Apri il menu principale

L'amministrazione sanitaria o managenent sanitario è una disciplina giuridico-economica relativa agli studi di direzione aziendale applicati alle istituzioni e alle aziende sanitarie sia pubbliche che private. Sotto il profilo culturale si tratta di una categoria di studi specialistici della Scienza dell'amministrazione.

La formazione dei professionisti in questa disciplina, chiamati «amministratori sanitari» (inglese: health administrators o healthcare administrators o health managers) è generalmente organizzata mediante corsi di specializzazione e master universitari specifici presso le facoltà di Giurisprudenza, Economia e Management.

Basi, finalità e metodiModifica

La gestione sanitaria si basa sulle teorie delle scienze della pubblica amministrazione e dell'economia aziendale. Il suo obiettivo principale è di definire, perseguire e controllare l'adeguazione tra l'accesso, i costi e la qualità dei servizi sanitari, tenendo conto delle esigenze del servizio pubblico.

L'amministrazione sanitaria integra i principali metodi della gestione aziendale adattandoli alle circostanze particolari del settore sanitario. Si tratta, ad esempio, di definire gli obiettivi aziendali in modo quantitativo e misurabile, di definire e razionalizzare i processi aziendali, di migliorare la struttura organizzativa, di eseguire il controllo dei costi, di ottimizzare l'uso delle risorse umane e finanziarie, e di sviluppare sistemi specifici di gestione della qualità. Per quanto riguarda le aziende sanitarie, quest'ultima ha una dimensione ampia che va oltre l'esecuzione corretta degli interventi medici: anche la rapidità dell'accesso e la prossimità costituiscono dei determinanti della qualità.

Le specificità del settore sono varie, dato che non si tratta di un «prodotto di consumo» ma di un bisogno elementare della popolazione. Aspetti sociali, psicologici ed emozionali devono essere presi in conto nella misura in cui sono importanti per il benessere del paziente.

SviluppoModifica

L'interesse per la scienza dell'amministrazione sanitaria, nel senso moderno del termine, si è sviluppato per varie ragioni. D'una parte le esigenze rispetto alla qualità dell'offerta di servizi sanitari è cresciuta. Allo stesso tempo, la pressione sui bilanci statali ha avuto delle conseguenze rispetto ai mezzi finanziari disponibili per il settore sanitario pubblico. Infine, la direzione seguita dalla politica economica – che privilegia la globalizzazione – rafforza la necessità di tener conto della competitività e avvicina il modo di gestire le aziende pubbliche e private.

Formazione e studiModifica

Per sua natura l'amministrazione sanitaria è una disciplina giuridico-economica. Come tale, essa si propone quale specializzazione, a seguito di studi universitari di natura giuridica o economico-aziendale, per coloro i quali hanno interesse verso la carriera amministrativa all'interno di aziende sanitarie pubbliche o private. Varie università italiane offrono programmi di formazione specifici soprattutto a livello di master universitari.

NoteModifica


BibliografiaModifica

  • Maria Giulia Marini, Nicola Castelli, Luigi Reale e Alessandra Cosso (a cura di) (2010). Le organizzazioni evolute in sanità. Ideazioni per la ricerca dell'eccellenza nel sistema salute. Milano: Il Sole 24 Ore Pirola, 228 pp., ISBN 88-6345-129-X, ISBN 978-88-6345-129-0.
  • Alessandro Delli Poggi, Lorenzo Lazzarini e Massimiliano Talucci (2007). Dirigere le professioni sanitarie. Dal servizio al dipartimento. Carocci, 127 pp., ISBN 88-7466-524-5, ISBN 978-88-7466-524-2.
  • Giuseppe Turchetti (2006). La politica degli acquisti di beni e servizi in ambito pubblico: le tendenze in atto nel settore sanitario. Milano: Franco Angeli Edizioni, 206 pp., ISBN 88-464-7254-3, ISBN 978-88-464-7254-0.
  • Paolo Bersani e Paolo Frasciso (2005). Aziende sanitarie e cittadini: comunicare con il bilancio sociale. Milano: Il Sole 24 Ore Pirola, 243 pp., ISBN 88-324-5721-0, ISBN 978-88-324-5721-6.
  • Corrado Cuccurullo (2003). Il management strategico nelle aziende sanitarie pubbliche. Metodi e strumenti di gestione strategica. Milano: McGraw-Hill Italia, 236 pp., ISBN 978-88-386-2519-0.
  • Salvatore Nieddu, Giorgio Donna e Maurizio Bianco (2001). Management sanitario. Modelli e strumenti per gli operatori delle aziende sanitarie. Torino: Centro Scientifico Editore, collana Medici e gestione manageriale, 331 pp., ISBN 88-7640-577-1, ISBN 978-88-7640-577-8.
  • Marco Tieghi (2000). Il bilancio di esercizio delle aziende sanitarie pubbliche: uno schema di analisi. Bologna: Casa Editrice Clueb scarl, 340 pp., ISBN 88-491-1582-2, ISBN 978-88-491-1582-6.
  • Giorgio Casati (2000). Programmazione e controllo di gestione nelle aziende sanitarie. Milano: McGraw-Hill Italia, 328 pp., ISBN 978-88-386-2504-6.
  • Il management nell'azienda sanitaria. Aggiornato con il DL 229/1999 (riforma Bindi) (2000). Milano: Giuffrè, 298 pp., ISBN 88-14-08071-2.
  • Antonio Nardone, Carlo Parenti e Carmine Ippolito (2000). La disciplina amministrativa e tributaria delle aziende sanitarie locali e delle aziende ospedaliere. Milano: Giuffrè, 172 pp., ISBN 88-14-08226-X, ISBN 978-88-14-08226-9.
  • Giovani Ottone (1998). Controllo di gestione del pronto soccorso. Torino: Centro Scientifico Editore, collana Medici e gestione manageriale, nº 5, 38 pp., ISBN 88-7640-407-4.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85059600