Apri il menu principale

Americanismo

posizione favorevole nei confronti della politica, della cultura e della società degli Stati Uniti d'America
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'eresia religiosa, vedi Americanismo (eresia).
Mappa degli Stati Uniti

Il termine americanismo descrive una posizione favorevole nei confronti della politica, della cultura e della società degli Stati Uniti d'America.[1][2][3]

IdeologiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Panamericanismo.

L'americanismo parte dalla convinzione che gli Stati Uniti influiscano positivamente sulla cultura, la società e lo stile di vita. Politicamente, è la posizione ideologica favorevole alla democrazia statunitense e in opposizione al comunismo e al nazifascismo.

Anche il panamericanismo, o integrazione panamericana, nel suo obbiettivo di incoraggiare le relazioni, l'associazione e la cooperazione su base paritaria tra gli Stati delle Americhe, evitando di uniformarsi culturalmente e politicamente all'egemonia degli Stati Uniti, è visto come un movimento politico in contrasto con l'americanismo.

AntiamericanismoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Antiamericanismo.

Per Antiamericanismo si intende l'atteggiamento delle persone convinte che al contrario gli Stati Uniti esercitino un'influenza negativa in campo culturale e economico. Alla base dell'antiamericanismo vi sono diversi motivi: nei paesi occidentali nasce dall'idea che gli Stati Uniti conducano una politica estera troppo violenta, mentre in alcuni casi l'antiamericanismo è associato anche ai movimenti No global[senza fonte], che considerano gli Stati Uniti i maggiori fautori dello sviluppo della globalizzazione. Nei paesi musulmani l'antiamericanismo è dettato da motivi religiosi.

NoteModifica

  1. ^ americanismo, su pbmstoria.it. URL consultato il 3 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 18 agosto 2012).
  2. ^ americanismo - Sapere.it
  3. ^ Americanismo in Vocabolario – Treccani

BibliografiaModifica

  • David Gelernter, Americanismo. La quarta grande religione d'Occidente, Liberilibri, Macerata 2008.

Voci correlateModifica