Apri il menu principale

Presso la religione induista, Ānanda è un termine sanscrito che letteralmente significa "beatitudine"; esso indica un tipo di beatitudine spirituale e trascendente, non paragonabile alle gioie transitorie del mondo fenomenico.

Spesso ci si riferisce ad Ānanda come a quello stato di profonda, imperturbabile "gioia beata" che si raggiunge negli stadi più elevati della meditazione (Dhyāna), gioia che scaturisce dal Samādhi (fusione del meditante con l'oggetto meditato).

Voci correlateModifica