Apri il menu principale

Un amplification attack (attacco con amplificazione) è un tipo di attacco informatico appartenente alla famiglia dei denial of service in cui la quantità di dati generati dall'attaccante è inferiore a quella che colpisce la vittima (si parla appunto di amplificazione).

In generale la tecnica sfrutta l'IP spoofing per creare dei pacchetti che colpiscono un host intermedio. A causa della falsificazione dell'indirizzo la risposta perverrà alla vera vittima (questa tecnica si chiama reflection attack). Se i pacchetti di risposta sono più grossi di quelli iniziali si è in presenza dell'amplificazione. Se definiamo la banda impiegata dall'attaccante e la banda che colpisce la vittima si definisce il rapporto di amplificazione. Es. se l'attaccante impiega una banda pari a 100 e la vittima subisce una banda di 110 il rapporto di amplificazione è del 10%.

Questo attacco (normalmente lanciato in maniera distribuita in rete) ha come vantaggio quello di richiedere all'attaccante una banda inferiore a quella che effettivamente colpisce la vittima.

È possibile effettuare l'amplificazione sfruttando numerosi protocolli di rete, di cui riportiamo una lista:

NoteModifica

  1. ^ (EN) Copia archiviata, su csie.ncu.edu.tw. URL consultato il 19 aprile 2009 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2009).
  2. ^ (EN) Copia archiviata (PDF), su isotf.org. URL consultato il 20 marzo 2006 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2010).
  3. ^ (EN) https://tools.ietf.org/html/rfc5393
  Portale Sicurezza informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicurezza informatica