Apri il menu principale
Alliance of American Football
Altri nomiAAF
SportAmerican football pictogram.svg Football americano
Tipofranchise
PaeseStati Uniti Stati Uniti
Cadenzaannuale
Aperturafebbraio
Chiusuraaprile
Partecipanti8 squadre
FormulaStagione regolare + Play-off + Finale di campionato
Sito Internetaaf.com
Storia
Fondazione2018
Soppressione2019
Numero edizioni1
Edizione in corsoAlliance of American Football 2019

La Alliance of American Football, identificata anche dall'acronimo AAF, è stata una lega professionistica nordamericana di football americano fondata dal regista Charlie Ebersol e dall'ex dirigente di numerose franchigie della NFL Bill Polian. Per la stagione inaugurale era composta da 8 squadre con proprietà e gestione centralizzate, tutte collocate negli Stati Uniti meridionali e occidentali, e tutte tranne Birmingham in aree metropolitane in cui esiste già una franchigia appartenente a una delle maggiori leghe sportive professionistiche nordamericane.

La AAF prese il via il 9 febbraio 2019, sei giorni dopo la finale della National Football League (NFL), il Super Bowl LIII. Il 2 aprile 2019, l'azionista di maggioranza Thomas Dundon sospese tutte le operazioni della lega.[1][2] Il 17 aprile 2019, la lega dichiarò bancarotta.[3]

StoriaModifica

Il 20 marzo 2018, il regista Charlie Ebersol annunciò la creazione della AAF. La lega è supervisionata dall'ex dirigente di numerose franchigie della NFL Bill Polian, dall'ex safety dei Pittsburgh Steelers Troy Polamalu e dall'ex giocatore e dirigente John McKay Tra i consiglieri vi sono anche l'ex wide receiver degli Steelers Hines Ward, l'ex defensive end dei New York Giants e degli Oakland Raiders Justin Tuck e Dick Ebersol, padre del fondatore Charlie e ex dirigente della NBC Sports (e co-fondatore della XFL originale).[4]

Per assicurare un livello professionistico sin dalla prima stagione, la AAF ingaggiò allenatori con precedenti esperienze con squadre di football professionistico. Il 7 aprile 2018, la prima squdra, gli Orlando Apollos, annunciarono l'ingaggio di Steve Spurrier come capo-allenatore.[5][6] Per il mese di giugno la lega annunciò tutte e otto le squadre per la stagione inaugurale. Draft regionali saranno tenuti per "proteggere" i giocatori idonei dei college locali. Il 30 giugno 2018, la AAF annunciò di aver firmato con più di 100 giocatori,[7] che diventarono 200 nel mese di agosto.[8] I giocatori svincolati dalle franchigie di NFL ebbero l'opportunità di giocare nella AAF firmando un contratto del valore di 250.000 dollari, con incentivi riguardanti prestazioni e interazione coi tifosi.[9]

Nel mese di luglio 2018, la AAF annunciò che Starter, tramite G-III Sports, sarebbe stato lo sponsor tecnico della lega.[10] Il 20 settembre 2018 furono annunciati i nomi e i loghi delle quattro squadre della Eastern Conference,[11] mentre quelli delle quattro squadre della Western Conference furono svelati cinque giorni dopo.[12] Il 16 ottobre 2018 furono svelati i calendari della stagione regolare di tutte le squadre (senza indicare l'ora di inizio degli incontri), che comprendono due partite di sabato e due di domenica.[13]

Il 27 novembre 2018 fu tenuto il "Proteggi o scegli" draft dei quarterback al Luxor Hotel a Las Vegas.

L'inizio della stagione inaugurale è avvenuto il 9 febbraio 2019.[14]

Dopo meno di due mesi dall'inizio della stagione, il 2 aprile 2019, la AAF ha annunciato la sospensione di ogni attività con effetto immediato.[15]

Squadre partecipantiModifica

RegoleModifica

Il fondatore della lega, Charlie Ebersol, decise di non modificare radicalmente le regole del gioco per renderlo più riconoscibile al pubblico.

  • Le squadre avranno 52 giocatori nel proprio roster, dei quali alcuni selezionati tramite dei draft territoriali.[17] Nel territorio assegnato ad ogni squadra sono presenti almeno cinque college più squadre professionistiche prestabilite; una squadra della Canadian Football League e quattro della National Football League se nella regione vi sono college affiliati alla Big Ten Conference e alla Big 12 Conference. Solamente un quarterback può essere scelto all'interno della propria regione assegnata.[18] Nel novembre del 2018 fu tenuto un draft "Proteggi o scegli" riservato ai quarterback, nel quale le squadre potevano decidere se scegliere un quarteback dalla loro regione o sceglierne uno non selezionato da un'altra squadra.[19]
  • Durante le partite non ci saranno timeout televisivi e ci sarà il 60% in meno di pubblicità a tutto schermo, con la lega che punta a portare la durata media reale di un incontro a 150 minuti, 30 minuti in meno rispetto alla NFL.[20] Inoltre la AAF aumenterà i prezzi degli spazi pubblicitari rimanenti che potranno essere utilizzati per pubblicità indiretta senza che venga interrotta la telecronaca.
  • Le squadre, dopo aver segnato un touchdown, dovranno tentare una trasformazione da due punti; non sono ammessi extra point.
  • Non sono previsti kickoff; il possesso di palla per una squadra all'inizio della partita, dopo una segnatura o all'inizio dei tempi supplementari inizierà dalla linea delle proprie 25 yard. Al posto dell'onside kick, la squadra che desidera mantenere il possesso della palla dopo una segnatura dovrà tentare di guadagnare almeno 12 yard partendo dalla linea delle proprie 28.[21]
  • Il play clock dura 35 secondi, cinque secondi in meno rispetto alla NFL.
  • L'allenatore di ogni squadra potrà chiedere due challenge per partita; essendo automatici, non sono ammessi negli ultimi due minuti di ogni metà gara e nei tempi supplementari.
  • I protocolli per la prevenzione contro gli infortuni di carattere cerebrale saranno gestiti da soggetti esterni.
  • Nel caso il risultato alla fine dei tempi regolamentari sia in pareggio, sarà giocato un unico periodo di tempi supplementari. Ogni squadra partirà dalla linea delle 10 yard in territorio avversario e avrà un solo possesso (quattro down) per segnare. Nel caso il risultato rimanga in pari anche dopo i possessi di entrambe le squadre, la partita si concluderà in pareggio.
  • Ai play-off parteciperanno le due migliori squadre di ogni conference.

Attività commercialeModifica

La lega opererà come una singola entità, mantenendo il possesso e la gestione di tutte le squadre. Tra gli investitori della AAF vi sono il Founders Found di Peter Thiel, il gruppo di Peter Chernin (che detiene la proprietà di Barstool Sports), Jared Allen, Slow Ventures, Adrian Fenty, Charles King's M Ventures e Keith Rabois.

MGM Resorts International investì nella piattaforma tecnologica della AAF, e firmò con la lega un contratto triennale per divenire sponsor di scommesse ufficiale e partner esclusivo per il gioco d'azzardo. È la prima volta che una lega sportiva professionistica concede i diritti per le scommesse sportive ad un unico bookmaker.[22][23]

Inoltre sono previste borse di studio e incentivi per i giocatori: gli incentivi vengono concessi in base all'interazione con i tifosi, mentre verranno offerte borse di studio per ogni stagione giocata. I giocatori firmano contratti triennali non garantiti del valore di 250.000 milioni di dollari più l'assicurazione sanitaria, con una clausola di recesso nel caso decidano di giocare nella NFL. La lega ha un sistema che concede incentivi all'attacco e alla difesa di una squadra quando raggiunge traguardi e statistiche record, oltre che per i loro sevizi per la comunità.

AmministrazioneModifica

DirigentiModifica

Consiglio d'amministrazioneModifica

Copertura mediaticaModifica

La AAF raggiunse vari accordi con CBS Sports: le partite inaugurali della stagione (che consistono in due incontri trasmessi a livello regionale) e la finale di campionato saranno trasmessi su CBS, mentre CBS Sports Network trasmetterà almeno una partita a settimana e una partita nei play-off. CBS pubblicizzò il suo accordo con la AAF durante il Super Bowl LIII.[24][25][26] Le emittenti locali e TNT trasmetteranno due partite per stagione (una di stagione regolare e una nei play-off), mentre NFL Network trasmetterà due incontri a settimana.[27]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Ben Kercheval, AAF operations suspended, league's future in doubt after eight games of first season, su cbssports.com, 2 aprile 2019. URL consultato il 2 aprile 2019.
  2. ^ (EN) AAF to immediately suspend operations, su espn.com, 2 aprile 2019. URL consultato il 2 aprile 2019.
  3. ^ (EN) Patrick Redford, AAF Officially Pulls The Plug, Files For Bankruptcy, su Deadspin, 17 aprile 2019. URL consultato il 17 aprile 2019.
  4. ^ (EN) Darren Rovell, Former NFLers involved in league to rival XFL, su ESPN.com, 20 marzo 2018. URL consultato il 20 marzo 2018.
  5. ^ (EN) Steve Spurrier to coach Orlando team in new spring league, Alliance of American Football, su cbsnews.com, 7 aprile 2018. URL consultato il 4 febbraio 2019.
  6. ^ (EN) Steve Spurrier announced as first coach and Orlando first host city for Alliance of American Football, su CBSSports.com, 7 aprile 2018. URL consultato il 7 aprile 2018.
  7. ^ (EN) Jason Munz, Alliance of American Football announces Memphis team has signed 28 players (The Memphis Commercial Appeal), 1º agosto 2018. URL consultato il 14 settembre 2018.
  8. ^ (EN) Crissy Froyd, Zach Mettenberger and Antonio Andrews reunite in new pro league (Titans Wire), 27 agosto 2018. URL consultato il 14 settembre 2018.
  9. ^ (EN) Barry Wilner, Alliance signs players cut by NFL teams for spring league, su AP News. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  10. ^ (EN) Cody Benjamin, Alliance of American Football strikes multi-year uniform, apparel deal with Starter, su CBSSports.com, 24 luglio 2018. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  11. ^ (EN) Cody Benjamin, LOOK: Alliance of American Football unveils logos of four pro teams that will debut in 2019, su CBSSports.com, 20 settembre 2018. URL consultato il 21 settembre 2018.
  12. ^ (EN) Cody Benjamin, LOOK: Here's a full list of team names and logos from the Alliance of American Football, su CBSSports.com, 25 settembre 2018. URL consultato il 3 ottobre 2018.
  13. ^ (EN) Alliance of American Football schedule released for Arizona Hotshots, other 7 teams, in USA Today (AZ Central), 16 ottobre 2018. URL consultato l'8 novembre 2018.
  14. ^ Cody Benjamin, Alliance of American Football will host its first two championship games in Las Vegas, su CBSSports.com, 23 ottobre 2018. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  15. ^ (EN) Source: AAF to immediately suspend operations, su ESPN.com, 2 aprile 2019. URL consultato il 2 aprile 2019.
  16. ^ (EN) Ryan Wilson, Alliance of American Football QB Draft: Aaron Murray, Christian Hackenberg highlight QBs taken in AAF event, su CBSSports.com, 28 novembre 2018. URL consultato il 29 novembre 2018.
  17. ^ (EN) The Alliance of American Football sets final rosters, Alliance of American Football, 29 gennio 2019. URL consultato il 31 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2019).
  18. ^ (EN) AAF players to get 3-year, $250K contracts, su ESPN.com, 12 luglio 2018. URL consultato il 14 settembre 2018.
  19. ^ (EN) Mike Florio, AAF to conduct unusual draft process for allocating quarterbacks, su Profootballtalk.com, 31 ottobre 2018. URL consultato il 3 novembre 2018.
  20. ^ (EN) Alliance of American Football to kick off after Super Bowl, in The Washington Post, 20 marzo 2018. URL consultato il 20 marzo 2018.
  21. ^ (EN) Jeff Goldberg, Safe to say, on-side conversion play will generate excitement (Alliance of American Football), 28 gennaio 2019. URL consultato il 28 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 29 gennaio 2019).
  22. ^ (EN) Scott Gleeson, Alliance of American Football league, spring alternative to NFL, reveals gambling-focused strategy (USA TODAY), 11 settembre 2018. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  23. ^ (EN) Darren Rovell, AAF league to have enhanced in-game betting, su ESPN.com, 10 settembre 2018. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  24. ^ (EN) Rob Tornoe, NBC Sports Philadelphia’s studio shows will soon look a lot different, su Philly.com. URL consultato il 3 febbraio 2019.
  25. ^ (EN) Todd Spangler, New Pro Football League Sets 2019 Debut With CBS Sports Pact (Variety), 20 marzo 2018. URL consultato il 21 marzo 2018.
  26. ^ (EN) Ryan Wilson, Spring league Alliance of American Football to launch in 2019 on CBS, su CBSSports.com, 20 marzo 2018. URL consultato il 24 ottobre 2018.
  27. ^ (EN) Leigh Steinberg, AAF: The League That Fills The NFL Offseason Void, 26 luglio 2018. URL consultato il 24 ottobre 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica