Apri il menu principale

Alessandro Mannini

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Alessandro Mannini
Alessandro Mannini.jpg
Mannini al Pisa nel 1985
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180[1] cm
Peso 75[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Preparatore dei portieri (ex Portiere)
Ritirato 1996 - giocatore
Carriera
Giovanili
Viareggio
Squadre di club1
1977-1978 Viareggio 28 (-?)
1978-1987 Pisa 220 (-202)
1987-1990 Bari 98 (-71)
1990-1991 Pescara 38 (-32)
1991-1993 Fiorentina 22 (-36)
1993-1994 Cremonese 2 (-1)
1994-1996 Viareggio 65 (-?)
Carriera da allenatore
1996-2005PisaPortieri
1998Pisa
2002-2004Italia Italia U-21Portieri
2005-2011ViareggioPortieri
2011-2012GrossetoPortieri
2012-2013VeneziaPortieri
2013NovaraPortieri
2014NovaraPortieri
2015PistoiesePortieri
2015-2016Viareggio 2014Vice e Portieri
2016Viareggio 2014Portieri
2017-Viareggio 2014Portieri
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Alessandro Mannini (Viareggio, 26 agosto 1957) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo portiere.

È padre del calciatore Daniele Mannini.

Indice

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Cresciuto nelle giovanili del Viareggio, nel 1978 passò al Pisa, in Serie C1. Col club toscano disputò nove stagioni (una in Serie C1, cinque in Serie B e tre in Serie A), diventando uno dei protagonisti del Pisa dell'era Anconetani. Esordì in massima serie nella stagione 1982-1983, in Cesena-Pisa (0-0). Lasciò il club al termine della stagione 1986-1987, in cui vinse per la seconda volta il campionato di Serie B col Pisa.

Giocò poi nel Bari, disputando due campionati di Serie B ed uno di Serie A.

Successivamente giocò nelle file di Pescara (Serie B), Fiorentina (Serie A) e Cremonese (Serie A).

Nel 1994, lasciata la Cremonese, si trasferì al Viareggio, quell'anno piombato in Eccellenza a seguito del fallimento, vincendo il campionato. Si ritirò nel 1996.

AllenatoreModifica

Terminata la carriera da calciatore, divenne un preparatore dei portieri. Nel 1996 fu il preparatore dei portieri del Pisa, ruolo che ricoprì per nove stagioni.[2] Nel febbraio del 1998, a seguito dell'esonero di Roberto Clagluna, gli fu affidata temporaneamente la guida della prima squadra.[3]

Nel 2002 entrò nello staff tecnico dell'Italia Under-21 in qualità di preparatore dei portieri. Collaborò col commissario tecnico Claudio Gentile fino al 2004, prendendo parte a due Europei, di cui uno vittorioso (2004).[4][5]

Nel 2005 si trasferì al Viareggio, restandovi per sei stagioni.[6] Nella stagione 2011/12 allenò i portieri del Grosseto.[7]

Terminata l'esperienza al Grosseto, allenò i portieri del Venezia, sedendo anche in panchina in occasione della squalifica dell'allenatore Stefano Sottili.[8] Nel luglio del 2013 si trasferì al Novara, entrando nello staff tecnico di Alfredo Aglietti. Nel novembre del 2013 l'allenatore e tutto il suo staff vennero esonerati, salvo poi essere richiamati nel febbraio del 2014.[9]

Nel febbraio del 2015 divenne il preparatore dei portieri della Pistoiese, collaborando nuovamente con Stefano Sottili dopo l'esperienza al Venezia.[10]

Nel giugno del 2015 si accasò al Viareggio 2014, società nata l'anno precedente dopo il fallimento del Viareggio, ricoprendo il duplice ruolo di preparatore dei portieri e di vice dell'allenatore Alessandro Pierini.[11] La stagione seguente Mannini collaborò col nuovo allenatore Marco Masi, occupandosi esclusivamente dei portieri.[12] La prima parte del campionato fu caratterizzata da gravi problemi economici, che minarono la serenità dell'ambiente. Ad ottobre, in occasione della sconfitta per 0-1 contro il Recco, a causa di un'autorete, la squadra venne addirittura accusata di combine. Il tecnico Masi, quindi, si vide costretto a smentire categoricamente tali illazioni, sottolineando la professionalità del suo staff e dei giocatori, nonostante le difficoltà economiche della società.[13] Il 10 dicembre 2016 il tecnico e il suo staff rassegnarono le dimissioni.[14] Il 28 marzo 2017 la società, che nel frattempo a dicembre era riuscita ad evitare il fallimento, nonostante l'addio del direttore sportivo, dell'allenatore e di ben 17 giocatori,[15] affidò la squadra al tecnico Carlo Bresciani, richiamando Mannini come preparatore dei portieri.[16]

Ha partecipato come opinionista al programma televisivo sulle vicende del Pisa "Il neroazzurro" per la televisione locale pisana 50 Canale.

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

Pisa: 1984-1985, 1986-1987

Competizioni regionaliModifica

Viareggio: 1994-1995

Competizioni internazionaliModifica

Pisa: 1985-1986
Bari: 1990

NoteModifica

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 2 (1985-1986), Panini, 14 maggio 2012, p. 44.
  2. ^ Doppio ex: Alessandro Mannini presenta Viareggio-Pisa, in pisanews.net, 26 gennaio 2013. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  3. ^ Il Pisa ha esonerato Roberto Clagluna, squadra affidata a Mannini e Signorini, in gelocal.it, 18 febbraio 1998. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  4. ^ Convocazioni Under 21 (PDF), in figc.it, 13 agosto 2002. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  5. ^ Convocazioni Under 21 (PDF), in figc.it, 25 marzo 2004. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  6. ^ Massimo Corsano, L'intervista ad Alessandro Mannini, in vanovarava.it, ottobre 2013. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  7. ^ Grosseto, dal Viareggio arriva il preparatore dei portieri, in tuttob.com, 29 giugno 2011. URL consultato il 4 gennaio 2018.
  8. ^ Mannini in panchina «Macché emozione, mi sentirete urlare», in nuovavenezia.gelocal.it, 4 maggio 2013. URL consultato il 7 gennaio 2018.
  9. ^ «Lanni? Un ragazzo in gamba Per la C è un ottimo portiere», in iltirreno.gelocal.it, 20 marzo 2014. URL consultato il 7 gennaio 2018.
  10. ^ Pistoiese, sarà Stefano Sottili il nuovo allenatore: i dettagli, in gianlucadimarzio.com, 9 febbraio 2015. URL consultato il 7 gennaio 2018.
  11. ^ Viareggio, Mannini allenatore in seconda. Definito lo staff tecnico, in luccaindiretta.it, 24 giugno 2015. URL consultato il 7 gennaio 2018.
  12. ^ Riparte il Viareggio 2014, primo allenamento sotto la direzione di mister Masi, in lagazzettadiviareggio.it, 25 luglio 2016. URL consultato il 7 gennaio 2018.
  13. ^ La rabbia di Masi: «Il Viareggio non vende le partite», in iltirreno.gelocal.it, 6 ottobre 2016. URL consultato il 7 gennaio 2018.
  14. ^ Viareggio calcio, si dimette l'allenatore, in luccaindiretta.it, 10 dicembre 2016. URL consultato il 7 gennaio 2018.
  15. ^ Il Viareggio riparte dall’anno zero, in gelocal.it, 18 dicembre 2016. URL consultato il 7 gennaio 2018.
  16. ^ Prende forma il nuovo Viareggio 2014, in iltirreno.gelocal.it, 24 giugno 2017. URL consultato il 7 gennaio 2018.

Collegamenti esterniModifica