Ancelle dell'Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria

Le ancelle dell'Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria (in polacco Siostry Służebniczeki Niepokalanego N.M.P.) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio.[1]

Cenni storiciModifica

Le congregazione deriva da quella delle ancelle dell'Immacolata Concezione delle Vergine Maria, fondata da Edmund Bojanowski a Gostyń il 3 maggio 1850.[2]

Dopo la separazione dei rami di Slesia, di Galizia e di Dębica, la casa generalizia delle ancelle dell'Immacolata Concezione della Polonia Maggiore fu stabilita a Pleszew.[3]

Nel 1919 la Polonia ottenne l'indipendenza e la congregazione di Pleszew conobbe un periodo di grande fioritura, interrotto dall'occupazione tedesca del 1939 e poi dall'avvento al potere del partito comunista, che nazionalizzò le scuole e gli ospedali.[3]

L'istituto ottenne il pontificio decreto di lode l'8 luglio 1931 e l'approvazione definitiva della Santa Sede il 2 luglio 1940.[3]

Attività e diffusioneModifica

Le suore si dedicano principalmente all'istruzione e all'educazione cristiana della gioventù.[3]

Oltre che in Polonia, sono presenti in Bielorussia, in Brasile, in Italia, in Kazakistan e in Svezia;[4] la sede generalizia è a Luboń.[1]

Alla fine del 2008 la congregazione contava 373 religiose in 60 case.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1581.
  2. ^ B. Synowiec, DIP, vol. I (1974), col. 572.
  3. ^ a b c d M.M. Kornacka, DIP, vol. I (1974), col. 574.
  4. ^ Posługiwanie, su siostry-maryi.pl. URL consultato il 12 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2013).

BibliografiaModifica

  • Annuario pontificio per l'anno 2010, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli istituti di perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN157180450 · WorldCat Identities (EN157180450
  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo