Apri il menu principale

L'Amaro Mottarone è un amaro artigianale italiano prodotto dalla "Bottega del Morni 1948" [1] di Gravellona Toce sulla ricetta originale del suo inventore Fermo Morniroli [2]. Infatti, intorno al 2005 l'azienda di Morniroli è stata ceduta (per pensionamento) alla famiglia Guglielminetti che porta avanti, ancora oggi, il marchio Morni, le ricette e il relativo metodo di lavorazione [3].

Indice

ToponimoModifica

L'Amaro Mottarone è stato chiamato Mottarone perché la Bottega del Morni, che produce l'amaro, si trova proprio sulle pendici dell'omonimo monte [3].

CaratteristicheModifica

È un infuso ottenuto dalla lenta macerazione (per almeno quaranta giorni) a freddo di circa 30 qualità diverse tra erbe, radici, agrumi, fiori (compresi il fior d'arancio e la genziana) e spezie [4] [1]. Si presenta di colore lievemente ambrato e con gradazione alcolica del 28% [1] [3].

CommercioModifica

La sua diffusione è piuttosto limitata e viene venduto nelle botteghe di Armeno e di Gravellona Toce. Spesso l'Amaro Mottarone viene impiegato nella pasticceria locale, specie nei cioccolatini [5].

DegustazioneModifica

L'amaro può essere degustato sia liscio che con l'aggiunta di ghiaccio o seltz. Se gustato riscaldato, ne vengono esaltati gli aromi dei componenti.

NoteModifica

  1. ^ a b c La Bottega del Morni - Amaro Mottarone, su morni.it. URL consultato il 01/06/2015 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2014).
  2. ^ Amaro Mottarone su "Sapere bere", su saperebere.com. URL consultato il 01/05/2015.
  3. ^ a b c Gerardo Fortino, Home-Made - i segreti delle Droghe, Pubblicato dall'Autore, 2015, p. 360, ISBN 9788891089748.
  4. ^ AMARO MOTTARONE, su alchimissa-wine.it. URL consultato il 17 maggio 2016.
  5. ^ Amaro del Mottarone, su cuoreverdetraduelaghi.it. URL consultato il 17 maggio 2017.
  Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici