Apri il menu principale
Amanda Nunes
Amanda Nunes.jpg
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 173 cm
Peso 61 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Specialità Judo, Jiu jitsu brasiliano, Kickboxing
Categoria Pesi gallo, pesi piuma
Carriera
Soprannome The Lioness
Combatte da Brasile Salvador, Brasile
Vittorie 16
per knockout 11
per sottomissione 3
per decisione 2
Sconfitte 4
 

Amanda Lourenço Nunes (Salvador, 30 maggio 1988) è una lottatrice di arti marziali miste brasiliana.

Combatte nella divisione dei pesi gallo per la promozione statunitense UFC, dove è l'attuale campionessa di categoria dal 2016; nel 2018 diviene la prima doppia campionessa nella storia della federazione vincendo anche il titolo dei pesi piuma.

Con vittorie su atlete come Ronda Rousey, Miesha Tate, Cris Cyborg e Holly Holm, la Nunes è ritenuta una delle più grandi lottatrici di tutti i tempi.

BiografiaModifica

La Nunes nacque in un piccolo paese vicino alla cittadina di Salvador in Brasile. Cominciò a praticare la boxe all'eta di sedici anni e ad allenarsi nel Jiu jitsu brasiliano dopo essere stata invitata da sua sorella, anch'ella praticante di jiu jitsu.

È la prima campionessa brasiliana nella storia della UFC nonché la prima apertamente lesbica: ha infatti una relazione con l'atleta anch'essa UFC Nina Ansaroff.[1]

Carriera nelle arti marziali misteModifica

Successivamente si trasferì a New Jersey dove cominciò a praticare arti marziali miste all'AMA Fight Clug, per poi trasferirsi a Miami dove continuò ad allenarsi nella palestra denominata MMA Masters. Agli inizì cominciò a disputare incontri di MMA nelle categorie con limite massimo di peso di 61,23 kg e 65,77 kg.

Il suo debutto da professionista avvenne l'8 marzo del 2008, dove affrontò Ana Maria all'evento Prime MMA Championship 2. La Nunes perse quell'incontro per sottomissione al primo round.

StrikeforceModifica

Dopo aver vinto cinque incontri di fila, tutti per KO, Amanda firmò un contratto con la promozione statunitense Strikeforce. Al suo debutto nella promozione, avvenuto il 7 gennaio del 2011, sconfisse Julia Budd per KO in soli 14 secondi.

A giugno dello stesso anno avrebbe dovuto affrontare Julie Kedzie, ma l'intero match venne cancellato dopo un infortunio al piede subito dalla Nunes.

Il 10 settembre si ritrovò ad affrontare Alexis Davis nella semifinale del torneo Grand Prix Strikeforce. Amanda venne sconfitta per KO tecnico verso la fine del secondo round. Alla prima ripresa la Nunes cominciò il match molto aggressivamente, tentando di andare a segno con potenti colpi. Nel second round si ritrovò praticamente a corto di fiato e verso la fine, nel tentativo di effettuare un takedown, Alexis Davis riuscì a ribaltare la situazione e a raggiungere una posizione montata al tappeto; da tale posizione riuscì a terminare l'incontro con il ground and pound.

A settembre del 2012 avrebbe dovuto affrontare Cat Zingano, ma l'evento venne cancellato a causa dell'infortunio al ginocchio subito da Gilbert Melendez, il quale doveva difendere il titolo contro Pat Healy.

Invicta FCModifica

Il 28 luglio del 2012 doveva vedersela con Milana Dudieva in un evento della promozione Invicta FC. Tuttavia, il 9 luglio, la Dudieva dovette rinunciare all'incontro a causa di un problema di salute, al suo posto venne inserita Leslie Smith. Anche la Smith dovette dare forfait per infortunio e quindi lasciare spazio a Raquel Pa'aluhi. La Nunes vinse l'incontro per sottomissione tecnica, applicando uno strangolamento da dietro al primo round.

A gennaio del 2013 si ritrovò ad affrontare Sarah D'Alelio, perdendo il match per decisione unanime. Al suo terzo match avrebbe dovuto affrontare Kaitlin Young, ad aprile dello stesso anno. Tuttavia subì un infortunio al braccio, venendo quindi rimossa dalla card.

Ultimate Fighting ChampionshipModifica

Il 3 agosto del 2013 debuttò nella promozione Ultimate Fighting Championship per affrontare Sheila Gaff, all'evento UFC 163. La Nunes vinse l'incontro per KO tecnico al primo round.

