Apri il menu principale

All the Lost Souls

album di James Blunt del 2007
All The Lost Souls
ArtistaJames Blunt
Tipo albumStudio
Pubblicazione17 settembre 2007(Europa)
18 settembre 2007 (Stati Uniti)
Durata38:39
Dischi1
Tracce10
GenerePop rock
EtichettaWEA International
Custard Records
Atlantic Records
ProduttoreTom Rothrock
Registrazione2005-2007
FormatiCD, digitale
Certificazioni
Dischi d'oroGermania Germania (5)[1]
(vendite: 500 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[2]
(Vendite: 500.000)
Dischi di platinoArgentina Argentina[3]
(Vendite: 40.000)
Australia Australia[4]
(Vendite: 70.000)
Austria Austria[5]
(Vendite: 20.000)
Belgio Belgio[6]
(Vendite: 40.000)

Canada Canada (2)[7]
(Vendite: 200.000)
Danimarca Danimarca[8]
(Vendite: 30.000)
Europa Europa (2)[9](Vendite: 2.000.000)
Irlanda Irlanda[10]
(Vendite: 45.000)

Italia Italia[11][12]
(Vendite: 70.000)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[13]
(Vendite: 15.000)
Regno Unito Regno Unito (2)[14]
(Vendite: 600.000)
Dischi di diamanteFrancia Francia[15]
(Vendite: 500.000)
James Blunt - cronologia
Album successivo
(2010)
Singoli
  1. 1973
    Pubblicato: 23 luglio 2007
  2. Same Mistake
    Pubblicato: 3 dicembre 2007
  3. Carry You Home
    Pubblicato: 17 marzo 2008
  4. Je réalise
    Pubblicato: 28 febbraio 2008
  5. I Really Want You
    Pubblicato: 29 marzo 2008
  6. Love, Love, Love
    Pubblicato: 17 novembre 2008
  7. Primavera in anticipo (It Is My Song)
    Pubblicato: 2 gennaio 2009

All the Lost Souls è il secondo album in studio del cantautore britannico James Blunt, pubblicato in Europa il 17 settembre 2007 e il giorno successivo negli Stati Uniti.

DescrizioneModifica

Il primo singolo estratto è 1973, seguito da Same Mistake. L'album è stato prodotto e mixato da Tom Rothrock, lo stesso produttore del primo album di Blunt, Back to Bedlam.

Molte delle canzoni dell'album erano state eseguite durante il tour di Blunt del 2006, comprese 1973, I Really Want You, Annie e I Can't Hear The Music. I musicisti che l'avevano seguito nel tour, ovvero Paul Beard (tastiere e voce secondaria), Ben Castle (chitarra e voce secondaria), Malcolm Moore (basso elettrico, cori) e Karl Brazil (batteria e percussioni), hanno lavorato anche alla realizzazione del disco.

Victoria Newton del Sun ha definito la copertina del disco "la migliore da anni". Tale copertina consiste in centinaia di foto di Blunt (dall'infanzia ad oggi) che formano un mosaico fotografico del suo volto.

Il 24 novembre 2008 è stato pubblicato All The Lost Souls: Deluxe Edition: edizione limitata del disco contenente un esclusivo DVD insieme al CD dell'album All The Lost Souls (la traccia I Really Want You è riproposta in versione radio) esteso con le tracce inedite Primavera in anticipo (It Is My Song) (con Laura Pausini), Love, Love, Love e altre cover live.

TracceModifica

  1. 1973 – 4:40 (James Blunt, Mark Batson)
  2. One of the Brightest Stars – 3:12 (James Blunt, Steve McEwan)
  3. I'll Take Everything – 3:05 (James Blunt, Eg White)
  4. Same Mistake – 4:59 (James Blunt)
  5. Carry You Home – 3:57 (James Blunt, Max Martin)
  6. Give Me Some Love – 3:37 (James Blunt)
  7. I Really Want You – 3:30 (James Blunt)
  8. Shine On – 4:27 (James Blunt)
  9. Annie – 3:29 (James Blunt, Jimmy Hogart)
  10. I Can't Hear the Music – 3:45 (James Blunt)

Deluxe EditionModifica

CD
  1. Love, Love, Love – 3:58 (James Blunt, Eg White)
  2. Cuz I Love You (Live in Glastonbury 2008) – 3:25 (Naville Holder, James Lea)
  3. Young Folks (Jo Whiley Live Lounge) – 2:58 (Moren, Yttling)
  4. Breakfast In America (Live) – 4:03 (Richard Davies, Roy Hodgson)
  5. Primavera in anticipo (It Is My Song) (feat. Laura Pausini) – 3:28 (Daniel Vuletic, James Blunt, Cheope, Laura Pausini)
DVD
  1. Same Mistake (Live from Abbey Road)
  2. I'll Take Everything (Live from Abbey Road)
  3. 1973 (Live from Abbey Road)
  4. You're Beautiful (Live in Paris)
  5. Goodbye My Lover (Live in Paris)
  6. Carry You Home (Live at The Max Session, Sydney Opera House)
  7. Wisemen (Live in Ibiza)
  8. One of the Brightest Stars (Live in Ibiza)
  9. 1973 (Official Video)
  10. Same Mistake (Official Video)
  11. Carry You Home (Official Video)
  12. I Really Want You (Official Video)
  13. Je réalise (Official Video) (feat. Sinik)
  14. Return to Kosovo: a Documentary
  15. James Blunt (An Exclusive Profile by T5M.com
  16. Making of 1973
  17. Making of Same Mistake
  18. Making of Carry You Home
  19. Making of I Really Want You

FormazioneModifica

  • James Blunt – voce, organo Hammond, vibrafono, pianoforte, Fender Rhodes, chitarra elettrica, chitarra acustica, chitarra 12 corde
  • Malcolm Moore – chitarra acustica, cori, basso
  • Paul Beard, pianoforte, cori, Fender Rhodes, organo Hammond
  • Ben Castle – chitarra elettrica, cori, chitarra 12 corde
  • Karl Brazil – batteria, cori

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ (DE) Gold-/Platin-Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 20 marzo 2019.
  2. ^ (EN) Gold & Platinum Searchable Database, RIAA. URL consultato il 7 novembre 2010.
  3. ^ (ES) Discos de Oro y Platino, CAPIF. URL consultato il 6 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 31 maggio 2011).
  4. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2007 Albums, ARIA. URL consultato il 6 novembre 2010.
  5. ^ Gold & Platin, IFPI. URL consultato il 6 novembre 2010.
  6. ^ (FR) LES DISQUES D'OR/DE PLATINE 2007, www.ultratop.be. URL consultato il 7 novembre 2010.
  7. ^ (EN) Gold & Platinum Certifications - January 2008, CRIA. URL consultato il 6 novembre 2010.
  8. ^ Guld og platin 2008, IFPI. URL consultato il 6 novembre 2010.
  9. ^ (EN) IFPI Platinum Europe Awards - 2008, IFPI. URL consultato il 7 novembre 2010.
  10. ^ (EN) 2007 Certification Awards - Multiple Platinum, www.irishcharts.ie. URL consultato il 7 novembre 2010.
  11. ^ Lucia Salinas, James Blunt il 24 ottobre ospite da Simona Ventura a Quelli che il Calcio, www.musicalnews.com, 23 ottobre 2010. URL consultato il 6 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  12. ^ James Blunt - "Stay the Night" il nuovo singolo, Warner Music, 5 novembre 2010. URL consultato il 5 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2010).
  13. ^ (EN) Top 40 Albums - Monday 26 May 2008[collegamento interrotto], RIANZ. URL consultato il 7 novembre 2010.
  14. ^ (EN) Certified Awards Search, British Phonographic Industry. URL consultato il 9 luglio 2011.
  15. ^ (FR) Certifications Albums Diamant - année 2010, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 9 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 4 luglio 2012).
  16. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q (NL) James Blunt - All the Lost Souls, Ultratop. URL consultato l'11 marzo 2016.
  17. ^ (EN) James Blunt - Chart history (Canadian Albums), Billboard. URL consultato l'11 marzo 2016.
  18. ^ (EN) Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Eurochart, Billboard, 6 ottobre 2007, p. 63. URL consultato l'11 marzo 2016.
  19. ^ (EN) TOP 75 ARTIST ALBUM, WEEK ENDING 20 September 2007, Chart-Track. URL consultato l'11 marzo 2016.
  20. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 23 September 2007 - 29 September 2007, Official Charts Company. URL consultato l'11 marzo 2016.
  21. ^ (EN) James Blunt - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato l'11 marzo 2016.

Collegamenti esterniModifica