Apri il menu principale

André Gomes

calciatore portoghese
André Gomes
André Filipe Tavares Gomes.jpg
André Gomes con la nazionale portoghese nel 2017
Nazionalità Portogallo Portogallo
Altezza 188 cm
Peso 84[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Everton
Carriera
Giovanili
2005-2008Porto
2008-2009non conosciuta Pasteleira
2009-2011Boavista
2011-2012Benfica
Squadre di club1
2012-2013Benfica B17 (8)
2013-2014Benfica14 (2)
2014-2016Valencia63 (7)
2016-2018Barcellona46 (3)
2018-Everton35 (1)
Nazionale
2010Portogallo Portogallo U-172 (0)
2010-2011Portogallo Portogallo U-186 (1)
2011-2012Portogallo Portogallo U-199 (3)
2012-2013Portogallo Portogallo U-2014 (1)
2013-2014Portogallo Portogallo U-216 (1)
2014-Portogallo Portogallo29 (0)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Francia 2016
Transparent.png Confederations Cup
Bronzo Russia 2017
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 novembre 2019

André Filipe Tavares Gomes, noto semplicemente come André Gomes (Porto, 30 luglio 1993), è un calciatore portoghese, centrocampista dell’Everton. Con la nazionale portoghese, si è laureato campione d'Europa nel 2016.

Caratteristiche tecnicheModifica

Abile con entrambi i piedi, è un centrocampista moderno box-to-box dalla impostazione classica completo in ogni suo aspetto; molto forte fisicamente e rapido nei movimenti sullo stretto, è dotato di un'ottima tecnica individuale e di un buon tiro dalla lunga distanza. Bravo nel tempismo degli inserimenti senza palla, sa svolgere entrambe le fasi offensiva e difensiva.[2][3][4][5][6]

Queste caratteristiche lo fanno ritenere uno dei migliori centrocampisti-registi box-to-box al mondo.[7][8]

CarrieraModifica

ClubModifica

Comincia la carriera calcistica, militando nelle giovanili di Porto e Boavista. Nel 2011 viene acquistato dal Benfica per cinquantamila euro.[9] Esordisce il 28 luglio 2012 in una amichevole contro il Gil Vicente[10] e trascorre la sua prima stagione sia con la squadra delle riserve (militante in seconda divisione), sia in prima squadra. Segna il suo primo gol con il Benfica B contro il Braga B,[11] nella partita terminata 2-2. Nel corso della stagione 2012-2013 gioca anche 2 partite in Champions League e 3 partite, tutte da titolare, in Europa League, competizione nella quale la sua squadra arriva in finale e perde contro il Chelsea. L'anno seguente disputa 2 partite in Champions League e 6 partite in Europa League, senza mai segnare.

Il 16 luglio 2014 passa in prestito al Valencia. Termina la prima stagione con 37 presenze (tra campionato e coppa) e 4 reti. Il 12 giugno dell'anno successivo, dopo un'ottima annata, viene riscattato dal club spagnolo, con cui firma un contratto fino al 30 giugno 2020.[12]

Il 21 luglio 2016 viene reso noto il suo acquisto da parte del Barcellona. L'accordo è trovato per circa 35 milioni più 20 di bonus legati al raggiungimento di determinati traguardi sportivi.[13][14][15] Il 17 agosto 2016 esordisce con i catalani giocando la partita di Supercoppa di Spagna contro il Siviglia, vinta per 3-0 grazie anche al suo coinvolgimento nelle azioni di due dei tre gol. Il 19 marzo 2017 segna il primo gol con la maglia del Barcellona, nella partita vinta per 4-2 in casa contro il Valencia, suo ex club. Nella finale di Coppa di Spagna, vinta per 3-1 contro l'Alavés, subentra e fornisce l'assist per il secondo gol del match, quello di Neymar. Trova poco spazio in squadra anche nella stagione 2017-2018, in cui colleziona solo 12 presenze in campionato.

Il 9 agosto 2018 si trasferisce in prestito all'Everton per un anno, in cambio di 2,2 milioni di euro[16]. Il 2 febbraio 2019 segna la sua prima rete in Premier League, nella partita interna persa per 3-1 contro il Wolverhampton. Nel giugno successivo, viene riscattato dai Toffees per 25 milioni di euro, firmando con la società inglese un nuovo contratto della durata di cinque anni.[17]

Il 3 novembre 2019, durante la partita di campionato tra Everton e Tottenham, riporta al minuto 79º una frattura scomposta alla gamba e alla caviglia destra, in seguito ad un intervento del calciatore sudcoreano Son Heung-min.[18]

NazionaleModifica

Ha giocato con le rappresentative giovanili dall'Under-17 all'Under-21, giocando anche l'Europeo Under-19 2012.

Il 6 febbraio 2013 ha ricevuto la sua prima convocazione in nazionale maggiore, per un'amichevole contro l'Ecuador.[19] Viene convocato per gli Europei 2016 in Francia.[20] Il 10 luglio si laurea campione d'Europa dopo la vittoria in finale sulla Francia padrona di casa per 1-0, ottenuta grazie al goal decisivo di Éder durante i tempi supplementari.[21]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 3 novembre 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2012-2013   Benfica B SL 9 3 - - - - - - - - - 9 3
2013-2014 SL 8 5 - - - - - - - - - 8 5
Totale Benfica B 17 8 17 8
2012-2013   Benfica PL 7 1 CP+CdL 3+2 0 UCL+UEL 2+3 0 - - - 17 1
2013-2014 PL 7 1 CP+CdL 4+3 1+0 UCL+UEL 2+7 0 - - - 23 2
Totale Benfica 14 2 12 1 14 0 - - 40 3
2014-2015   Valencia PD 33 4 CR 4 0 - - - - - - 37 4
2015-2016 PD 30 3 CR 4 0 UCL+UEL 4+3 1+1 - - - 41 5
Totale Valencia 63 7 8 0 7 2 - - 78 9
2016-2017   Barcellona PD 30 3 CR 8 0 UCL 8 0 SS 1 0 47 3
2017-2018 PD 16 0 CR 5 0 UCL 9 0 SS 1 0 31 0
Totale Barcellona 46 3 13 0 17 0 2 0 78 3
2018-2019   Everton PL 27 1 FACup+CdL 2+0 0 - - - - - - 29 1
2019-2020 PL 8 0 FACup+CdL 0+1 0 - - - - - - 9 0
Totale Everton 35 1 3 0 - - - - 38 1
Totale carriera 175 21 36 1 38 2 2 0 251 24

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Portogallo
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
7-9-2014 Aveiro Portogallo   0 – 1   Albania Qual. Euro 2016 -
11-10-2014 Saint-Denis Francia   2 – 1   Portogallo Amichevole -   46’
18-11-2014 Manchester Argentina   0 – 1   Portogallo Amichevole -   66’
31-3-2015 Estoril Portogallo   0 – 2   Capo Verde Amichevole -   79’
29-3-2016 Leiria Portogallo   2 – 1   Belgio Amichevole -   75’
29-5-2016 Porto Portogallo   3 – 0   Norvegia Amichevole -   79’
2-6-2016 Londra Inghilterra   1 – 0   Portogallo Amichevole -   46’
8-6-2016 Lisbona Portogallo   7 – 0   Estonia Amichevole -
14-6-2016 Saint-Étienne Portogallo   1 – 1   Islanda Euro 2016 - 1º turno -   84’
18-6-2016 Parigi Portogallo   0 – 0   Austria Euro 2016 - 1º turno -   83’
22-6-2016 Lione Ungheria   3 – 3   Portogallo Euro 2016 - 1º turno -   61’
25-6-2016 Lens Croazia   0 – 1 dts   Portogallo Euro 2016 - Ottavi di finale -   50’
6-7-2016 Lione Portogallo   2 – 0   Galles Euro 2016 - Semifinale -   74’
1-9-2016 Porto Portogallo   5 – 0   Gibilterra Amichevole -   63’
7-10-2016 Aveiro Portogallo   6 – 0   Andorra Qual. Mondiali 2018 -   66’
10-10-2016 Tórshavn Fær Øer   0 – 6   Portogallo Qual. Mondiali 2018 -
13-11-2016 Faro Portogallo   4 – 1   Lettonia Qual. Mondiali 2018 -   87’
25-3-2017 Lisbona Portogallo   3 – 0   Ungheria Qual. Mondiali 2018 -   86’
28-3-2017 Funchal Portogallo   2 – 3   Svezia Amichevole -   79’
3-6-2017 Estoril Portogallo   4 – 0   Cipro Amichevole -   46’
9-6-2017 Riga Lettonia   0 – 3   Portogallo Qual. Mondiali 2018 -
18-6-2017 Kazan' Portogallo   2 – 2   Messico Conf. Cup 2017 - 1º turno -   93’
18-6-2017 Mosca Russia   0 – 1   Portogallo Conf. Cup 2017 - 1º turno -
28-6-2017 Kazan' Portogallo   0 – 0 dts
(0 – 3 dcr)
  Cile Conf. Cup 2017 - Semifinale -   117’
2-7-2017 Mosca Portogallo   2 – 1 dts   Messico Conf. Cup 2017 - Finale 3º posto -   82’
31-8-2017 Porto Portogallo   5 – 1   Fær Øer Qual. Mondiali 2018 -   73’
10-10-2017 Lisbona Portogallo   2 – 0   Svizzera Qual. Mondiali 2018 -   75’
23-3-2018 Zurigo Portogallo   2 – 1   Egitto Amichevole -   62’
26-3-2018 Ginevra Portogallo   0 – 3   Paesi Bassi Amichevole -   46’
Totale Presenze 29 Reti 0

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Copia archiviata, su valenciacf.com. URL consultato il 24 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2016).
  2. ^ Napoli, Andrè Gomes: qualità e quantità per Sarri, su m.calciomercato.it. URL consultato il 24 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 18 agosto 2016).
  3. ^ André Gomes, il centrocampista che studia da Rui Costa, su it.sports.yahoo.com. URL consultato il 24 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 23 agosto 2016).
  4. ^ Juve, Marotta blinda il futuro. Bloccato André Gomes, su gazzetta.it. URL consultato il 24 luglio 2016.
  5. ^ uefa.com, UEFA Champions League - Notizie – UEFA.com, su it.uefa.com, 22 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  6. ^ Juventus, si chiude per Dani Alves. Mascherano e André Gomes, strada in salita, su repubblica.it, 29 maggio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  7. ^ http://www.calciomercato.com/news/napoli-su-andre-gomes-ecco-chi-e-741013
  8. ^ http://www.generazioneditalenti.it/andre-gomes-1993-portogallo/
  9. ^ Tuttomercatoweb, su tuttomercatoweb.com.
  10. ^ Referto VICENTE- Benfica
  11. ^ Referto Benfica B-Braga B
  12. ^ Comunicado Oficial - André Gomes valenciacf.com
  13. ^ Ten things you need to know about André Gomes | FCB, su www.fcbarcelona.com. URL consultato il 24 luglio 2016.
  14. ^ Agreement with Valencia for André Gomes | FCB, su www.fcbarcelona.com. URL consultato il 24 luglio 2016.
  15. ^ Barcellona: accordo per Andre Gomes - Calcio, su ansa.it, 22 luglio 2016. URL consultato il 24 luglio 2016.
  16. ^ https://www.gazzetta.it/Calcio/Premier-League/09-08-2018/everton-barcellona-yerry-mina-andre-gomes-29034632649.shtml
  17. ^ https://it.onefootball.com/%F0%9F%9A%A8ufficiale-andre-gomes-alleverton-per-25-milioni-di-euro/
  18. ^ https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/calcio-estero/premier-league/2019/11/04-63029252/andre_gomes_intervento_riuscito_perfettamente_dopo_il_brutto_infortunio/
  19. ^ « Gesù mi ha insegnato molte cose» - André Gomes, su abola.pt. URL consultato il 19 giugno 2013 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2013).
  20. ^ (PT) Euro-2016: os 23 convocados, fpf.pt. URL consultato il 18 maggio 2016.
  21. ^ Euro 2016, Portogallo campione: 1-0 alla Francia, Eder gol ai supplementari, gazzetta.it, 10 luglio 2016. URL consultato l'11 luglio 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica