Apri il menu principale

Amleto (nome)

prenome maschile

VariantiModifica

Varianti in altre lingueModifica

Origine e diffusioneModifica

 
La visione di Amleto, di Pedro Américo

Si tratta di un adattamento italiano dell'inglese Hamlet[1], utilizzato da Shakespeare per la sua opera Amleto, basata sul mito scandinavo di Amloði[1][3][4][6]. Comunemente, si riporta che Hamlet sia una forma anglicizzata del nome danese Amleth[1][3][4], derivante forse dal vocabolo islandese amlodhi ("pazzo", "fuori di senno")[1][3] o forse dal nome Anleifr[5]; tuttavia altre fonti sostengono che in realtà Hamlet fosse un preesistente diminutivo del nome medio inglese Hamon (dal germanico haim, "casa", "patria"[2]), che Shakespeare utilizzò per "rendere" il nome scandinavo in inglese[5].

La sua diffusione è legata alla fama raggiunta dall'opera di Shakespeare[2][3]. In Italia, insieme con altri nomi come Ofelia, Laerte e Polonio, cominciò ad essere usato circa duecento anni dopo la stesura dell'opera, quando cioè essa raggiunse i teatri italiani[1]; è attestata, seppur molto rara, anche una forma femminile, Amleta[1]. Anche nei paesi anglofoni il successo dell'opera ha contribuito a mantenere il nome in uso, nella forma Hamlet[5].

OnomasticoModifica

È un nome adespota, cioè non è portato da alcun santo. L'onomastico ricorre quindi il 1º novembre, in occasione di Ognissanti.

PersoneModifica

Variante HamletModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k Galgani, p. 141.
  2. ^ a b c d e f La Stella T., p. 23.
  3. ^ a b c d e f Albaigès i Olivart, p. 133.
  4. ^ a b c d (EN) Hamlet, su Behind the Name. URL consultato il 24 settembre 2014.
  5. ^ a b c d Sheard, p. 267.
  6. ^ Burgio, p. 50.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antroponimi