Apri il menu principale

Alessandro Marzo Magno (Venezia, settembre 1962) è un giornalista e scrittore italiano.

Indice

Gli inizi come giornalistaModifica

Dopo la laurea in storia conseguita all'Università Ca' Foscari di Venezia, iniziò a lavorare come redattore per la rivista Diario, come responsabile degli esteri. Durante questo periodo, per circa 10 anni, viaggiò principalmente nei Balcani seguendo le vicende belliche in Jugoslavia[1].

Successivamente ha collaborato con Linkiesta[1], con Focus Storia e alla sezione "Food" de Il Sole 24 ORE[2]. Attualmente collabora con le pagine culturali del Gazzettino ed è direttore del semestrale Ligabue Magazine.

Attività di scrittoreModifica

Autore di circa diciassette libri, ha iniziato a scrive come saggista storico riguardo alla sua esperienza durante le guerre in ex-Jugoslavia. Il suo libro "L'alba dei libri: Quando Venezia ha fatto leggere il mondo" è stato tradotto in inglese, cinese, giapponese, coreano e spagnolo, mentre il successivo "'L'invenzione dei soldi. Quando la finanza parlava italiano" in coreano e in turco[3].

Nel 2015 arriva in finale al Premio Bancarella della Cucina con il libro "Il genio del gusto. Come il mangiare italiano ha conquistato il mondo", edito da Garzanti, classificandosi in seconda posizione[4]. Nel 2019 ha vinto la sezione “La cucina della memoria” del premio "Iolanda" con il libro "Il ricettario di casa Svevo”, edito da La nave di Teseo, con introduzione di Susanna Tamaro.

Altre attivitàModifica

Negli anni 2014 e 2015 ha insegnato presso l'Università Statale di Milano tenendo un laboratorio semestrale di storia del cibo. Partecipa alla trasmissione televisiva Unomattina Estate, dove tiene la rubrica "Grand Tour". Ha partecipato a Unomattina, con una rubrica assieme ad Antonia Varini, e a Geo & Geo dove collaborava sul tema della storia del cibo.

OpereModifica

AutoreModifica

  • Venezia degli amanti. L'epopea dell'amore in 11 celebri storie veneziane, Milano, Marco Tropea Editore, 2010, ISBN 978-88-558-0102-7.
  • La guerra dei dieci anni. Jugoslavia 1991-2001, Milano, il Saggiatore, 2011, ISBN 978-88-565-0064-6.
  • Atene 1687. Venezia, i turchi e la distruzione del Partenone, Milano, il Saggiatore, 2011, ISBN 978-88-4281-720-8.
  • Piave. Cronache di un fiume sacro, Milano, il Saggiatore, 2012, ISBN 978-88-565-035-55.
  • L'alba dei libri: Quando Venezia ha fatto leggere il mondo, Milano, Garzanti, 2012, ISBN 978-88-1168-252-3.
  • (EN) Bound in Venice, New York, Europa Editions, 2013, ISBN 978-1609-451-394.
  • L'invenzione dei soldi. Quando la finanza parlava italiano, Milano, Garzanti, 2014, ISBN 978-88-1168-713-9.
  • Il genio del gusto. Come il mangiare italiano ha conquistato il mondo, Milano, Garzanti, 2014, ISBN 978-88-1168-293-6.
  • Con stile. Come l'Italia ha vestito (e svestito) il mondo, Milano, Garzanti, 2016, ISBN 978-88-1168-845-7.
  • Il leone di Lissa. Viaggio in Dalmazia, Milano, il Saggiatore, 2016, ISBN 978-88-428-220-42.
  • Missione grande bellezza. Gli eroi e le eroine che salvarono i capolavori italiani saccheggiati da Napoleone e da Hitler, Milano, Garzanti, 2017, ISBN 978-88-1168-932-4.
  • Serenissime. Le donne illustri di Venezia dal Medioevo a oggi, Pordenone, Biblioteca dell'Immagine, 2017, ISBN 978-88-639-1240-1.

CuratoreModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Alessandro Marzo Magno, su linkiesta.it. URL consultato l'8 agosto 2017.
  2. ^ Alessandro Marzo Magno, su ilsole24ore.com. URL consultato l'8 agosto 2017.
  3. ^ Alessandro Marzo Magno, su garzanti.it. URL consultato l'8 agosto 2017.
  4. ^ Il Bancarella Cucina a Giuseppino di Joe Bastianich e Sara Porro, su repubblica.it. URL consultato l'8 agosto 2017.

Collegamenti esterniModifica