A novembre affrontò al suo secondo match Germaine de Randamie, vincendo anche questo incontro per KO tecnico al primo round. Come terzo incontro venne chiamata a sostituire Shayna Baszler per poter affrontare Sarah Kaufman, all'evento finale del reality show The Ultimate Fighter Nations. Tuttavia, la Nunes venne rimossa dall'evento senza un motivo ben precisato.

Il 27 settembre del 2014 affrontò Cat Zingano all'evento UFC 178. Dopo aver quasi vinto al primo round mettendo a segno una serie di pugni, Amanda si ritrovò in netta difficolta nella seconda ripresa per poi essere finalizzata al tappeto per KO tecnico nel terzo round..

A marzo del 2015 ottenne una strepitosa vittoria per KO tecnico nella prima ripresa, sconfiggendo Shayna Baszler. Ad agosto si ritrovò ad affrontare Sara McMann. La Nunes vinse il match mettendo a segno una rear-naked choke al primo round, dopo aver messo al tappeto la sua avversaria con una combinazione di tre pugni.

Il 5 marzo del 2016 sconfisse per decisione unanime Valentyna Ševčenko, all'evento UFC 196.

Campionessa dei pesi gallo UFCModifica

Il 9 luglio ebbe l'opportunità di affrontare Miesha Tate per il titolo dei pesi gallo femminili, all'evento UFC 200. Dopo quasi 3 minuti dall'inizio dell'incontro, la Nunes andò a segno con una serie di combinazioni che stordirono pesantemente la campionessa, quest'ultima tentò disperatamente di difendersi dall'attacco aggressivo della sua avversaria, ma senza riuscirci; Miesha finì quindi al tappeto sotto il continuo attacco di Amanda Nunes che pose fine all'incontro con uno strangolamento da dietro. Con questa vittoria divenne la prima campionessa brasiliana dei pesi gallo UFC; inoltre venne premiata con il riconoscimento Performance of the Night.

Il 30 dicembre affrontò l'ex campionessa dei pesi gallo Ronda Rousey, che tornava a combattere dopo un anno di riposo. Lo scontro si tradusse in un'altra durissima sconfitta per l'americana che, denotando una scarsa tecnica pugilistica, già evidenziata contro la Holm, subì i colpi della Nunes fin dalle primissime battute non riuscendo mai ad accorciare le distanze per impostare il combattimento sul piano della lotta corpo a corpo, a lei più congeniale. La Nunes vinse l'incontro in soli 48 secondi per KO tecnico. Con questa vittoria ottenne il riconoscimento Performance of the Night.

L'8 luglio avrebbe dovuto difendere di nuovo il titolo contro Valentyna Ševčenko nel main event di UFC 213, ma l'incontro è stato annullato all'ultimo momento a causa di alcuni problemi di salute della Nunes probabilmente dovuti al taglio del peso. L'incontro tra le due si tiene il 9 settembre a UFC 215 e vede la brasiliana mantenere il titolo con una vittoria per decisione non unanime.

Campionessa dei pesi piuma UFCModifica

Il 29 dicembre 2018, nel co-main event di UFC 232, affronta la connazionale Cris Cyborg nell'incontro che avrebbe determinato la prima doppia campionessa nella storia della UFC: dopo soli 51 secondi la Nunes mette a segno una tremenda serie di colpi al viso dell'avversaria, che viene quindi sconfitta per KO per la prima volta nella sua carriera e dopo ben tredici anni di imbattibilità; la prestazione le frutta anche il riconoscimento Performance of the Night.

Il 6 luglio 2019 difende il titolo dei pesi gallo contro l'ex campionessa Holly Holm, che mette KO al primo round con un calcio alla testa che le frutta un altro riconoscimento come Performance of the Night.

Risultati nelle arti marziali misteModifica

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Luogo Note
Vittoria 18-4   Holly Holm KO tecnico (calcio alla testa e pugni) UFC 239: Jones vs. Santos 6 luglio 2019 1 4:10   Paradise, Stati Uniti Difende il titolo dei pesi gallo femminili UFC, Performance of the Night
Vittoria 17-4   Cris Cyborg KO (pugni) UFC 232: Jones vs. Gustafsson 2 29 dicembre 2018 1 0:51   Inglewood, Stati Uniti Vince il titolo dei pesi piuma femminili UFC, Performance of the Night
Vittoria 16-4   Raquel Pennington TKO (pugni) UFC 224: Nunes vs. Pennington 12 maggio 2018 5 2:36   Rio de Janeiro, Brasile Difende il titolo dei Pesi Gallo Femminili UFC
Vittoria 15-4   Valentyna Ševčenko Decisione (non unanime) UFC 215: Nunes vs. Ševčenko 2 9 settembre 2017 5 5:00   Edmonton, Canada Difende il titolo dei Pesi Gallo Femminili UFC
Vittoria 14-4   Ronda Rousey KO Tecnico (pugni) UFC 207: Nunes vs. Rousey 30 dicembre 2016 1 0:48   Paradise, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Gallo Femminili UFC
Performance of the Night
Vittoria 13-4   Miesha Tate Sottomissione (rear-naked choke) UFC 200: Tate vs. Nunes 9 luglio 2016 1 3:16   Las Vegas, Stati Uniti Vince il titolo dei Pesi Gallo Femminili UFC
Performance of the Night
Vittoria 12-4   Valentyna Ševčenko Decisione (unanime) UFC 196: McGregor vs. Diaz 5 marzo 2016 3 5:00   Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 11-4   Sara McMann Sottomissione (rear-naked choke) UFC Fight Night: Teixeira vs. Saint Preux 8 agosto 2015 1 2:53   Nashville, Stati Uniti Performance of the Night
Vittoria 10-4   Shayna Baszler KO Tecnico (calci alle gambe) UFC Fight Night: Maia vs. LaFlare 21 marzo 2015 1 1:56   Rio de Janeiro, Brasile
Sconfitta 9-4   Cat Zingano KO Tecnico (gomitate e pugni) UFC 178: Johnson vs. Cariaso 27 settembre 2014 3 1:21   Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 9-3   Germaine de Randamie KO Tecnico (gomitate) UFC: Fight for the Troops 3 6 novembre 2013 1 3:56   Fort Campbell, Stati Uniti
Vittoria 8-3   Sheila Gaff KO Tecnico (pugni e gomitate) UFC 163: Aldo vs. Korean Zombie 3 agosto 2013 1 2:08   Rio de Janeiro, Brasile Debutto in UFC
Sconfitta 7-3   Sarah D'Alelio Decisione (unanime) Invicta FC 4: Esparza vs. Hyatt 5 gennaio 2013 3 5:00   Kansas City, Stati Uniti
Vittoria 7-2   Raquel Pa'aluhi Sottomissione tecnica (rear-naked choke) Invicta FC 2: Baszler vs. McMann 28 luglio 2012 1 2:24   Kansas City, Stati Uniti Debutto in Invicta FC
Sconfitta 6-2   Alexis Davis KO Tecnico (pugni) Strikeforce: Barnett vs. Kharitonov 10 settembre 2011 2 4:53   Cincinnati, Stati Uniti
Vittoria 6-1   Julia Budd KO (pugni) Strikeforce Challengers: Woodley vs. Saffiedine 7 gennaio 2011 1 0:14   Nashville, Stati Uniti Debutto in Strikeforce
Vittoria 5-1   Ediane Gomes KO Tecnico (pugni) Bitetti Combat 6 25 febbraio 2010 2 3:00   Brasilia, Brasile
Vittoria 4-1   Vanessa Porto KO Tecnico (stop del corner) Samurai FC 2: Warrior's Return 12 dicembre 2009 2 5:00   Curitiba, Brasile
Vittoria 3-1   Deise Lee Rocha KO Tecnico (pugni) Samurai Fight Combat 12 settembre 2009 1 1:08   Curitiba, Brasile
Vittoria 2-1   Nadja Nadja KO Tecnico (pugni) Prime: MMA Championship 3 1 luglio 2009 1 0:47   Salvador, Brasile
Vittoria 1-1   Paty Barbosa KO Tecnico (stop del corner) Demo Fight 3 24 maggio 2008 1 0:11   Salvador, Brasile
Sconfitta 0-1   Ana Maria Sottomissione (armbar) Prime: MMA Championship 2 8 marzo 2008 1 0:35   Salvador, Brasile

NoteModifica

  1. ^ Mike Rogers, Rogers: Amanda Nunes becomes UFC's newest star as sport's first openly gay champion, su USAToday.com, 2016. URL consultato l'11 luglio 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica