Ambohimanga

La collina reale di Ambohimanga (collina blu in malgascio) è un sito archeologico del Madagascar.

Ambohimanga
Ambohimanga.jpg
Il palazzo di Ambohimanga.
Localizzazione
StatoMadagascar Madagascar
ProvinciaAntananarivo
Altitudine1 468 m s.l.m.
Dimensioni
Superficien.d. 
Mappa di localizzazione
UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
Collina reale di Ambohimanga
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
TipoCulturali
Criterio(iii) (iv) (vi)
PericoloNon in pericolo
Riconosciuto dal2001
Scheda UNESCO(EN) Royal Hill of Ambohimanga
(FR) Colline royale d'Ambohimanga

Si trova a circa 24 km ad est della capitale Antananarivo: il sito è occupato da un villaggio fortificato con diverse abitazioni, insieme alle sepolture di alcuni membri della famiglia reale di Imerina, la comunità etnica che mantenne il potere nel XIX secolo e unì politicamente gran parte dell'isola del Madagascar in una sola nazione. Ambohimanga, una delle dodici colline sacre dei Imerina, è fortemente associata all'identità nazionale, mantenendo un valore sacro e simbolico per tutta la popolazione che vi si reca in pellegrinaggio. Il sito è stato inserito nella lista dei Patrimoni dell'Umanità dell'UNESCO nel 2001.

StoriaModifica

Nel 1710 il sovrano Andriamasinavalona divide il suo regno, lasciando Ambohimanga ad uno dei suoi quattro figli, che ne fa la sua capitale. Questa finisce nel 1787 nelle mani del principe Andrianampoinimerina, che una volta unificato il regno del Madagascar s'insedia nel palazzo della città. Ambohimanga diviene così una delle dodici colline sacre di Imerina e conosciuta come la città proibita fino al 1897, quando l'amministrazione coloniale francese trasferisce la famiglia reale e tutte le istituzioni nella città di Antananarivo, così da rompere lo spirito di resistenza e l'identità etnica della popolazione.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica