Apri il menu principale
Alpi della Val di Non
Tuatti e punta di Quaira.jpg
Punta di Quaira e Cima Tuatti
ContinenteEuropa
StatiItalia Italia
Catena principaleAlpi
Cima più elevataPunta di Quaira (2.752 m s.l.m.)
Tipi di roccerocce sedimentarie

Le Alpi della Val di Non (Nonsberg-Gruppe in tedesco)[1] sono un gruppo montuoso delle Alpi Retiche meridionali, situate in Italia (Regione Trentino-Alto Adige) a sud-ovest di Bolzano, attraversate dalla Val di Non, da cui prendono il nome. La vetta più alta è la Punta di Quaira che raggiunge i 2.752 m s.l.m.

ClassificazioneModifica

 
Le Alpi della Val di Non secondo l'AVE sono individuate dal numero 48c.

Secondo la SOIUSA esse sono una sottosezione alpina ed hanno la seguente classificazione:

Secondo l'AVE le Alpi della Val di Non non comprendono la Catena delle Maddalene[2] e costituiscono il gruppo 48c di 75 nelle Alpi Orientali.

GeografiaModifica

Confinano:

In dettaglio i limiti geografici restano: Passo di Rabbi, Val d'Ultimo, fiume Adige, Bolzano, fiume Adige, Val di Non, Lago di Santa Giustina, Val di Sole, Val di Rabbi e Passo di Rabbi.

SuddivisioneModifica

 
Scorcio sulla Catena delle Maddalene.

Le Alpi della Val di Non si suddividono in un supergruppo, due gruppi e quattro sottogruppi (tra parentesi il codice SOIUSA del supergruppo, dei gruppi e dei sottogruppi):

  • Catena Olmi-Luco-Roen (A)

In particolare si può notare che il Gruppo Olmi-Luco costituisce la Catena delle Maddalene e che il Gruppo Roen-Macaion viene anche detto Costiera della Mendola. I due gruppi sono separati dall'alta Val di Non, Passo delle Palade e dalla Val di Prisciano.

VetteModifica

Le vette principali delle Alpi della Val di Non sono:

NoteModifica

  1. ^ Vengono qui seguite le indicazioni della SOIUSA che hanno, rispetto ad altre classificazioni, una definizione più ampia delle Alpi della Val di Non. In particolare la SOIUSA vi include la catena delle Maddalene.
  2. ^ La Catena delle Maddalene viene inglobata nelle Alpi dell'Ortles.

BibliografiaModifica

  • Sergio Marazzi, Atlante Orografico delle Alpi. SOIUSA, Pavone Canavese, Priuli & Verlucca, 2005.

Altri progettiModifica

  Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna