Amaro 18 Isolabella

L'Amaro 18 Isolabella è un amaro italiano, ideato nel 1871 da Egidio Isolabella ed ancor oggi prodotto (sebbene con non grande diffusione) dalla Illva di Saronno[1].

StoriaModifica

Fu ideato (un anno dopo rispetto al Mandarinetto, composto nel 1870) dalla ditta fondata da Egidio Isolabella, divenuta poi F.lli Isolabella & C. e infine E.Isolabella & Figlio, con sede in Milano in via Villoresi 13 ed in Corso Colombo 9. Veniva definito "aperitivo tonico" (ed il mandarinetto "superiore al curacao" e "liquore di gran lusso"). Oltre a questi, la casa produceva anche il Vermouth Bianco "High Life". Successivamente il Mandarinetto[2] e l'Amaro 18 furono acquisiti (assieme al nome "Isolabella" divenuto anche marchio) dalla Illva di Saronno.

CaratteristicheModifica

L'amaro si presenta di colore scuro e con gradazione alcolica attualmente del 30% poiché nelle precedenti produzioni la gradazione era al 20,9%, ricavato dall'infusione di 18 tipi di erbe[1].

DegustazioneModifica

Si può consumare sia come digestivo sia come dissetante con l'aggiunta di seltz ed una scorza di limone[1]. È inoltre utilizzabile nella preparazione di cocktail quali il Baby darling.

AltroModifica

Il numero 18 ricorre spesso nella storia Isolabella: la licenza ottenuta per la produzione di vermut era la numero 18, 18 è la prima parte di 1870, anno in cui la casa si affermò con il Mandarinetto, l'amaro 18 Isolabella è composto da 18 erbe. Un testimonial televisivo per Carosello dell'Amaro 18 Isolabella è stato Corrado.

NoteModifica

  1. ^ a b c AMARO 18, su illva.com. URL consultato il 31/03/2014.
  2. ^ Il sito ufficiale di ILLVA SARONNO S.p.A

Collegamenti esterniModifica

  Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici