Apri il menu principale

Aminta III di Macedonia

re macedone del IV secolo a.C.
Aminta III
Coin of Amyntas III-161113.jpg
Moneta con effigie di Aminta III
Sovrano macedone
In carica 393370 a.C.
Predecessore Archelao II
Successore Alessandro II
Nome completo Ἀμύντας Γ΄ ο Μακεδών
Morte 370 a.C.
Luogo di sepoltura a Verghina
Dinastia Argeadi
Padre Arrideo
Consorte Euridice I
Coniuge Gigea
Figli da Euridice:
Alessandro II
Perdicca III
Filippo II
Eurinoe
da Gigea:
Archelao
Arrideo
Menelao

Aminta III, figlio di Arrideo (... – 370 a.C.), fu re di Macedonia dal 392 a.C. al 370 a.C.

Indice

BiografiaModifica

Salì al potere dopo dieci anni di confusione in seguito alla morte di Archelao I, patrono dell'arte e della letteratura. Ma ebbe molti nemici anche a palazzo; nel 383 a.C. fu sconfitto dagli Illiri ma l'anno seguente, con i Tessali riuscì a ripristinare il proprio regno.

Egli concluse un trattato con gli Spartani, che lo aiutarono a ridurre il potere di Olinto (379 a.C.). Egli entrò anche in una lega con Giasone di Fere, e strinse con Atene una colta e duratura amicizia.

Da sua moglie, Euridice, ebbe tre figli maschi: Alessandro, Perdicca e Filippo (padre di Alessandro Magno), che furono tutti a loro volta re di Macedonia, e una figlia, Eurinoe.

CuriositàModifica

Nicomaco (padre di Aristotele) fu medico alla sua corte.[1]

NoteModifica

  1. ^ Franco Trabattoni (a cura di), Storia della filosofia antica: 2, Carocci editore, p. 175, ISBN 978-8843080441.

BibliografiaModifica

Fonti secondarie

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN304929030 · GND (DE1037042379