Apri il menu principale

Alessandro Iannuzzi

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Alessandro Iannuzzi
Alessandro Iannuzzi - Estate 1996 - Ritiro ad Enego (Vicenza) - Annata 1996-1997.png
Iannuzzi al Vicenza nell'estate 1996
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Squadra Lazio (Vice Under-15)
Ritirato 2011 - giocatore
Carriera
Giovanili
199?-1995 Lazio
Squadre di club1
1995-1996 Lazio 4 (1)
1996-1997 Vicenza 17 (2)
1997-1998 Lecce 8 (1)
1998-1999 Lazio 2 (0)
1999 Milan 0 (0)
1999-2000 Reggina 3 (0)
2000-2001 Monza 0 (0)
2001-2003 Messina 44 (4)
2003-2004 Perugia 0 (0)
2004 Pescara 7 (0)
2004-2005 Teramo 5 (0)
2005-2006 Gualdo 26 (2)
2006-2007 Monterotondo 8 (4)
2007-2008 Guidonia 23 (7)
2009 Bianco e Verde.svg Fidene 6 (0)
2009-2010 600px vertical Green HEX-296D14 Red HEX-DF0728.svg Vis Artena 11 (2)
2010 Verde e Bianco (Strisce).svg Pro Calcio Sabina 9 (?)
2010-2011 600px Rosso e Blu Strisce-Flag.svg Pianoscarano (?) (?)
Nazionale
1997 Italia Italia U-23 1 (1)
Carriera da allenatore
2011-2012Verde e Bianco (Strisce).svg Pro Calcio Sabina
2012-2013LazioVice Giov. Prov.
2013-2016LazioGiov. Prov.
2016-2018LazioVice Under-16
2018-2019LazioVice Under-14
2019-LazioVice Under-15
Palmarès
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Oro Bari 1997
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 gennaio 2013

Alessandro Iannuzzi (Roma, 9 ottobre 1975) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante, vice-allenatore della categoria Under-15 della Lazio.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Cresce nelle giovanili della Lazio dove, raggiunta la formazione Primavera, milita in una squadra allenata da Domenico Caso composta anche da Flavio Roma, Alessandro Nesta e Marco Di Vaio. Con la Lazio Primavera Iannuzzi realizza anche il gol vittoria, su punizione, nella finale del Campionato Primavera - 1994/95 Lazio Perugia giocata il 24 giugno 1995 allo Stadio Olimpico di Roma di fronte ad oltre 20.000 spettatori, una sola rete realizzata nella partita ma che vale il secondo Scudetto Primavera della storia della Lazio.

Esordisce in Serie A nella stagione 1995-1996, collezionando 4 partite ed una rete in campionato su calcio di punizione contro il Torino regalando il pareggio alla Lazio proprio nei minuti finali.

 
Iannuzzi in Vicenza-Cagliari (2-0) del 27 ottobre 1996

Nella stagione successiva viene girato in prestito a Vicenza, con il quale disputa 17 partite e realizza 2 reti, aggiudicandosi la Coppa Italia grazie anche ad un suo gol nella finale. Nella stagione successiva disputa un campionato di Serie A con il Lecce, dove subisce il primo di quella che sarebbe stata una lunga serie di problemi fisici che ne limiteranno la carriera professionistica. Nella stagione 1998-1999 torna a Roma di nuovo con la maglia biancoceleste e riesce a giocare anche da titolare una sola partita Lazio Vicenza finita 1 a 1 il 25 Ottobre 1998 schierato in attacco da mister Sven Goran Eriksson insieme a Roberto Mancini. A Gennaio non trova spazio nell'attacco della Lazio e viene subito ingaggiato dal Milan, dove inizia un lento recupero fisico che non sortisce effetti.

L'anno successivo (1999-2000) i rossoneri lo girano in prestito alla Reggina, ma dopo poche partite un nuovo stop lo costringe alla tribuna per tutta la stagione. Nel campionato 2000-2001 finisce in prestito al Monza in Serie B, dove accusa ancora problemi di natura fisica. Il continuo succedersi di gravi infortuni dura tre anni (dal 1998 al 2001) in cui disputa 5 gare e si conclude nella stagione (2001-2002) a Messina, dove gioca 20 gare, segna 2 reti e resta in Sicilia anche nel campionato seguente (2002-2003) disputando 24 gare e realizzando 2 reti.

L'anno successivo (2003-2004) riparte da Perugia, ma l'avventura non decolla per i soliti problemi fisici, viene ceduto al Pescara ancora in B nella stessa stagione e disputa solo 7 gare. L'anno successivo (2004-2005) scende in Serie C1 a Teramo, dove gioca 5 gare e l'anno seguente (2005-2006) è in Serie C2 col Gualdo (26 gare e 2 reti). Nel marzo del 2007 riparte dal Lazio e gioca a Monterotondo in Serie D, dove disputa 8 gare e realizza 4 reti.

Nel campionato successivo (2007-2008) risponde alla chiamata di mister Giancarlo Marini, ex calciatore della Lazio, e va al Guidonia sempre in Serie D. Nel gennaio del 2009 viene tesserato dal Fidene, società militante nel girone A dell'Eccellenza laziale. Nella stagione 2009-2010 viene ingaggiato dalla Vis Artena, compagine che milita nel girone B di Eccellenza laziale.

Nella stagione 2010-2011 viene ingaggiato dalla Pro Calcio Sabina, nel Campionato Promozione, poi dopo 9 presenze si trasferisce al Pianoscarano sempre in Promozione dove finisce la stagione. In seguito prende il patentino di allenatore.[senza fonte] Ha totalizzato in carriera 34 presenze e 4 reti in Serie A con le maglie di Lazio, Vicenza, Lecce e Reggina.

NazionaleModifica

Nel 1997 fu convocato anche in occasione di quattro partite dell'allora Under-23, giocando la sola partita contro l'Albania, disputata il 19 giugno 1997 e conclusasi con la vittoria degli azzurri per 4-0; nell'occasione segnò uno dei gol.

AllenatoreModifica

Nel settembre 2012 inizia la carriera da allenatore nelle giovanili della Lazio partendo dalla categoria Giovanissimi Provinciali Fascia B con il ruolo di allenatore in seconda, e in seguito tecnico della categoria Giovanissimi Provinciali e dopo ancora vice-allenatore prima della categoria Under-16 delle Aquile e successivamente dell'Under-14 e Under-15[senza fonte].

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Competizioni giovaniliModifica
Lazio: 1994-1995
Competizioni nazionaliModifica
Vicenza: 1996-1997
Lazio: 1998
Milan: 1998-1999

Competizioni internazionaliModifica

Perugia: 2003[1]

NazionaleModifica

Bari 1997

NoteModifica

  1. ^ Titolo condiviso con Schalke 04 e Villarreal.

Collegamenti esterniModifica