Alice di Namur

Alice di Namur (1112 o 1115 – Valenciennes, luglio 1169) è stata una nobile francese, divenuta contessa di Hainaut grazie al suo matrimonio con Baldovino IV, intorno al 1130[1].

Alice di Namur
Mariage de Baudouin IV de Hainaut et d'Alix de Namur.png
Matrimonio di Baldovino IV di Hainaut e Alice di Namur, tratto dalle "Chroniques de Hainaut" di Jacques de Guyse
Contessa consorte di Hainaut
Nascita1112 o 1115
MorteValenciennes, luglio 1169
PadreGoffredo I di Namur
MadreErmesinde di Lussemburgo, contessa di Namur

Gisleberto di Mons la descrisse come avente "un corpo grazioso e un bel viso".[1]

Suo figlio divenne erede di Namur quando suo fratello Enrico IV di Lussemburgo morì senza figli nel 1196. I suoi genitori erano Goffredo I di Namur ed Ermesinde di Lussemburgo.[2]

DiscendenzaModifica

Dalla sua unione con Baldovino IV di Hainaut sono nati:

  • Yolanda (1131/5 - dopo il 1202), sposata in primo matrimonio con Yves III, signore di Néelle e Falvy, conte di Soissons, morto senza figli nel 1157, poi in secondo matrimonio con Hugues IV, conte di Saint-Pol,[1]
  • Baldovino (1134 – 1147/50), morto giovane, è sepolto a Binche,
  • Agnese (1140/45 - 1174 o dopo), detta "la zoppa", sposò Raoul conte di Coucy[1]
  • Goffredo, conte di Ostrevent (1147-1159), morto a Mons a 16 anni il 6 aprile 1159 (o 1161) senza posteri, sposato a 15 anni con Eleonora di Vermandois[1]
  • Lauretta (morta nel 1181), moglie di Thierry di Alost (Dirk van Aalst) e di Bouchard IV di Montmorency[1]
  • Lauretta (morta nel 1181), che con il suo secondo matrimonio fece molte opere di bene all'abbazia di Le Val, all'ordine di Citeaux, nella diocesi di Parigi, dove fu sepolta dopo la sua morte il 9 agosto 1181; sposata con Thierry de Gand, ultimo signore di Aalst e Waes, con il quale viveva ancora nel 1160 e che morì senza figli nel 1165; poi in un secondo matrimonio poco dopo il 1171 con Bouchard V, signore di Montmorency.
  • Baldovino V, conte di Hainaut (1150-1195), poi conte di Fiandra per matrimonio con Margherita I di Fiandra[1]
  • Enrico (morto dopo il 1207), signore di Sebourg, Angre e Le Fay. Riposa a Sebourg dove, sulla sua lapide, è scritto "zio di Baldovino, imperatore di Costantinopoli", sposato con Jeanne de Cysoing,[1]
  • Guglielmo di Hainaut, signore di Château-Thierry nella contea di Namur, si sposò in primo matrimonio con Mahaud de Lalaing, e in secondo matrimonio con Avoye de Saint-Sauve,

Fu sepolta nella Collegiata di Santa Valdetrude.[3]

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Alberto II di Namur Alberto I di Namur  
 
Ermengarda della Bassa Lorena  
Alberto III di Namur  
Regelinda della Bassa Lorena Gothelo I di Lorena  
 
 
Goffredo I di Namur  
Bernardo II di Sassonia Bernardo I di Sassonia  
 
Ildegarda  
Ida di Sassonia  
Eilika di Schweinfurt Enrico di Schweinfurt  
 
Gerberga di Gleiberg  
Alice di Namur  
Giselberto di Lussemburgo Filippo di Lussemburgo  
 
 
Corrado I di Lussemburgo  
 
 
 
Ermesinde di Lussemburgo, contessa di Namur  
Guglielmo VII d'Aquitania Guglielmo V di Aquitania  
 
Agnese di Borgogna  
Clemenza d'Aquitania  
Ermesinda  
 
 
 

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i Gisleberto di Mons, Chronicon Hanoniae.
  2. ^ Alberico delle Tre Fontane, Chronica s.a..
  3. ^ F. Rousseau, 12, in Henri l’Aveugle, Comte de Namur et de Luxembourg (1136-1196), Liegi, 2013.

Altri progettiModifica