Alex Sandro (calciatore 1991)

calciatore brasiliano
Alex Sandro
AlexSandroCopaAmerica2019.jpg
Alex Sandro in azione con la nazionale brasiliana durante la Copa América 2019
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 180 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Juventus
Carriera
Giovanili
2006-2008Atlético Paranaense
Squadre di club1
2007-2010Atlético Paranaense17 (0)
2010-2011Santos30 (1)[1]
2011-2015Porto87 (3)
2015-Juventus166 (13)
Nazionale
2011Brasile Brasile U-2011 (0)
2012Brasile Brasile olimpica3 (0)
2011-Brasile Brasile30 (2)
Palmarès
Transparent.png Copa América
Oro Brasile 2019
Argento Brasile 2021
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Londra 2012
Transparent.png Campionato sudamericano Under-20
Oro Perù 2011
Transparent.png Campionato mondiale Under-20
Oro Colombia 2011
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 26 settembre 2021

Alex Sandro Lobo Silva (Catanduva, 26 gennaio 1991) è un calciatore brasiliano, difensore della Juventus e della nazionale brasiliana, con la quale si è laureato campione di Sud America nel 2019.

Con i club vanta la vittoria di due campionati Paulisti (2010 e 2011) e una coppa del Brasile (2010) con il Santos, due campionati portoghesi (2012 e 2013) e tre supercoppe portoghesi (2011, 2012 e 2013) con il Porto, cinque campionati italiani (dal 2016 al 2020), quattro Coppe Italia (dal 2016 al 2018 e 2021) e tre Supercoppe italiane (2015, 2018 e 2020) con la Juventus.

In ambito internazionale ha conquistato una Coppa Libertadores nel 2011 con il Santos e ha disputato una finale di UEFA Champions League nel 2017 con la Juventus.

Ha inoltre conquistato l'argento olimpico nel 2012, mentre con il Brasile under-20 è stato campione del mondo e d'America nel 2011.

Caratteristiche tecnicheModifica

In patria le sue progressioni sono state paragonate a quelle del connazionale Roberto Carlos;[2] in pochissimo tempo è diventato uno dei migliori terzini in circolazione.[3][4][5][6] Sempre pronto a spingersi in avanti e dotato di grande corsa e scatto, nonostante il suo ruolo sia quello di terzino sinistro può essere usato come esterno sinistro oppure come ala, grazie alle sue capacità di saltare l'uomo e di effettuare cross dalla fascia;[7][8][9] difensivamente è specializzato nel tackle per recuperare il pallone. Nel corso della sua prima stagione alla Juventus ha migliorato la fase difensiva, riuscendo a distinguersi spesso per efficaci chiusure in diagonale.[10]

CarrieraModifica

ClubModifica

Athletico ParanaenseModifica

Alex Sandro inizia la sua carriera da calciatore nel 2006, quando viene acquistato dall'Atlético Paranaense dove, in due stagioni, si alterna giocando sia con la prima squadra sia con la formazione primavera. Debutta ufficialmente da calciatore professionista il 25 luglio 2009 in occasione del match di campionato giocato con l'Avaí.[11] Rimedia la sua prima ammonizione in carriera il 29 agosto, durante la partita di campionato con il Náutico.[12] All'incirca a due mesi più tardi risale la prima espulsione da calciatore professionista, ottenuta nel corso della partita giocata con il Coritiba.[13]

Deportivo Maldonado e SantosModifica

 
Alex Sandro al Porto nel 2013

Dopo tre anni conclude la sua avventura con il club di Curitiba e viene ceduto in cambio dell'equivalente di € 2,2 milioni in Uruguay al Deportivo Maldonado, che però lo cede in prestito al Santos per due stagioni.[14] Debutta con i bianconeri in campionato l'8 maggio 2010, in occasione della partita con il Botafogo dove viene anche espulso per somma di ammonizioni.[15] Il 25 settembre realizza la prima rete in campionato con il Peixe, durante il match giocato con il Cruzeiro.[16] In due stagioni colleziona, con la maglia dei bianconeri, 38 partite giocate e 2 reti segnate.

PortoModifica

Il 23 luglio 2011 i lusitani del Porto, dopo aver comprato il suo compagno in nazionale Under-20 Danilo, acquistano il calciatore per 9,6 milioni di euro, facendogli firmare un contratto di durata quinquennale con una clausola rescissoria di 50 milioni di euro.[17] Debutta con i Dragões il 19 febbraio 2012, in occasione della partita con il Vitória Setúbal vinta per 3 a 1 dai biancoblu.[18] Il 16 marzo realizza la sua prima rete con il Porto nel match di campionato giocato con il Nacional de Madeira e, in quell'occasione, rimedia anche la sua prima ammonizione con il suo nuovo club.[19]

Complessivamente in quattro anni con il Porto, ha messo insieme 137 presenze e 3 gol.

JuventusModifica

 
Alex Sandro in azione alla Juventus nella UEFA Champions League 2019-2020

Il 20 agosto 2015 viene ceduto per 26 milioni di euro al club italiano della Juventus.[20] Il 12 settembre seguente fa il suo esordio in bianconero, nel pareggio per 1-1 contro il Chievo allo Juventus Stadium.[21] Decisivo risulta il suo assist a Paulo Dybala nella classica contro il Milan del 21 novembre, vinta dai torinesi per 1-0.[22] Il 17 gennaio 2016 mette a segno il suo primo gol in maglia juventina, quello del definitivo 4-0 sul campo dell'Udinese.[23] Il 25 aprile vince il suo primo Scudetto (il quinto consecutivo per la Juventus) con tre giornate d'anticipo, grazie alla sconfitta del Napoli sul campo della Roma, mentre l'8 maggio arriva la sua prima espulsione in Serie A in occasione del match in casa del Verona (vittoria dei veneti per 2-1). Il 21 maggio conquista con i bianconeri anche la sua prima Coppa Italia (la seconda consecutiva per la Juventus) in finale contro il Milan (vittoria dei torinesi per 1-0 ai tempi supplementari). In questa sua prima annata in Italia si contende la maglia da titolare con il francese Evra, rivelandosi comunque come una delle maggiori sorprese della stagione bianconera.

Nella stagione seguente conquista definitivamente il posto da titolare, ripetendo le ottime prestazioni dell'anno precedente. Il 17 maggio 2017 conquista la seconda Coppa Italia con la maglia della Juventus, battendo in finale la Lazio per 2-0: suoi sono i due assist che porteranno al gol Dani Alves prima e Bonucci poi. Il 21 maggio, in occasione della vittoria casalinga per 3-0 contro il Crotone (match in cui il brasiliano firma la terza rete bianconera), conquista il suo secondo Scudetto consecutivo (il sesto per la Juventus). Il 3 giugno, invece, gioca da titolare la sua prima finale di Champions League, a Cardiff contro il Real Madrid, che vede la compagine torinese sconfitta per 4-1 dagli spagnoli.

Il 18 febbraio 2018 decide il derby di Torino, vinto 1-0 con un suo gol.[24] Al termine della stagione vince il terzo scudetto e la terza coppa Italia con i bianconeri.

Nella stagione 2018-19 vince il suo quarto titolo italiano consecutivo segnando il suo primo gol stagionale nella partita scudetto con la Fiorentina del 20 aprile 2019, vinta per 2-1.[25]

Nella stagione 2019-2020 è decisivo nella trasferta in casa del Sassuolo, il 15 luglio 2020, siglando il gol del definitivo 3-3,[26] ed undici giorni dopo conquista il suo quinto scudetto consecutivo.

Nel 2020-2021 realizza la sua prima doppietta in Serie A il 21 aprile 2021 nel successo per 3-1 contro il Parma.[27]

NazionaleModifica

Nel 2011 viene convocato nell'Under-20 brasiliana per prendere parte sia al campionato sudamericano Under-20 sia al Mondiale Under-20; la nazionale verdeoro si aggiudicherà la vittoria finale in entrambi i tornei.[28]

Il 10 novembre 2011 fa il suo esordio con la nazionale maggiore in una gara amichevole contro il Gabon, terminata con il risultato di 0 a 2 per i verdeoro.[29]

Il 6 luglio 2012 viene convocato per disputare le XXX Olimpiadi che si svolgeranno a Londra e in altre città del Regno Unito.[30][31] Debutta con la Nazionale olimpica il 1º agosto, in occasione del match giocato al St James' Park di Newcastle contro i pari età della Nuova Zelanda.[32] La nazionale brasiliana concluderà il torneo qualificandosi al secondo posto, dietro la nazionale messicana campione perdendo l'11 agosto nella finale di Wembley per 2-1.[33][34] In questa gara viene sostituito dopo 32 minuti dall'attaccante Hulk: nell'intero torneo gioca un totale di 198'.

Dopo un periodo di assenza, le buone prestazioni con la Juventus gli consentono di tornare nel giro della nazionale brasiliana, di cui torna a vestire la maglia il 13 giugno 2017 in un'amichevole vinta 4-0 contro l'Australia.

Dopo essere stato escluso dai convocati per il Mondiale 2018,[35] il 12 ottobre dello stesso anno realizza la sua prima rete in Nazionale nell'amichevole vinta 2-0 contro l'Arabia Saudita.[36] L'anno successivo partecipa alla Copa América organizzata proprio in Brasile.[37] Dopo aver giocato una sola partita nella fase a gironi (contro il Perù),[38] conquista la titolarità dai quarti di finale con i verdeoro, fino alla partita finale vinta per 3-1 dalla Seleção, contro il Perù.[39]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 26 settembre 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010   Santos A1/SP+A 1+24 1+1 CB 4 1 CS 0 0 - - - 29 3
2011 A1/SP+A 7+6 0 - - - CL 11 0 Cmc - - 24 0
Totale Santos 8+30 1+1 4 1 11 0 0 0 53 3
2011-2012   Porto PL 7 1 CP+CdL 1+3 0 UCL+UEL 0+1 0 - - - 12 1
2012-2013 PL 25 1 CP+CdL 0+5 0 UCL 6 0 SP 0 0 36 1
2013-2014 PL 26 0 CP+CdL 6+4 0 UCL+UEL 6+5 0 SP 1 0 48 0
2014-2015 PL 28 1 CP+CdL 0+1 0 UCL 11[40] 0 - - - 40 1
ago. 2015 PL 1 0 CP+CdL 0+0 0 UCL 0 0 - - - 1 0
Totale Porto 87 3 20 0 29 0 1 0 137 3
ago. 2015-2016   Juventus A 22 2 CI 5 0 UCL 5 0 SI 0 0 32 2
2016-2017 A 27 3 CI 4 0 UCL 11 0 SI 1 0 43 3
2017-2018 A 26 4 CI 2 0 UCL 10 0 SI 1 0 39 4
2018-2019 A 31 1 CI 2 0 UCL 9 0 SI 1 0 43 1
2019-2020 A 29 1 CI 5 0 UCL 6 0 SI 1 0 41 1
2020-2021 A 26 2 CI 3 0 UCL 5 0 SI 0 0 34 2
2021-2022 A 5 0 CI 0 0 UCL 1 1 SI 0 0 6 1
Totale Juventus 166 13 21 0 47 1 4 0 238 14
Totale carriera 291 18 45 1 87 1 5 0 428 20

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-11-2011 Libreville Gabon   0 – 2   Brasile Amichevole -   46’
14-11-2011 Umm al-Fahm Egitto   0 – 2   Brasile Amichevole -
26-5-2012 Amburgo Brasile   3 – 1   Danimarca Amichevole -   68’
30-5-2012 East Rutherford Stati Uniti   1 – 4   Brasile Amichevole -   89’
15-8-2012 Solna Svezia   0 – 3   Brasile Amichevole -
7-9-2012 San Paolo Brasile   1 – 0   Sudafrica Amichevole -   59’
13-6-2017 Melbourne Australia   0 – 4   Brasile Amichevole -
5-10-2017 La Paz Bolivia   0 – 0   Brasile Qual. Mondiali 2018 -
10-10-2017 San Paolo Brasile   3 – 0   Cile Qual. Mondiali 2018 -
10-11-2017 Lilla Giappone   1 – 3   Brasile Amichevole -   59’
12-9-2018 Landover Brasile   5 – 0   El Salvador Amichevole -
12-10-2018 Riad Arabia Saudita   0 – 2   Brasile Amichevole 1
20-11-2018 Milton Keynes Brasile   1 – 0   Camerun Amichevole -
26-3-2019 Praga Rep. Ceca   1 – 3   Brasile Amichevole -
6-6-2019 Brasilia Brasile   2 – 0   Qatar Amichevole -   72’
22-6-2019 San Paolo Perù   0 – 5   Brasile Coppa America 2019 - 1º turno -   57’
27-6-2019 Porto Alegre Brasile   0 – 0
(4 – 3 dtr)
  Paraguay Coppa America 2019 - Quarti di finale -   46’
2-7-2019 Belo Horizonte Brasile   2 – 0   Argentina Coppa America 2019 - Semifinale -
7-7-2019 Rio de Janeiro Brasile   3 – 1   Perù Coppa America 2019 - Finale -
7-9-2019 Miami Gardens Brasile   2 – 2   Colombia Amichevole -
10-9-2019 Los Angeles Brasile   0 – 1   Perù Amichevole -   52’
10-10-2019 Singapore Brasile   1 – 1   Senegal Amichevole -   71’   79’
15-11-2019 Riyad Brasile   0 – 1   Argentina Amichevole -   64’
3-6-2021 Porto Alegre Brasile   2 – 0   Ecuador Qual. Mondiali 2022 -
8-6-2021 Asunción Paraguay   0 – 2   Brasile Qual. Mondiali 2022 -
13-6-2021 Brasilia Brasile   3 – 0   Venezuela Coppa America 2021 - 1º turno -   46’
17-6-2021 Rio de Janeiro Brasile   4 – 0   Perù Coppa America 2021 - 1º turno 1
23-6-2021 Rio de Janeiro Brasile   2 – 1   Colombia Coppa America 2021 - 1º turno -   14’   62’
2-9-2021 Santiago del Cile Cile   0 – 1   Brasile Qual. Mondiali 2022 -
9-9-2021 Recife Brasile   2 – 0   Perù Qual. Mondiali 2022 -
Totale Presenze 30 Reti 2
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile olimpica
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
1-8-2012 Newcastle upon Tyne Brasile olimpica   3 – 0   Nuova Zelanda olimpica Olimpiadi 2012 - 1º turno -     71’, 76’
7-8-2012 Manchester Corea del Sud olimpica   0 – 3   Brasile olimpica Olimpiadi 2012 - Semifinale -
11-8-2012 Londra Brasile olimpica   1 – 2   Messico olimpica Olimpiadi 2012 - Finale -   32’
Totale Presenze 3 Reti 0

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ 38 (2) se si considera anche il Campionato Paulista.
  2. ^ Pasquale Cacciola, CN24 - Londra 2012, piccole stelle crescono: Alex Sandro, l'esterno verdeoro sulle orme di Roberto Carlos!, su calcionapoli24.it. URL consultato l'8 agosto 2012.
  3. ^ Ecco chi sono i 23 italiani fra i 500 più forti al mondo Archiviato il 23 settembre 2015 in Internet Archive.
  4. ^ Salta Siqueira, Juve su Alex Sandro - Tuttosport
  5. ^ Gazzetta - Alex Sandro: quasi fatta con il Porto - Tutto Juve
  6. ^ http://www.90min.com/it/posts/2468107-juventus-che-colpo-accordo-con-il-porto-per-alex-sandro[collegamento interrotto]
  7. ^ Massimiliano Nerozzi, Dybala e Alex Sandro: Dopo i milioni, gol e assist, su lastampa.it, La Stampa, 23 novembre 2015. URL consultato il 18 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 6 dicembre 2015).
  8. ^ Alberto Mauro, Juventus, ecco Alex Sandro: 25 milioni al Porto e 5 anni di contratto, su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 19 agosto 2015. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  9. ^ Fabiana Della Valle, Juventus, Alex Sandro corre e crossa. La freccia è pronta a scattare, su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 9 settembre 2015. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  10. ^ I nuovi stranieri della Serie A: Alex Sandro (Juventus), su spaziocalcio.it.
  11. ^ Atlético Pr vs. Avaí 1 - 3, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato l'8 agosto 2012.
  12. ^ Náutico vs. Atlético Pr 3 - 0, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato l'8 agosto 2012.
  13. ^ Coritiba vs. Atlético Pr 3 - 2, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato l'8 agosto 2012.
  14. ^ (PT) Mais novo Menino da Vila, Alex Sandro é convocado para a Seleção Sub-19, su santosfc.com.br, santosfc.com, 10 marzo 2010. URL consultato l'8 agosto 2012 (archiviato dall'url originale l'8 settembre 2012).
  15. ^ Botafogo vs. Santos 3 - 3, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato l'8 agosto 2012.
  16. ^ Santos vs. Cruzeiro 4 - 1, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato l'8 agosto 2012.
  17. ^ Alessio Calfapietra, UFFICIALE: il Porto acquista Alex Sandro, su tuttomercatoweb.com. URL consultato l'8 agosto 2012.
  18. ^ Vitória Setúbal vs. Porto 1 - 3, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato l'8 agosto 2012.
  19. ^ Nacional vs. Porto 0 - 2, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato l'8 agosto 2012.
  20. ^ Alex Sandro è bianconero, su juventus.com, 20 agosto 2015.
  21. ^ Fabiana Della Valle, Juventus-Chievo 1-1: Dybala risponde a Hetemaj, per Allegri un punto e fischi, su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 12 settembre 2015. URL consultato il 30 novembre 2015.
  22. ^ Davide Palliggiano, Serie A, Juventus-Milan 1-0: Dybala firma il sorpasso, su corrieredellosport.it, Il Corriere dello Sport, 21 novembre 2015. URL consultato il 30 dicembre 2015.
  23. ^ Stefano Ronchi, Serie A, Udinese-Juve 0-4: per Allegri decima vittoria di fila, su sportmediaset.mediaset.it, Sport Mediaset, 17 gennaio 2016. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  24. ^ Filippo Conticello, Torino-Juventus 0-1: gol di Alex Sandro, che assist di Bernardeschi. Higuain k.o., su La Gazzetta dello Sport, 18 febbraio 2018. URL consultato il 18 febbraio 2018.
  25. ^ Alex Sandro, gol-scudetto con vista sul mercato: c'è già il prezzo, su Calciomercato.com | Tutte le news sul calcio in tempo reale. URL consultato il 24 aprile 2019.
  26. ^ Sassuolo-Juventus 3-3: gol e highlights. Alex Sandro salva i bianconeri, su sport.sky.it. URL consultato il 25 settembre 2020.
  27. ^ Serie A, Juve-Parma 3-1: doppietta di Alex Sandro e gol di De Ligt, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 22 aprile 2021.
  28. ^ (EN) FIFA U-20 World Cup Colombia 2011, su fifa.com. URL consultato il 13 agosto 2012.
  29. ^ Gabon vs. Brazil 0 - 2, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato il 13 agosto 2012.
  30. ^ Olimpiadi di calcio 2012: le convocazioni della nazionale brasiliana, su super-calcio.it. URL consultato il 12 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 5 dicembre 2013).
  31. ^ Olimpiadi, Brasile: i convocati di Menezes, su golmania.it. URL consultato il 12-07-12 (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2016).
  32. ^ Brazil U23 vs. New Zealand U23 3 - 0, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato il 13 agosto 2012.
  33. ^ (EN) Peralta nets match-winning brace for Mexico, su london2012.com. URL consultato il 13 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2012).
  34. ^ Messico oro, battuto 2-1 il Brasile in finale, su tuttosport.com. URL consultato il 13-08-12 (archiviato dall'url originale il 13 agosto 2012).
  35. ^ Brasile, i 23 per il Mondiale. Alex Sandro è fuori, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  36. ^ (EN) Juventus FC on Twitter, su @juventusfcen. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  37. ^ (EN) Brazil Announce 2019 Copa America Squad, su beinsports.com. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  38. ^ (EN) Alex Sandro subs in as Brazil demolish Peru, su juventus.com. URL consultato il 5 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2019).
  39. ^ (ES) Brasil, campeón de Copa América 2019 ante Perú, su as.com, 8 luglio 2019. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  40. ^ 2 presenze nei play-off.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica