An Post

società postale pubblica irlandese
An Post
Logo
StatoIrlanda Irlanda
Forma societariaazienda pubblica
Fondazione1984
Sede principaleDublino
Persone chiave
  • Dermot Divilly, presidente
  • David McRedmond, amministratore delegato
Settoreservizi postali, corriere
Fatturato840 milioni € (2017)
Utile netto84 milioni €[1] (2017)
Dipendenti7 600 (2017)
Sito webwww.anpost.com/ e www.anpost.com/?lang=ga-ie

An Post è la società postale pubblica della Repubblica d'Irlanda, membro dell'Unione postale universale. I servizi offerti includono la semplice corrispondenza, la spedizione di pacchi, conti di deposito e l'EMS, il servizio di posta espressa internazionale.

DescrizioneModifica

An Post venne creata nel 1984 quando, sotto i termini del "Postal & Telecommunications Services Act" del 1983, i servizi postali del Dipartimento delle poste e dei telegrafi vennero suddivisi tra An Post e Telecom Éireann, l'operatore delle telecomunicazioni corrispondente all'attuale Eir. Durante i primi anni dello Stato libero d'Irlanda, il Dipartimento delle poste e dei telegrafi era il più importante ministero del paese e gli impiegati (per la maggior parte postini) costituivano la maggioranza del servizio civile. Proprio per questo l'Ufficio postale in Irlanda è stata sotto il controllo di vari mastri di posta, irlandesi e britannici, stabilendo come primo mastro Evan Vaughan del 1638, anno generalmente accettato per essere quella dell'istituzione semi formale di un servizio postale in Irlanda.[2] L'atto postale di Oliver Cromwell del 1657 creò il General Post Office per i tre regni di Irlanda, Scozia e Inghilterra, confermato poi dal re Carlo II e dal parlamento con il Post Office Act del 1660.

Oggi An Post rimane una delle più grandi compagnie irlandesi, nonostante abbia subito dei ridimensionamenti. Nel 2014, tutte le sussidiarie di An Post ottennero un profitto per la prima volta dopo 8 anni. Ci sono attualmente 1 100 uffici postali e 121 agenti postali in tutta la Repubblica.

Il governo irlandese annunciò l'introduzione di un sistema a codice postale a partire dal 2008[3] nonostante An Post l'abbia considerato non necessario.[4] Il sistema verrà introdotto soltanto dal 13 luglio 2015, dopo circa dieci anni di ritardi.[5]

Tutti i pacchi in arrivo in Irlanda passano attraverso il centro postale della An Post a Port Laoise, dove gli ufficiali della dogana sono pronti ad ispezionarli.[6]

Sussidiarie e joint ventureModifica

An Post è coinvolta in operazioni di joint venture e possiede numerose sussidiarie, di cui la maggior parte sono di sua completa proprietà mentre altre sono partecipate da terzi come la An Post National Lottery Company e la Prize Bond Company Limited.

An Post National Lottery CompanyModifica

An Post ha avuto la licenza da parte del Ministero delle finanze irlandese di gestire la lotteria nazionale tramite la An Post National Lottery Company fino al febbraio 2014. Tutti gli impiegati della sussidiaria provenivano dalla An Post e venivano pagati da quest'ultima e non dalla sussidiaria. Dal 2014, la lotteria nazionale è gestita dalla Premier Lotteries Ireland di cui An Post è un azionista.

An Post Transaction ServicesModifica

 
Una piccola cassetta delle lettere An Post attaccata ad un palo elettrico.

Nel 2003, An Post organizzò una nuova divisione per gestire il proprio business postale e finanziario con il nome "An Post Transaction Services" o "PostTS" . L'azienda cambiò il marchio della sua rete di uffici postali in "Post Office" o "Oifig an Phoist" con un nuovo logo bianco e rosso, e introdusse i servizi bancari in collaborazione con Allied Irish Banks. L'azienda introdusse anche la possibilità di usufruire di alcuni servizi postali presso i PostPoint delle edicole. PostTS si è oltretutto espansa anche al di fuori del territorio irlandese, aprendo filiali in Spagna e Regno Unito che venderà nel 2005.

In seguito a delle critiche, venne annullato il rebranding e ripristinato il logo tradizionale della An Post negli uffici postali, anche se il simbolo bianco e rosso è ancora utilizzato per il sito della compagnia BillPay.ie e per i PostPoint. Il design originale degli uffici PostTS dove predominava la scritta in inglese "PostOffice", venne sostituito con il marchio in irlandese "OifiganPhoist", con la traduzione sia in irlandese che in inglese (il logo PostOffice è ancora visibile sulle piccole insegne). Ad oggi l'operazione di rebranding è stata conclusa.

GeodirectoryModifica

Gestito da An Post e Ordnance Survey Ireland, Geodirectory è un servizio che offre un database di edifici e indirizzi presenti in Irlanda, con i loro dati di geolocalizzazione.[7] Possiede un archivio di 2,2 milioni di proprietà servite dalla posta.[8] GeoDirectory assegna a ciascuna proprietà la sua propria "impronta digitale" – un unico indirizzo verificato in un formato standard, assieme al Geocode che identifica ogni proprietà nel paese.[9] Geodirectory possiede inoltre un'applicazione mobile pluripremiata chiamata GeoFindIT.[10]

PostbankModifica

 
Ufficio postale a Prosperous, contea di Kildare.

Il 5 ottobre 2006 An Post firmò un accordo finale per la creazione di una joint venture con la Fortis per offrire servizi finanziari attraverso la rete degli uffici postali, mettendo a disposizione del mercato irlandese un'ampia gamma di prodotti finanziari tra cui attività bancarie, risparmi, assicurazioni, mutui e carte di credito.[11] PostPoint e la compagnia di assicurazioni, One Direct, diventarono parte della nuova società che ha avuto accesso a tutta la rete degli uffici postali.[12]

Il 29 aprile 2007, venne organizzato un incontro stampa per il lancio della nuova banca Postbank Ireland Ltd, (per distinguersi da altre aziende dal nome simile come Deutsche Postbank) e il 12 maggio 2008 furono aperti i primi conti correnti.

Con il fallimento della Fortis, Postbank divenne una joint venture 50 e 50 tra An Post e BNP Paribas e introdusse i conti di risparmio, i depositi a tempo determinato e nuove carte di credito aderenti al circuito Visa oltre a assicurazioni sull'auto, casa e vita.

Il 26 febbraio 2010 venne annunciata la chiusura dell'unità Postbank e non sono stati accettati nuovi clienti a partire da quella data, cessando definitivamente le attività alla fine di dicembre.[13]

Licenza televisivaModifica

La licenza televisiva irlandese è amministrata dalla An Post, responsabile dei ricavi, ispezioni e prosecuzione legale nel caso degli evasori del canone della RTÉ.

Servizio autopostaleModifica

Tra il 1982 e 2004 la compagnia gestiva una tratta autopostale che collegava Ennis con parti della contea di Clare.[14]

Azioni legaliModifica

La Commission for Communications Regulation (ComReg) lanciò nel febbraio del 2012 dei provvedimenti legali contro An Post sulla qualità dei suoi servizi: la compagna postale affermò che era "perplessa" per la decisione della commissione.[15]

NoteModifica

  1. ^ An Post, An Post Annual Report 2017 (PDF), su anpostmedia.com. URL consultato il 17 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2018).
  2. ^ Stephen Ferguson, The post office in Ireland : an illustrated history, 1959, ISBN 978-1-911024-41-5.
  3. ^ Copia archiviata, su dcenr.gov.ie. URL consultato il 6 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2009).
  4. ^ An Post is against codes plan, in RTÉ. URL consultato il 15 gennaio 2007.
  5. ^ (EN) Department of Communications, Energy and Natural Resources (a cura di), Postcodes, su dcenr.gov.ie (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2010).
  6. ^ (EN) Man held here in Silk Road 'dark web' probe, in Sunday Independent, 22 dicembre 2013.
  7. ^ (EN) GeoDirectory, su geodirectory.ie. URL consultato il 28 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2018).
  8. ^ FAQ, su cso.ie. URL consultato il 28 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2018).
  9. ^ Maps, su geodirectory.ie.
  10. ^ (EN) GeoFindIt App, su web.archive.org (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2016).
  11. ^ (EN) An Post Fortis Signing, su anpost.ie, An Post, 5 ottobre 2006. URL consultato il 29 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2018).
  12. ^ fortis.com, http://www.fortis.com/press/info/UK_FORTIS_ANPOST_05102006.pdf.
  13. ^ Postbank to 'wind down' by end of year, in RTÉ, 26 febbraio 2010.
  14. ^ "Last stop for post bus as bossess put brakes on service", Indipendent.
  15. ^ ComReg in legal action over An Post service, RTÈ.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica