Apri il menu principale
Alex Rocco con l'Emmy che ha vinto nel 1990

Alex Rocco, nome d'arte di Alessandro Federico Petricone Jr.[1] (Cambridge, 29 febbraio 1936Studio City, 18 luglio 2015), è stato un attore statunitense di origini italiane. Ha preso parte a film sia comici che thriller, in particolare ispirati alla mafia.

Indice

BiografiaModifica

Primi anniModifica

Rocco nacque a Cambridge, nel Massachusetts, il 29 febbraio del 1936, figlio di Alessandro Federico Petricone Sr. (1896-1949), detto Sam, e di Mary DiBiase (nata Maria Di Biase; 1909-1978), ambedue immigrati italiani originari di Gaeta (al secolo parte dell'allora provincia di Terra di Lavoro, oggi situata in provincia di Latina)[2][3][4][5].

Crebbe nella vicina Somerville, vivendo a stretto contatto con diversi esponenti della famigerata Winter Hill Gang, pericolosa organizzazione criminale irlandese-americana, generatasi proprio nel quartiere Winter Hill di Somerville e poi allargatasi a tutta la zona metropolitana di Boston e al New England. Secondo una testimonianza del pentito della famiglia Patriarca (acerrima rivale della Gang) Vincent Teresa, il giovane Petricone, conosciuto al tempo col soprannome di Bobo, avrebbe involontariamente contribuito alla scoppio della prima delle cosiddette guerre di mafia irlandese con il brutale pestaggio, da parte di alcuni membri della Gang, di George "Georgie" McLaughlin (membro della rivale Charlestown Mob), reo di aver mosso delle avances indesiderate nei confronti dell'allora fidanzata dell'attore[6], fatto confermato anche dal giornalista Howie Carr, strenuo ricercatore della storia del sottobosco criminale bostoniano, che lo segnala inoltre come potenziale indiziato nell'omicidio di Bernard "Bernie" McLaughlin, fratello di Georgie, riportando come, nell'ottobre del 1961, egli venne tratto in arresto assieme all'allora capo della Gang James "Buddy" McLean per essere interrogato sulla sua morte, ma venendo poi quasi subito rilasciato poiché non imputabile[7].

In seguito si trasferì in California, dove assunse il nome d'arte di "Alex Rocco", stabilendosi a Los Angeles e convertendosi alla religione bahá'í. Quando poi Rocco, una volta divenuto un attore affermato, si ritroverà nel nativo Massachusetts per le riprese del film Gli amici di Eddie Coyle (1973) di Peter Yates, farà da mediatore per Robert Mitchum con diversi membri della Winter Hill Gang, come Howard "Howie" Winter e John Martorano, per permettere al celebre attore di prepararsi al meglio per il ruolo dell'eponimo protagonista[8][9].

CarrieraModifica

Dopo aver lasciato la carriera criminale, Petricone entrò nel mondo del cinema, girando il suo primo film Il padrino, nel ruolo di Moe Greene. In seguito girò il film Gli amici di Eddie Coyle, ambientato nei quartieri criminali di Boston, una parte molto vicino alla sua precedente carriera. Altri film famosi di Petricone includono Prima o poi mi sposo, nel ruolo di Salvatore e Smokin' Aces. Ha anche doppiato, nel film Disney/Pixar, A Bug's Life - Megaminimondo, la formica Thorny. Nel film Music Graffiti, interpretò il ruolo di Playtone Records.

In seguito Petricone ha partecipato a varie serie televisive e sitcom (tra le quali L'albero delle mele).

MorteModifica

È morto di cancro il 19 luglio 2015, all'età di 79 anni[10].

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

DoppiatoreModifica

Doppiatori italianiModifica

Da doppiatore è sostituito da:

NoteModifica

  1. ^ Obituary, cbsnews.com; accessed July 20, 2015.
  2. ^ Ancestry, Massachusetts, State and Federal Naturalization Records, 1798-1950, su ancestry.com. URL consultato l'8 ottobre 2018.
  3. ^ Ancestry, U.S., Social Security Applications and Claims Index, 1936-2007, su search.ancestry.com. URL consultato l'8 ottobre 2018.
  4. ^ Alex Rocco profile at, in FilmReference.com.
  5. ^ Amy Chozick, Old Miami Beach: Sun, Schmaltz, Murder, in The New York Times, 30 marzo 2012.
  6. ^ Teresa, Vincent. "My Life in the Mafia."
  7. ^ Howie Carr, Alexander (Bobo) Petricone, BostonHitman.com. URL consultato il 13 aprile 2012.
  8. ^ George Kimball, Looking Back At An Unlikely Acquaintance With Whitey Bulger, WBUR. URL consultato il 2 settembre 2011.
  9. ^ Howie Carr, George V. Higgins' Eddie Coyle: Even Better than True, CriminalElement.com. URL consultato il 13 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2012).
  10. ^ Alex Rocco, Mobster Moe Greene in 'The Godfather,' Dies at 79 (en) Hollywoodreporter.com

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN46671022 · ISNI (EN0000 0001 1491 1620 · LCCN (ENnr97036730 · GND (DE1025834267 · BNF (FRcb14221400t (data)