni di uno zio mantenuto dal nipote (Alberto Sordi), mercante d'armi pentito.

Anche Ugo Gregoretti, nel 1968, lo inserì nel suo sceneggiato televisivo Il Circolo Pickwick, nella parte del direttore del carcere. Considerato uno dei massimi rappresentanti di una certa televisione delle origini, colta ma allo stesso tempo piacevolmente divulgativa, gli venne tributato un tacito omaggio da parte di Piero Chiambretti che, nel 1989, lo volle al proprio fianco, ormai novantenne, nel programma televisivo Prove tecniche di trasmissione.

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ Vedi Archivio storico municipale. Cenni storici. Sito del Comune di Napoli.
  2. ^ Vedi articolo del Corriere della Sera in Collegamenti esterni e il profilo di Cutolo nel sito Radio e TV libere.
  3. ^ Walter Veltroni, I programmi che hanno cambiato l'Italia, Milano, Feltrinelli, 1994, p. 227.

BibliografiaModifica

Lavori prevalentemente storiciModifica

  • Antonio Genovese : profilo, Napoli, ITEA editrice, 1925.
  • I privilegi dei sovrani angioini alla Città di Napoli, Napoli, a cura del Comune, 1929.
  • La questione ungherese a Napoli nel secolo XIV, Budapest, tip. Franklin, 1929.
  • Maria d'Enghien, Napoli, ITEA editrice, 1929.
  • Il decurionato di Napoli: 1807-1861, Napoli, a cura del Comune, 1932.
  • Arrigo VII e Roberto d'Angiò, Napoli, Cooperativa tipografica sanitaria, 1932.
  • Gli Angioini, Firenze, Nemi, 1934.
  • Da diplomatico a giacobino: la vita di Luigi Pio attraverso il suo carteggio inedito, Roma, La Libreria dello Stato, 1935.
  • Re Ladislao d'Angiò-Durazzo, 2 voll., Milano, U. Hoepli, 1936.
  • Gaspare Rosales : vita romantica di un mazziniano, Milano, U. Hoepli, 1938.
  • Scanderbeg, [S.l.], Istituto per gli studi di politica internazionale, 1940.
  • Luca de Samuele Cagnazzi, La mia vita, a cura di Alessandro Cutolo, Milano, U. Hoepli, 1944.
  • I precedenti e gli albori della signoria di Gian Galeazzo Visconti, Milano, U. Hoepli, 1950.
  • Viaggio nel Medioevo italiano : 476-1453, Milano, Valentino Bompiani, 1955.
  • Il duca di Brindisi, Milano, A. Martello, 1960.
  • Storie minime, Napoli, Fiorentino, 1963.
  • Mito e realtà della prima Crociata, Avellino, Lions Club, 1964.
  • Giovanna II : la tempestosa vita di una regina di Napoli. Novara, Istituto Geografico De Agostini, 1968.

Altri argomentiModifica

  • I romanzi cavallereschi in prosa e in rima del fondo Castiglioni presso la Biblioteca Braidense di Milano, Milano, Istituto di biblioteconomia e bibliografia "Ulrico Hoepli", Università di Milano, 1944.
  • Sonetti stravaganti : Sandrino e Mario, Edizione fuori commercio di 300 esemplari numerati, Milano, Edizioni dell'armadillo, 1955.
  • Napoli fedelissima, Milano, A. Martello, 1958.
  • Lezioni di bibliografia e biblioteconomia : raccolte dal dott. Luigi Banfi, Milano, La goliardica, 1960.
  • Nostalgia di Napoli : Almanacco Torriani 1963, disegni di Gennaro Vitiello, Milano-Roma, Torriani, 1963.
  • Tra vecchie carte ed amorose storie, Napoli, A. Berisio, 1978.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN24729499 · ISNI (EN0000 0001 0856 0377 · LCCN (ENn85057119 · GND (DE1151352667 · BNF (FRcb128136879 (data) · WorldCat Identities (ENn85-057119