Apri il menu principale
Principessa Amalia
Amelie, Princesse de Bade.jpg
Principessa di Baden
Nome completo Katharine Amalie Christiane Luise Prinzessin von Baden
Nascita Karlsruhe, Margraviato di Baden, 13 luglio 1776
Morte Bruchsal, 26 ottobre 1823
Padre Carlo Luigi, principe ereditario di Baden
Madre Langravia Amalia d'Assia-Darmstadt

Amalia Cristiana di Baden, nome completo Katharine Amalie Christiane Luise Prinzessin von Baden[1] (Karlsruhe, 13 luglio 1776Bruchsal, 23 ottobre 1823), è stata principessa di Baden[1].

Indice

Famiglia d'origineModifica

Amalia Cristiana era la figlia maggiore del principe ereditario Carlo Luigi di Baden[1] e di sua moglie, la principessa ereditaria Amalia[1], che passò alla storia come la "Suocera d'Europa". I suoi nonni erano Carlo Federico, margravio di Baden e Luigi IX, landgravio di Hesse-Darmstadt.

Amalia era la gemella di Carolina, più tardi regina di Baviera, sorella maggiore di Luisa, più tardi nota come zarina Elizaveta Alekseevna di Russia, di Federica, futura regina di Svezia, di Maria, successivamente divenuta duchessa di Brunswick-Wolfenbüttel, e di Guglielmina, in seguito Granduchessa di Assia-Darmstadt. Il suo unico fratello, Carlo, succedette al nonno come secondo granduca di Baden. Essendo rimasta nubile per tutta la vita, Amalia Cristiana visse alternativamente con le sorelle Carolina ed Elisabetta, in Baviera, in Russia, o alla corte di Baden.

BiografiaModifica

Sebbene Amalia Cristiana fosse rimasta nubile sino alla fine dei suoi giorni, vi furono numerosi tentativi di farle contrarre un matrimonio consono al suo rango. Dapprima chiese la sua mano sua zia materna, la regina Federica di Prussia, la quale desiderava che suo figlio, il principe ereditario Federico Guglielmo, sposasse una delle sue nipoti. L'obiettivo di Federica era di cementare ulteriormente l'amicizia tra i due paesi. Tuttavia Federico Guglielmo mostrò scarso interesse per la sua cugina del Baden. Egli non fu attratto né dalla bella Carolina, né dalla poco attraente Amalia Cristiana. Alla fine, contro la volontà della madre, Federico Guglielmo sposò la principessa Luisa di Meclemburgo-Strelitz.

Durante i negoziati di matrimonio con la Prussia, vi furono altri due candidati per Amalia Cristiana, presso la Corte di Karlsruhe. Si trattava del principe ereditario Federico di Anhalt-Dessau e Guglielmo, principe di Gran Bretagna e duca di Clarence e di St. Andrews. Tuttavia ambedue si rivelarono mere speranze, fintanto che perdurarono i negoziati con la Prussia. A causa del prolungarsi dei negoziati prussiani, infine questi partiti persero ogni interesse. Quindi tra il 1791 e il 1793 fallirono tre trattative matrimoniali.

Negli anni successivi divenne evidente per Amalia Cristiana il fatto che, per il momento, non vi sarebbero state ulteriori possibilità di contrarre un adeguato matrimonio. Ella viaggiò molto e visitò le sue due sorelle, soggiornando presso di loro, nelle corti di Baviera o di Russia. Vi si trattenne anche per alcuni anni.

Nel corso dell'anno 1811 Amalia Cristiana, ora trentacinquenne, visitò a Vienna la corte dell'Impero austriaco. L'imperatore Francesco I pensò, dopo poco tempo, di dare in sposa a suo fratello, l'arciduca Carlo, la principessa di Baden. Carlo e Amalia Cristiana si conoscevano fin dalla loro giovinezza, ma l'Arciduca riteneva che la principessa non fosse molto attraente. Nel frattempo, la corte del Baden temeva che questo matrimonio, creasse conflitti politici con il suo alleato e protettore, l'imperatore Napoleone. Venne chiesto il suo consenso, ma Napoleone mostrò scarso interesse e non assunse alcuna posizione chiara sul destino di questo connubio. L'arciduca Carlo utilizzò quest'opportunità, dato che oltretutto suo fratello non compiva molti sforzi, e impedì ulteriori negoziati di nozze.

Nel 1816 Amalia Cristiana trovò nuovamente ospitalità nel Baden. Grazie all'operato dell'imperatore Francesco I, Edoardo Augusto di Hannover, quarto figlio del re Giorgio III, giunse a Karlsruhe. Adesso, il monarca austriaco voleva che Amalia Cristiana si sposasse con il Duca inglese. In realtà, Edoardo si recò a Karlsruhe, ma non mostrò alcun interesse per un impegno con Amalia Cristiana. Ciò fu una sorpresa per la principessa e per l'intera corte di Baden, che avevano contato su un impegno, e videro invece nuovamente sfumare la prospettiva di un matrimonio.

Due anni dopo venne compiuto un ultimo tentativo di combinare per Amalia Cristiana, ormai quarantaduenne, un matrimonio adeguato al suo rango. A quel tempo, la Casata di Baden era prossima ad estinguersi, perché suo fratello Carlo Luigi Federico era gravemente malato di idropisia e fino a quel momento non aveva avuto alcun figlio maschio sopravvissuto. L'erede al trono era suo zio, il principe Luigi di Baden. Carlo, insieme a sua madre chiese allo zio di sposare sua sorella Amalia Cristiana, insistendo sulla necessità di garantire la sicurezza della casata. Luigi, tuttavia, aveva una relazione con un'attrice, e non era disposto a sposarsi.

Egli, divenuto in seguito Granduca, non si sposò mai e, dopo la sua morte nel 1830, s'estinse la linea degli Zähringen, nella casata del Baden. Conseguentemente, il Ducato venne assegnato a Leopoldo di Baden-Hochberg, che solo con l'aiuto di Prussia salì al trono di Baden. La linea collaterale di Baden-Hochberg era frutto di un matrimonio morganatico, contratto in seconde nozze dal nonno di Amalia, il granduca Carlo Federico.

Tuttavia Amalia non assisté a tutto questo. Ella, infatti, morì d'idropisia nel 1823 tra le braccia della sua disperata madre, e venne sepolta nella Cripta Principesca di Pforzheim.

AscendenzaModifica

Principessa Amalia di Baden Padre:
Carlo Luigi, Principe Ereditario di Baden
Nonno paterno:
Carlo Federico, Granduca di Baden
Bisnonno paterno:
Federico, Principe Ereditario di Baden-Durlach
Trisnonno paterno:
Carlo III Guglielmo, Margravio di Baden-Durlach
Trisnonna paterna:
Maddalena Guglielmina di Württemberg
Bisnonna paterna:
Principessa Amalia di Nassau-Dietz
Trisnonno paterno:
Giovanni Guglielmo Friso, Principe d'Orange
Trisnonna paterna:
Langravia Maria Luisa d'Assia-Kassel
Nonna paterna:
Langravia Carolina Luisa d'Assia-Darmstadt
Bisnonno paterno:
Luigi VIII, Langravio d'Assia-Darmstadt
Trisnonno paterno:
Ernesto Luigi, Langravio d'Assia-Darmstadt
Trisnonna paterna:
Margravia Dorotea Carlotta di Brandeburgo-Ansbach
Bisnonna paterna:
Contessa Carlotta di Hanau-Lichtenberg
Trisnonno paterno:
Giovanni Reinardo III, Conte di Hanau-Lichtenberg
Trisnonna paterna:
Margravia Dorotea Federica di Brandeburgo-Ansbach
Madre:
Principessa Amalia d'Assia-Darmstadt
Nonno materno:
Luigi IX, Langravio d'Assia-Darmstadt
Bisnonno materno:
Luigi VIII, Langravio d'Assia-Darmstadt
Trisnonno materno:
Ernesto Luigi, Langravio d'Assia-Darmstadt
Trisnonna materna:
Dorotea Carlotta di Brandeburgo-Ansbach
Bisnonna materna:
Contessa Carlotta di Hanau-Lichtenberg
Trisnonno materno:
Giovanni Reinardo III, Conte di Hanau-Lichtenberg
Trisnonna materna:
Dorotea Federica di Brandeburgo-Ansbach
Nonna materna:
Contessa Palatina Carolina di Zweibrücken
Bisnonno materno:
Cristiano III, Conte Palatino di Zweibrücken
Trisnonno materno:
Cristiano II, Conte Palatino di Zweibrücken
Trisnonna materna:
Contessa Caterina Agata di Rappoltstein
Bisnonna materna:
Carolina di Nassau-Saarbrücken
Trisnonno materno:
Luigi Crato, Conte di Nassau-Saarbrücken
Trisnonna materna:
Filippina Enrichetta di Hohenlohe-Langenburg

NoteModifica

  1. ^ a b c d Darryl Lundy, Genealogia della principessa Amalia Cristiana di Baden, thePeerage.com, 22 novembre 2008. URL consultato il 4 ottobre 2010.

BibliografiaModifica

  • Anna Schiener: Markgräfin Amalie von Baden (1754-1832), Regensburg: Pustet, 2007 ISBN 978-3-7917-2046-3, S.79-85

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN220713098 · GND (DE1017769869 · CERL cnp01416649