Alto Reno Terme

comune italiano

Alto Reno Terme (Èlt Raggn Tèrm in dialetto bolognese montano medio[4]) è un comune italiano sparso di 6 965 abitanti[1] della città metropolitana di Bologna in Emilia-Romagna. Il capoluogo è la frazione di Porretta Terme. Ai sensi dell'art. 34 dello Statuto l'ex comune di Granaglione è divenuto municipio, mentre nelle frazioni di Castelluccio, Capugnano, Corvella e Porretta Terme sono state istituite le consulte territoriali. È stata sede amministrativa dell'Unione dell'Alto Reno.

Alto Reno Terme
comune
Alto Reno Terme – Stemma
Alto Reno Terme – Bandiera
Alto Reno Terme – Veduta
Alto Reno Terme – Veduta
Veduta di Biagioni
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Emilia-Romagna
Città metropolitana Bologna
Amministrazione
SindacoGiuseppe Nanni (lista civica Centro sinistra e cittadini indipendenti) dal 6-6-2016 (2º mandato dal 4-10-2021)
Data di istituzione1º gennaio 2016
Territorio
Coordinate44°09′37″N 10°58′24″E
Altitudine349 m s.l.m.
Superficie73,64 km²
Abitanti6 965[1] (31-5-2023)
Densità94,58 ab./km²
FrazioniBiagioni, Borgo Capanne, Capugnano, Casa Calistri, Casa Forlai, Castelluccio, Corvella, Granaglione, Lustrola, Madognana, Molino del Pallone, Ponte della Venturina, Porretta Terme (sede comunale), Sambucedro, Vizzero
Comuni confinantiCastel di Casio, Gaggio Montano, Lizzano in Belvedere, Pistoia (PT), Sambuca Pistoiese (PT)
Altre informazioni
Cod. postale40046
Prefisso0534
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT037062
Cod. catastaleM369
TargaBO
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 613 GG[3]
Nome abitantiporrettani, granaglionesi o altorenani
Patronosanta Maria Maddalena
Giorno festivo22 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Alto Reno Terme
Alto Reno Terme
Alto Reno Terme – Mappa
Alto Reno Terme – Mappa
Localizzazione del comune di Alto Reno Terme nella città metropolitana di Bologna
Sito istituzionale
La frazione di Castelluccio
Castelluccio
Campanile della Chiesa di Castelluccio
Il Castello Manservisi a Castelluccio
Chiesa di Santa Maria Assunta, a Castelluccio

Il comune è stato istituito il 1º gennaio 2016 per fusione dei territori comunali di Porretta Terme e Granaglione.[5][6]

Simboli

modifica

Il comune ha adottato uno stemma che unisce elementi ripresi dagli emblemi dei precedenti comuni: un bue che si abbevera alla sorgente (Porretta Terme) con sullo sfondo i monti cimati dal castagno sormontato dalla stella (simbolo di Granaglione).

Il gonfalone è un drappo di azzurro con la bordatura di bianco.

Monumenti e luoghi d'interesse

modifica

Il MiBACT recensisce 46 beni architettonici tutelati nel comune[7], ai quali si aggiungono quelli senza tutele.

Architetture religiose

modifica
  • Pieve dei Santi Giovanni Battista e Pietro Apostolo e pertinenze
  • Chiesa dei Boschi
  • Oratorio della Santissima Annunziata e parco di casa Boni
  • Cappella dell'Istituto per le vocazioni di Borgo Capanne
  • Chiesa di San Pellegrino e pertinenze
  • Chiesa di San Michele Arcangelo e annessi oratorio del Crocifisso e canonica
  • Complesso di Santa Maria Assunta
  • Santuario della Madonna del Faggio
  • Oratorio della Beata Vergine delle Grazie
  • Chiesa del Cuore Immacolato di Maria
  • Chiesa di Santa Maria Maddalena di Porretta Terme
  • Oratorio di San Rocco
  • Oratorio di Santa Croce di Corvella
  • Chiesa di San Nicolò
  • Santuario della Madonna di Calvigi
  • Oratorio di San Michele Arcangelo
  • Chiesa di San Lorenzo di Lustrola
  • Oratorio dei Mazzoni
  • Oratorio di San Biagio, a Madognana
  • Edicola La Madonnina
  • Cimitero di Casa Calistri
  • Chiesa dell'Immacolata ed ex Convento dei Cappuccini
  • Oratorio di San Matteo
  • Oratorio di Sant'Antonio
  • Oratorio della Santissima Annunziata
  • Oratorio della Madonna del Carmine
  • Oratorio della Beata Vergine delle Grazie

Architetture civili e militari

modifica
  • Ex Villa Mattioli e parco
  • Castello di Capugnano (resti)
  • Ex sottostazione elettrica e pertinenze
  • Ex scuola comunale di Castelluccio
  • Casa-torre Greppe
  • Ex Casa del Fascio
  • Palazzo comunale
  • Terme Alte
  • Torre di costruzione romana
  • Ca' di Giorgio
  • Ponte sul Rio Scorticato
  • Casone del Lupo
  • Terme della Porretta Vecchia
  • Castello Manservisi
  • Ponte Solomon Burke
  • Ponte sul Rio Merlandoni
  • Ponte sul Reno di Biagioni
  • Antico ponte sul Rio Muraglio
  • Stazione di Porretta Terme
  • Castello di Granaglione
  • Castagno di Tresana (Castanea sativa), albero monumentale

Società

modifica

Evoluzione demografica

modifica

Abitanti censiti[8]

Etnie e minoranze straniere

modifica

Al 31 dicembre 2022 vi erano 781 residenti stranieri, pari all'11,25% della popolazione.[9]

Cultura

modifica
  • Centro culturale ed espositivo del Castello Manservisi, a Castelluccio[10]
  • Centro di documentazione e Archivio storico dell'Alto Reno, a Porretta Terme[11]
  • Biblioteca comunale di Porretta Terme
 
Una sala del museo etnografico LabOrantes
Castelluccio
  • Museo etnografico LabOrantes, nel complesso del Castello Manservisi a Castelluccio[12]. Il museo fa parte del Sistema Museale dell'Alto Reno ed è riconosciuto col marchio "Museo di Qualità" dall'Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna[13]
Granaglione
  • Museo del legno[14];
Porretta Terme

Amministrazione

modifica

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Primo cittadino Partito Mandato Elezione
Inizio Fine
Alberto Dall'Olio Commissario prefettizio 1º gennaio 2016 5 giugno 2016 -
Giuseppe Nanni Lista civica di centro-sinistra 5 giugno 2016 3 ottobre 2021 Elezione 2016
3 ottobre 2021 in carica Elezione 2021
  1. ^ a b Bilancio demografico mensile anno 2022 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani., Milano, Garzanti, ISBN 88-11-30500-4.
  5. ^ Granaglione e Porretta Terme: fusione fatta. Al via il nuovo Comune di Alto Reno Terme, su Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna. URL consultato il 25 settembre 2023.
  6. ^ Granaglione e Porretta Terme. In autunno il referendum sul Comune unico, su Regione Emilia-Romagna, 27 giugno 2015. URL consultato il 25 settembre 2023 (archiviato dall'url originale il 27 giugno 2015).
  7. ^ Geolocalizzazione del Patrimonio culturale dell'Emilia-Romagna > Ricerca beni architettonici > Alto Reno Terme, su patrimonioculturale-er.it, Segretariato Regionale per l'Emilia-Romagna del MiBACT. URL consultato il 10 febbraio 2021.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ Cittadini stranieri: popolazione residente per sesso e bilancio demografico al 31 dicembre 2022 - Comune: Alto Reno Terme, su demo.istat.it.
  10. ^ Castello Manservisi, su discoveraltorenoterme.it, Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica del Comune di Alto Reno Terme. URL consultato il 9 febbraio 2021.
  11. ^ Regolamento Centro di Documentazione Archivio Storico dell'Alto Reno, su comune.altorenoterme.bo.it, Comune di Alto Reno Terme. URL consultato il 9 febbraio 2021.
  12. ^ Il museo LabOrantes, su discoveraltorenoterme.it, Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica del Comune di Alto Reno Terme. URL consultato il 9 febbraio 2021.
  13. ^ Il museo Laborantes, su castellomanservisi.it, Associazione Castello Manservisi. URL consultato il 10 febbraio 2021.
  14. ^ Il museo del legno, su discoveraltorenoterme.it, Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica del Comune di Alto Reno Terme. URL consultato il 9 febbraio 2021.
  15. ^ Il museo del soul, su discoveraltorenoterme.it, Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica del Comune di Alto Reno. URL consultato il 9 febbraio 2021.
  16. ^ Il museo tipografico, su discoveraltorenoterme.it, Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica del Comune di Alto Reno Terme. URL consultato il 9 febbraio 2021.
  17. ^ Il museo Demm, su discoveraltorenoterme.it, Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica del Comune di Alto Reno Terme. URL consultato il 9 febbraio 2021.

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
  Portale Bologna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bologna