Apri il menu principale

Alessandro Marchetti (matematico)

matematico e scrittore italiano
Alessandro Marchetti

Alessandro Marchetti (Empoli, 17 marzo 1633Pisa, 6 settembre 1714) è stato un matematico e filosofo italiano, noto come il primo traduttore di Lucrezio in lingua italiana.

Indice

BiografiaModifica

Professore di filosofia, poi di matematica all'Università di Pisa, continuò le ricerche di Galileo nel campo della meccanica, come il suo contemporaneo Vincenzo Viviani. Collaborò con il medico Giuseppe Del Papa, lettore di logica e filosofia nell'ateneo pisano.

Oltre che matematico, fu anche poeta — scrisse, infatti, alcune rime religiose, morali ed eroiche —, ma l'opera cui deve la sua fama è la traduzione del De rerum natura di Lucrezio, pubblicata postuma nel 1717 (ma già in precedenza circolante manoscritta) con il titolo Della natura delle cose. Considerata come il manifesto del razionalismo cartesiano, la traduzione di Marchetti influì notevolmente sul gusto arcadico per la purezza della lingua e l'eleganza dello stile.

La diffusione di idee atee e materialiste attirò sul Marchetti l'accusa di empietà. Pur rifugiatosi nella poesia, non riuscì ad evitare le indagini del Sant'Uffizio, ispirate soprattutto dal gesuita lucchese Giovanni Francesco Vanni. Per altre sue opere di successo fu attaccato dagli oppositori di Galileo.

Fece parte di numerose accademie: Accademia dei Disuniti, Accademia dell'Arcadia, Accademia dei Fisiocritici, Accademia dei Risvegliati, Accademia della Crusca e Accademia Fiorentina.

OpereModifica

  • De resistentia solidorum, Florentiae, typis Vincentij Vangelisti & Petri Matini, 1669 (opera abbastanza interessante, basata sulla teoria galileiana, cui Marchetti dà una struttura assiomatica rigorosa. Tratta in larga parte il problema dei solidi di uniforme resistenza, precedendo di mezzo secolo l'importante trattato di Luigi Guido Grandi).
  • Exercitationes mechanicae, Pisis, ex typographia Io. Ferretti, 1669.
  • Della natura delle comete. Lettera scritta all'illustriss. sig. Francesco Redi, In Firenze, alla Condotta, 1684.
  • Saggio delle rime eroiche morali e sacre dedicato all'altezza reale di Ferdinando principe di Toscana, In Firenze, nella stamperia di Cesare Bindi, 1704.
  • Di Tito Lucrezio Caro della natura delle cose libri sei tradotti, Londra, per G. Pickard, 1717 (prima traduzione italiana).
  • Vita e poesie d'Alessandro Marchetti da Pistoja filosofo e matematico all'illustrissimo sig. cavaliere Francesco Feroni marchese di Bellavista patrizio fiorentino e accademico della Crusca, Venezia, appresso Pietro Valvasense, 1755 (Contiene poesie postume con la Vita scritta dal figlio Francesco).

BibliografiaModifica

  • Gustavo Costa, Epicureismo e pederastia. Il Lucrezio e l'Anacreonte di Alessandro Marchetti secondo il Sant'Uffizio, Firenze, L.S. Olschki, 2012.
  • MARCHETTI, Alessandro, in Dizionario di filosofia, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2009.
  • Cesare Preti, MARCHETTI, Alessandro, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 69, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2007.
  • Mario Saccenti, Lucrezio in Toscana. Studio su Alessandro Marchetti, Firenze, L.S. Olschki, 1966.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN38398606 · ISNI (EN0000 0001 2128 6085 · SBN IT\ICCU\CUBV\079458 · LCCN (ENn85812235 · GND (DE117544442 · BNF (FRcb12570345j (data) · BAV ADV12652323 · CERL cnp00951070