Apri il menu principale
André Cools
Andre Cools.jpg
André Cools nella Maison du Peuple di Saint-Gilles, probabilmente nei primi anni settanta

Sindaco di Flémalle
Durata mandato 1977 –
1991
Successore Hubert Beulers

Presidente del Partito Socialista
Durata mandato 1978 –
1981
Predecessore fondazione del partito
Successore Guy Spitaels

Co-Presidente del Partito Socialista Belga
Durata mandato 1977 –
1977
Predecessore André Cools et Willy Claes
Successore André Cools
(Presidente del Partito Socialista)

Durata mandato 1975 –
1977
Predecessore Jos Van Eynde et André Cools
Successore André Cools et Karel Van Miert

Durata mandato 1973 –
1975
Predecessore Jos Van Eynde e Edmond Leburton
Successore André Cools e Willy Claes

Vice primo ministro del Belgio
Durata mandato 20 gennaio 1972 –
26 gennaio 1973
Capo del governo Gaston Eyskens
Predecessore André Cools
Successore Willy De Clercq

Durata mandato 27 gennaio 1969 –
20 gennaio 1972
Capo del governo Gaston Eyskens
Predecessore Willy De Clercq
Successore André Cools

Dati generali
Partito politico Partito Socialista Belga
Partito Socialista

André Cools (Flémalle, 1º agosto 1927Liegi, 18 luglio 1991) è stato un politico belga. Presidente del Partito Socialista dal 1973 al 1978, morì assassinato a Liegi. Il suo soprannome che circolava nell'ambiente politico e giornalistico era quello di Le maître de Flémalle.

Colls fu ministro delle Finanze dal 1968 al 1971 e Vice primo ministro del Belgio dal 1969 al 1973, Presidente del Consiglio vallone dal 1982 al 1985 e ministro del governo della regione della stessa Vallonia dal 1988 al 1990.

Le indagini condotte dalla polizia sul suo assassinio portarono alla luce diversi scandali a sfondo economico e politico (il più eclatante dei quali fu quello relativo alle procedure di acquisto da parte dell'esercito belga di elicotteri prodotti dall'azienda italiana Agusta).

Ricevette il titolo di ministro onorario dello Stato belga nel 1983.

BiografiaModifica

Il nonno di Cools era un operaio di miniera di Marihaye e i genitori gestivano la Maison du Peuple di Flémalle-Haute, André Cools crebbe in un realtà socialista e operaia.

È stato ministro del Bilancio dal 1968 al 1971, Vice primo ministro del Belgio dal 1969 al 1972, Presidente del Partito Socialista Belga dal 1973 al 1978 e dal 1978 al 1981 del Partito Socialista e Presidente del Parlamento vallone dal 1982 al 1985. Ha anche ricevuto il titolo onorifico di Ministro di Stato nel 1983. Ha ricevuto l'onorificenza di Grande Ufficiale dell'Ordine di Leopoldo e la Gran Croce dell'Ordine di Leopoldo II. Ha ricoperto la carica di deputato durante la 47ª legislatura della Camera dei rappresentanti. Al momento della sua morte, era sindaco di Flémalle, cittadina alla periferia di Liegi e ministro vallone del governo locale e del lavoro sovvenzionato.

È stato a volte soprannominato il "Maestro di Flémalle", per analogia con il soprannome del pittore Robert Campin. È stato membro del Royal Standard Club Liégeois (16) dal 1º agosto 1943 al 21 settembre 1952, ha anche praticato pallamano presso il Royal Olympic Club Flémalle (6) nel 1950.

Lo scandalo della Agusta Affaire, in cui è stato coinvolto, scoppiò subito dopo la sua morte.

OmicidioModifica

André Cools è stato assassinato a colpi di proiettile il 18 luglio 1991 alle 7:25 da due persone sulla Avenue de l'Observatoire (zona Torretta). La sua compagna rimase gravemente ferita.

Un'unità speciale di sei ufficiali di polizia giudiziaria e penale chiamata "Cellula Cools" fu organizzata ed impostata a seguito dell'assassinio, posta sotto la tutela del giudice Véronique Ancia, giudice di guardia al momento dei fatti.

Il 1º giugno 1994, il giudice Conrotte ha emesso un mandato d'arresto nei confronti di Silvio de Benedictis, un commerciante di La Louvière è già stato in precedenza accusato in un caso di titoli rubati.

Due persone vennero condannate dalla Tunisia nel giugno 1998 per aver perpetrato l'omicidio di André Cools e il tentato omicidio della sua compagna, scontando una pena di venticinque anni di carcere a Tunisi a questi completati quattro.

I due assassini, Ben Abdelmajid Amine El Rajib e Ben Abdeljalil, erano stati commissionati dalla mafia italiana per lavoro stagionale ad Agrigento, in Sicilia, al momento della raccolta degli agrumi. André Cools era stato presentato a loro come un trafficante di droga.

Nel 2004, Richard Taxquet, ex segretario particolare del ministro Alain Van der Biest, Pino di Mauro, ex pilota del ministro, Cosimo Solazzo e Domenico Castellino sono stati condannati a 20 anni di carcere per aver organizzato l'omicidio, mentre Luigi Contrino e Carlo Todarello sono stati condannati a cinque anni di carcere. Il suicidio di Alain Van der Biest avvenne al largo delle azioni legali contro di lui nel 2002.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN6673539 · ISNI (EN0000 0000 7859 2764 · LCCN (ENn97022540 · GND (DE119199238 · BNF (FRcb119629122 (data) · WorldCat Identities (ENn97-022540