Alice di Borbone-Parma (1917-2017)

Duchessa di Calabria
Alice di Borbone-Parma
Duchessa consorte di Calabria
Stemma
Nome completo Alicia Maria Teresa Francesca Luisa Pia Anna Valeria
Altri titoli Contessa consorte di Caserta
Nascita Vienna, Austria-Ungheria, 13 novembre 1917
Morte Madrid, Spagna, 28 marzo 2017 (99 anni)
Luogo di sepoltura Pantheon Reale di Glashütten, Mönichkirchen[1]
Padre Elia, duca di Parma
Madre arciduchessa Maria Anna d'Austria
Consorte infante Alfonso, duca di Calabria
Figli principessa Teresa
Infante Carlo, duca di Calabria
principessa Inés

Alice di Borbone-Parma, il cui nome completo è Alice Maria Teresa Francesca Luisa Pia Anna Valeria[2] (Vienna, 13 novembre 1917[3]Madrid, 28 marzo 2017[3]), era una delle figlie di Elia di Borbone-Parma, duca titolare di Parma e Piacenza, e di sua moglie, l'arciduchessa Maria Anna d'Austria. Alice fu duchessa di Calabria per il matrimonio con l'infante Alfonso (1901-1964). Dal 1936 essa fu infanta di Spagna[4]. Dal suo matrimonio con il principe Alfonso di Borbone-Due Sicilie, la principessa divenne l'infanta Alice, duchessa di Calabria, e si fece naturalizzare spagnola (doña Alicia de Borbón-Parma y Habsburgo-Lorena). Alice era la madre del duca di Calabria (1938-2015), capo della casa reale dei Borbone-Due Sicilie e membro della famiglia reale spagnola.

BiografiaModifica

FamigliaModifica

La principessa Alice era la settima figlia del principe Elia di Borbone-Parma (1880-1959), pretendente ai troni di Parma e di Piacenza, e di sua moglie, l'arciduchessa Maria Anna d'Austria (1882-1940), principessa di Teschen.[5] Il principe Elia era il figlio di Roberto I, ultimo duca regnante di Parma, e della sua prima moglie Maria Pia di Borbone-Due Sicilie;[6] il 7 gennaio 1950, il principe divenne, in seguito ai decessi dei suoi fratelli maggiori, il capo della casata ducale di Borbone-Parma.[7]

Dal lato materno, Alice discendeva dagli Asburgo di Teschen, un ramo che fa capo a un figlio dell'imperatore Leopoldo II, l'arciduca Carlo Luigi d'Austria, primo sovrano del ducato omonimo.[8] In effetti, l'arciduchessa Maria Anna era la figlia dell'ultimo duca di Teschen, l'arciduca Federico, e di sua moglie, la principessa Isabella de Croÿ,[9] ciò che fece inoltre di lei una cugina tedesca della regina Maria Cristina di Spagna, principessa di Teschen.

Posizioni dinasticheModifica

 
Giacomo II e VII, re d'Inghilterra e di Scozia, all'origine del giacobinismo, dal quale Alice discendeva

Maggiore dei discendenti di Edoardo il Confessore, re d'Inghilterra e del re Davide I di Scozia,[10] l'infanta Alice poteva rivendicare l'eredità giacobita attraverso la sua trisavola, la principessa Maria Teresa di Savoia, quinta figlia del re Vittorio Emanuele I di Sardegna, il legittimo erede giacobita. In effetti, se si considera l'illegittimità alla luce del diritto canonico (proibizione del matrimonio al III grado di parentela), la discendenza nata dal matrimonio tra la principessa Maria Beatrice di Savoia (sorella maggiore di Maria Teresa) e il cugino tedesco, il duca Francesco IV di Modena, Alice, in qualità di maggiore degli eredi della principessa Maria Teresa, potrebbe pretendere i troni d'Inghilterra, di Scozia e di Francia secondo la tradizione giacobita.[11][12] Tuttavia avendo la Chiesa cattolica riconosciuto valida quest'unione, il riconoscimento delle sue pretese da parte dei partigiani giacobiti resta minoritaria.[12]

A fine febbraio 1994, alla morte della sorella maggiore, la principessa Maria Francesca (1906-1994), l'infanta Alice divenne "legataria fittizia" del trono di Navarra,[13] come erede dei re di Navarra,[10] se si tiene conto della tradizionale legge di successione navarrese di primogenitura di preferenza maschile. Nello stesso momento, alcuni guardarono alla principessa Alice come l'erede storica di coprincipati laici di Andorra, avendo regnato lo stesso principio di successione in questo principato fino alla fine del XIX secolo. I diritti che lei avrebbe vantato su queste corone le venivano dalla sorella unica del conte di Chambord, la principessa Luisa D'Artois, nonna paterna del padre di Alice.

 
Il principe Elia e la principessa Maria Anna

Inoltre, essendo discendente di Luigi XIV e dell'infanta Maria Teresa di Spagna, sempre secondo il principio di primogenitura di preferenza maschile, la principessa Alice di Borbone-Parma era la maggiore dei rappresentanti genealogici dei re di Castiglia, d'Aragona, di Napoli e di Sicilia attraverso le antiche leggi di successione di questi regni.

InfanziaModifica

All'età di 5 anni la principessa Alice cominciò ad accompagnare suo padre Elia a caccia nei domini familiari in Austria, ricevendo, all'età di 12 anni, il suo primo trofeo di caccia, la Glasshütte. In Spagna, il paese d'origine di suo marito, è stata una delle rare persone ad avere cacciato tutta la fauna, compresi gli orsi e le linci. Ugualmente amante dei cani, l'infanta Alice contribuì all'introduzione in Spagna del teckel e del pastore tedesco.[14]

Ruolo in SpagnaModifica

 
L'infante Alfonso nel 1912

Zia per matrimonio del re Juan Carlos I, l'infanta Alice partecipò a qualche attività ufficiale come membro della famiglia del re (la famiglia reale allargata), soprattutto messe commemorative.[15] Mentre l'articolo 57 della Costituzione esclude dalla successione al trono tutte le persone che non discendono da Juan Carlos,[16] alcuni considerano che suo figlio, il duca di Calabria, possa entrare nell'ordine di successione,[17] per via dei matrimoni infra-dinastici. Al funerale dell'Infanta Alice, con onori di Stato e svoltisi nella cappella del Palazzo Reale di Madrid il giorno 11 maggio 2017, hanno presenziato, tra tanti, il re di Spagna Filippo VI e la regina consorte Letizia, i reali emeriti di Spagna Juan Carlos I e Sofia, il nipote Pietro di Borbone delle Due Sicilie, duca di Calabria e conte di Caserta, e nutrite rappresentanze dei Grandi di Spagna e dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio[18].

Matrimonio e discendenzaModifica

Il 16 luglio 1936, a Vienna, Alice sposò l'infante Alfonso Maria di Borbone-Due Sicilie, duca di Calabria (30 novembre 1901 – 3 febbraio 1964), figlio maggiore del principe Carlo Tancredi di Borbone-Due Sicilie e della moglie, Maria de las Mercedes, principessa delle Asturie.[2] Alice ed Alfonso hanno avuto tre figli:[2]

  • Teresa María (n. 6 febbraio 1937); ha sposato don Íñigo Moreno y de Arteaga, I marchese di Laserna, il 16 aprile 1961 a Madrid. Hanno avuto sette figli:
    • Rodrigo Moreno y de Borbón (n. 1º febbraio 1962)
    • Alicia Moreno y de Borbón (n. 6 giugno 1964)
    • Alfonso Moreno y de Borbón (n. 19 ottobre 1965)
    • Beatriz Moreno y de Borbón (n. 10 maggio 1967)
    • Fernando Moreno y de Borbón (8 luglio 1969 - 12 maggio 2011)
    • Clara Moreno y de Borbón (n. 14 giugno 1971)
    • Delia Moreno y de Borbón (n. 30 agosto 1972)
  • Infante Carlo, duca di Calabria (16 gennaio 1938 - 5 ottobre 2015); il 12 maggio 1965, a Dreux, sposò la principessa Anna d'Orléans dalla quale ebbe:
  • Inés María (n. 18 febbraio 1940); ha sposato don Luis Morales y Aguado il 21 gennaio 1965 a Madrid; dal matrimonio sono nati:
    • Isabel Morales y de Borbón (n. 10 aprile 1966)
    • Eugenia Morales y de Borbón (n. 14 dicembre 1967)
    • Sonia Morales y de Borbón (n. 9 dicembre 1969)
    • Manuel Morales y de Borbón (n. 16 dicembre 1971)
    • Mencía Morales y de Borbón (n. 25 novembre 1976)

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Carlo III di Parma Carlo II di Parma  
 
Maria Teresa di Savoia  
Roberto I di Parma  
Luisa Maria di Borbone-Francia Carlo di Borbone-Francia  
 
Carolina di Borbone-Due Sicilie  
Elia di Borbone-Parma  
Ferdinando II delle Due Sicilie Francesco I delle Due Sicilie  
 
Maria Isabella di Borbone-Spagna  
Maria Pia di Borbone-Due Sicilie  
Maria Teresa d'Asburgo-Teschen Carlo d'Asburgo-Teschen  
 
Enrichetta di Nassau-Weilburg  
Alice di Borbone-Parma  
Carlo Ferdinando d'Asburgo-Teschen Carlo d'Asburgo-Teschen  
 
Enrichetta di Nassau-Weilburg  
Federico d'Asburgo-Teschen  
Elisabetta Francesca d'Asburgo-Lorena Giuseppe Antonio Giovanni d'Asburgo-Lorena  
 
Maria Dorotea di Württemberg  
Maria Anna d'Austria  
Rodolfo, XI Duca di Croÿ Alfredo, X Duca di Croÿ  
 
Eleonora Guglielmina Luisa di Salm-Salm  
Isabella di Croÿ  
Natalie di Ligne Eugenio, VIII Principe di Ligne  
 
Augusta Charlotte Nathalie de Trazegnies  
 

OnorificenzeModifica

  Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa
— [19]
  Dama di Gran Croce dell'Ordine costantiniano di San Giorgio
— 1960[20]

NoteModifica

  1. ^ Casa Real de Navarra, su casarealnavarra.com. URL consultato il 31 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 1º aprile 2017).
  2. ^ a b c Darryl Lundy, Alice Maria di Borbone, Principessa di Parma, 10 maggio 2003, su thePeerage.com; consultato il 13 novembre 2009.
  3. ^ a b È morta Alicia Borbone-Parma, la nipote dell'ultimo duca di Parma, Gazzetta di Parma, 29 marzo 2017. URL consultato il 19 maggio 2017 (archiviato dall'url originale il 2 giugno 2017).
  4. ^ Real Casa di Borbone delle Due Sicilie, su borbone-due-sicilie.org, 5 luglio 2008. URL consultato il 13 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 5 luglio 2008).
  5. ^ Badts de Cugnac et Coutant de Saisseval 2002, p. 585.
  6. ^ Badts de Cugnac et Coutant de Saisseval 2002, p. 578.
  7. ^ Badts de Cugnac et Coutant de Saisseval 2002, p. 579.
  8. ^ Badts de Cugnac et Coutant de Saisseval 2002, p. 254.
  9. ^ Badts de Cugnac et Coutant de Saisseval 2002, pp. 255-256.
  10. ^ a b (EN) Genealogy of the House of Bourbon-Two Sicilies, in Real Casa di Borbone delle Due Sicilie.
  11. ^ (FR) Sixte-Henri de Bourbon-Parme, Une double monarchie sauverait la Belgique, Parigi, Godefroy de Bouillon, 2011, p. 101, ISBN 2841912531.
  12. ^ a b (EN) The Infanta Alicia of Spain, in The Jacobite Heritage.
  13. ^ (FR) Cercle d'études des dynasties royales européennes, Le royaume d'Espagne, Les manuscrits du CEDRE, vol. IV, n. 18, CEDRE, p. 132-133.
  14. ^ (ES) S.A.R. la Infanta Dª Alicia celebra su 95 cumpleaños, in El Coto de Caza.
  15. ^ (ES) Misa conmemorativa del centenario del nascimiento de Su Alteza Real Don Juan de Borbón, Conde de Barcelona, in Casa de Su Majestad El Rey.
  16. ^ (ES) El Orden de Sucesión, in Casa de Su Majestad El Rey.
  17. ^ (ES) La Constitución continúa discrimando en la línea sucesoria.
  18. ^ Copia archiviata, su larazon.es. URL consultato il 15 maggio 2017 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2017).
  19. ^ Geneall.
  20. ^ Membership of the Constantinian Order Archiviato il 18 luglio 2011 in Internet Archive. su www.costantinianorder.org; consultato il 16 novembre 2009.

BibliografiaModifica

  • Chantal de Badts de Cugnac e Guy Coutant de Saisseval, Le Petit Gotha, Paris, Éditions Le Petit Gotha, 2002 [1993], ISBN 2-9507974-3-1.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica