Alfredo Sabbadin

ciclista su strada italiano
Alfredo Sabbadin
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1965
Carriera
Squadre di club
1957 San Pellegrino
1958 Asborno-Fréjus
1959 Atala-Pirelli
Mondia
1960-1961 Philco
1962 Gazzola
1963 Lygie
1964 Gazzola
1965 Vittadello
Nazionale
1957-1960 Italia Italia
 

Alfredo Sabbadin (Caltana di Santa Maria di Sala, 20 gennaio 1936Noale, 26 marzo 2016[1]) è stato un ciclista su strada italiano Professionista dal 1957 al 1965, vinse un Giro del Piemonte e tre tappe al Giro d'Italia.

CarrieraModifica

Sabbadin ottenne diverse vittorie in classiche del ciclismo italiano quali la Coppa Sabatini ed il Giro del Piemonte e vinse anche diverse tappe al Giro d'Italia.

Si ritirò dal mondo del pedale nel 1965, dopo aver concluso una serie di annate incolori, senza risultati o piazzamenti di una qualche importanza.

Nel 1957, suo anno di esordio, vinse il Giro del Ticino, il Giro della Toscana ed una tappa al Giro d'Italia, ma soprattutto fu diretto rivale di Ercole Baldini nella conquista della maglia tricolore, che Sabbadin non vinse mai, ma che conquistò il fratello minore Arturo, nel 1961.

PalmarèsModifica

Gran Premio Industria & Commercio di San Vendemiano
Astico-Brenta
Coppa Caldirola
  • 1957 (San Pellegrino, tre vittorie)
Giro di Toscana
Giro del Ticino
16ª tappa Giro d'Italia (Sion > Campo dei Fiori)
  • 1958 (Asborno, tre vittorie)
Giro di Campania
5ª tappa Giro d'Italia (Torino > Mondovì)
3ª tappa, 1ª semitappa Gran Premio Ciclomotoristico (Bari > Brindisi)
  • 1959 (Atala, una vittoria)
20ª tappa Giro d'Italia (Torino > Saint-Vincent)
  • 1960 (Philco, due vittorie)
Giro del Piemonte
Gran Premio Industria e Commercio di Prato
  • 1962 (Gazzola, una vittoria)
Coppa Sabatini

Altri successiModifica

1958 CIRCUITO DI MAGGIORA (NO)

Trofeo Longines (cronosquadre con Emile Daems, Rolf Graf, Guido Carlesi)

PiazzamentiModifica

Grandi giriModifica

1957: 18º
1958: ritirato (11ª tappa)
1959: 15º
1960: ritirato
1961: 25º
1952: ritirato
1965: 25º
1960: 41º

Classiche monumentoModifica

1958: 10º
1960: 103º
1961: 72º
1962: 49º
1960: 29º
1959: 21º

Competizioni mondialiModifica

Waregem 1957 - In linea: ritirato
Reims 1958 - In linea: ritirato

NoteModifica

  1. ^ Lutto tra i ciclisti: addio ad Alfredo Sabbadin, La Nuova di Venezia e Mestre, 27 marzo 2016. URL consultato il 26 agosto 2016.

Collegamenti esterniModifica