Andrea Vavassori

tennista italiano

Andrea Vavassori (Torino, 5 maggio 1995) è un tennista italiano.

Andrea Vavassori
Andrea Vavassori nel 2023
Nazionalità Bandiera dell'Italia Italia
Altezza 193 cm
Peso 78 kg
Tennis
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 7-8 (46.67%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 128º (19 giugno 2023)
Ranking attuale ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open Q3 (2024)
Bandiera della Francia Roland Garros 2T (2023)
Bandiera del Regno Unito Wimbledon 1T (2022)
Bandiera degli Stati Uniti US Open Q2 (2023)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 69-52 (57.02%)
Titoli vinti 4
Miglior ranking 23º (19 febbraio 2024)
Ranking attuale ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open F (2024)
Bandiera della Francia Roland Garros 2T (2022)
Bandiera del Regno Unito Wimbledon 2T (2022, 2023)
Bandiera degli Stati Uniti US Open 3T (2022)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte 2–2 (50%)
Titoli vinti 0
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open 2T (2024)
Bandiera della Francia Roland Garros -
Bandiera del Regno Unito Wimbledon 2T (2023)
Bandiera degli Stati Uniti US Open -
Palmarès
 ATP Cup
Argento ATP Cup 2021
 United Cup
Argento United Cup 2023
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 21 febbraio 2024

Ha ottenuto i migliori risultati in doppio, specialità in cui ha vinto quattro tornei del circuito maggiore e ha raggiunto la finale agli Australian Open, in coppia con Simone Bolelli, con il 23º posto nel ranking ATP ottenuto nel febbraio 2024, e diversi titoli conquistati nei circuiti Challenger e ITF. In singolare ha disputato due quarti di finale nel circuito ATP ed è stato 128º del ranking nel giugno 2023.

Carriera modifica

2011-2015: inizi da professionista modifica

Fa la sua prima apparizione tra i professionisti nel 2011 alle qualificazioni di un torneo ITF Futures nel 2011 ad Aosta. Inizia a giocare con continuità nel 2013 ed entra per la prima volta nel tabellone principale di un Futures al torneo Turkey F50, vincendo al primo turno nel torneo di doppio. In singolare l'esordio in un Futures avviene nel 2014, nel marzo 2015 vince il primo incontro al Futures Turkey F10. A luglio raggiunge la sua prima finale da professionista in coppia con Alessandro Luisi, perdendo in tre set contro Andrea Collarini/Tomas Lipovsek Puches all'Italy F18 di Modena. Il mese dopo perde la finale in doppio anche all'Italy F24 di Piombino. Verso fine anno disputa per la prima volta i quarti di finale in singolare in due tornei Futures egiziani.

2016: primi titoli ITF modifica

Nel febbraio 2016 alza il primo trofeo da professionista vincendo in coppia con George Van Massow la finale in doppio al Futures Great Britain F2 di Sunderland. Quell'anno disputa in totale 12 finali in doppio nei tornei Futures, si aggiudica 6 titoli e sale nella classifica mondiale fino al 316º posto in ottobre. In singolare perde in aprile la prima finale in carriera all'Egypt F11 contro Jaroslav Pospíšil, e durante la stagione perde altre due finali. In luglio esordisce nel circuito Challenger vincendo al primo turno nel torneo di doppio di Recanati, mentre in singolare viene eliminato al primo turno.

2017: primo titolo Challenger modifica

Nel luglio 2017 raggiunge la sua prima finale in un Challenger a Recanati con Julian Ocleppo, perdendo in tre set contro Jonathan Eysseric/Quentin Halys. Il 26 novembre 2017 vince il primo trofeo Challenger in coppia con Lorenzo Sonego ad Andria, battendo in finale per 6–3, 3–6, [10–7] Sander Arends/Sander Gillé. Grazie a questo successo termina la stagione al 174º posto mondiale, nuovo best ranking. Nel 2017 vince inoltre 5 delle 9 finali Futures disputate in doppio, mentre in singolare non va oltre le 4 semifinali giocate nei Futures.

2018: tre titoli Challenger modifica

Nel 2018, dopo la vittoria in doppio in un Futures egiziano in febbraio, si dedica quasi esclusivamente ai tornei Challenger. Deve aspettare fine aprile per la prima finale stagionale in un Challenger, che vince in coppia con Ocleppo a Francavilla al Mare superando in due set Ariel Behar/Máximo González. In maggio fa il suo esordio nel circuito maggiore grazie a una wild card per gli Internazionali d'Italia, e insieme a Ocleppo viene sconfitto al primo turno. In giugno perde con Attila Balázs la finale del Challenger di Poznan e il 1º luglio conquista il terzo Challenger in carriera vincendo con Ocleppo la finale a Milano. La coppia italiana si ripete tre settimane più tardi trionfando nella finale della San Benedetto Tennis Cup e il 30 luglio Vavassori porta il best ranking alla 115ª posizione mondiale. Nell'arco della stagione non ottiene risultati degni di nota in singolare.

2019: un titolo Challenger modifica

Comincia il 2019 arrivando in finale con Gonçalo Oliveira all'Orlando Open, nei mesi successivi raggiunge 4 semifinali e il 9 giugno vince il Poznań Open in coppia con David Vega Hernández. In questo Challenger polacco ottiene il suo risultato più significativo di inizio carriera in singolare raggiungendo la semifinale, persa in due set contro l'esperto Tommy Robredo, risultato con cui guadagna 56 posizioni nella classifica mondiale e porta il best ranking al 339º posto. Perde le finali in doppio a Milano in giugno, a Recanati in luglio, all'Aquila in agosto e a Brest in ottobre. La classifica rimane stabile a ridosso della top 100.

2020: quarti di finale al Masters 1000 di Roma, top 100 e un titolo Challenger modifica

Inizia il 2020 con la trasferta in Oceania,[1] al torneo ITF M15 di Te Anau perde la finale in singolare contro Luke Saville e vince quella in doppio in coppia Luca Margaroli, assieme al quale perde le finali ai Challenger di Numea e di Burnie. A metà gennaio aveva perso la semifinale in singolare a Bendigo contro il futuro vincitore Steve Johnson dopo aver eliminato nei quarti il nº 92 ATP Damir Džumhur, primo top 100 sconfitto in singolare. Il 10 febbraio raggiunge il suo miglior ranking in singolare al 278º posto. Il 23 febbraio perde con Margaroli la finale al Challenger di Bergamo. Dopo la lunga pausa dovuta alla pandemia di COVID-19, a settembre raggiunge per la prima volta i quarti di finale in un Masters 1000 in coppia con Sonego agli Internazionali d'Italia, dopo aver eliminato al primo turno le teste di serie nº 2 Rajeev Ram/Joe Salisbury. La settimana dopo perde la finale a Forlì insieme ad Andrej Golubev ed entra per la prima volta tra i top 100 del ranking. Eliminato al secondo turno del neonato ATP 250 Sardegna Open assieme a Sonego, vince l'ultimo Challenger della stagione a Maia in coppia con Zdeněk Kolář.

2021: un titolo ATP in doppio e debutto in un singolare ATP modifica

Nel gennaio 2021 arriva in semifinale all'Antalya Open (ATP 250) in coppia con Salvatore Caruso e sale al 90º posto del ranking. Il mese dopo viene convocato per la prima volta a rappresentare l'Italia all'ATP Cup[2] e viene sconfitto con Bolelli da Mahut / Roger-Vasselin. Il 10 febbraio vince il primo incontro in uno Slam agli Australian Open in coppia con Sonego contro Paire/Arneodo prima di perdere da Bolelli e González. Il 10 aprile vince il primo titolo ATP al Sardegna Open, in coppia con Lorenzo Sonego, superando in finale Bolelli/Gonzalez per 6–3, 6–4. Due settimane più tardi raggiunge con Matteo Berrettini la semifinale al 250 di Belgrado, risultati che lo portano al 70º posto mondiale. Nei successivi 9 tornei vince in totale due soli incontri e viene eliminato al primo turno agli Internazionali d'Italia, al Roland Garros e a Wimbledon.

Raggiunge quindi la semifinale al Challenger di Salisburgo e i quarti nei tornei ATP di Båstad e Kitzbühel. A settembre perde la finale in doppio al Challenger di Como e si aggiudica il titolo in quello di Tulln an der Donau in coppia con Dustin Brown. Il mese dopo, ancora con Brown, vince il Challenger di Napoli e perde la finale in quello di Ercolano, l'8 novembre porta il best ranking alla 69ª posizione. A novembre supera le qualificazioni e vince il suo primo match di singolare nel circuito maggiore all'ATP 250 di Stoccolma, contro Pavel Kotov per 6–3, 6–4, ed esce al secondo turno per mano di Denis Shapovalov. A fine mese conferma i progressi in singolare raggiungendo la semifinale al Challenger di Bari, che gli consente di portare il best ranking di specialità alla 262ª posizione, mentre viene sconfitto nella finale di doppio insieme a David Vega Hernández.

2022: una finale ATP, terzo turno agli US Open e top 60 in doppio; prime finali Challenger e top 200 in singolare modifica

Sconfitto al primo turno agli Australian Open, raggiunge i quarti di finale nei successivi tre tornei ATP in coppia con Sonego, in particolare all'ATP 500 di Rio de Janeiro dove eliminano al primo turno le teste di serie nº 2 Juan Sebastián Cabal / Robert Farah. In marzo perde in semifinale al Torino Challenger e a fine mese vince il titolo allo Zadar Open in coppia con Zdeněk Kolář. Ad aprile disputa a Marrakech la seconda finale nel circuito maggiore e in coppia con Jan Zieliński viene sconfitto in due set da Rafael Matos / David Vega Hernández. Un infortunio lo tiene fermo alcune settimane,[3] rientra al Roland Garros e in coppia con Sonego viene sconfitto al secondo turno dopo aver eliminato gli specialisti Matthew Ebden / Max Purcell. In coppia con Nikola Cacic esce al secondo turno anche a Wimbledon, dove supera le qualificazioni in singolare e viene sconfitto al primo turno del main draw. Vince quindi il torneo di doppio al Challenger di Verona assieme a Luis David Martínez.

A fine luglio disputa a San Benedetto del Tronto la sua prima finale Challenger in singolare e raccoglie solo due giochi contro Raul Brancaccio. La settimana successiva vince il Challenger di Cordenons assieme a Dustin Brown e perde la seconda finale consecutiva in singolare, questa volta contro Zhang Zhizhen. Con questi risultati ritocca il best ranking in entrambe le specialità, salendo al 176º posto in singolare e al 63º in doppio. Alla sua prima partecipazione agli US Open, dove gioca assieme a Sonego, raggiunge per la prima volta il terzo turno in uno Slam dopo aver eliminato le teste di serie nº 9 Bopanna / Middelkoop. A settembre vince assieme a Brown i Challenger 125 di Stettino e Genova, superando in entrambe le finali Jebavý / Pavlásek, e porta il best ranking alla 51ª posizione. Il mese successivo raggiunge con Sonego le semifinali nei tornei ATP di Firenze, nel quale battono nei quarti Mektic / Pavic, e di Napoli, perdendo in entrambe le occasioni dopo incontri equilibrati contro Ivan Dodig / Austin Krajicek.

2023: due titoli ATP e 41º in doppio, primo quarto di finale ATP in singolare modifica

Gioca i primi tornei stagionali assieme a Marcelo Demoliner, con il quale esce al secondo turno agli Australian Open e raggiunge la semifinale all'Argentina Open, persa contro Bolelli e Fognini. A marzo vince il secondo titolo nel circuito maggiore al Chile Open con Andrea Pellegrino superando in finale Thiago Seyboth Wild e Matias Soto al terzo set. Con Luciano Darderi perde la finale di doppio al Viña del Mar Challenger, dove esce in semifinale in singolare. Continua l'ascesa nel ranking ad aprile, quando si impone con Demoliner anche all'ATP 250 di Marrakech con il successo in tre set in finale contro Alexander Erler e Lucas Miedler. Nel torneo marocchino raggiunge inoltre per la prima volta i quarti di finale nel circuito maggiore in singolare: elimina la testa di serie nº 8 Nicolás Jarry, Jaume Munar e cede in due set a Daniel Evans. Perde la finale in doppio al successivo Challenger 125 di Oeiras. Al Masters 1000 di Madrid, dopo essersi qualificato per il tabellone principale, elimina l'ex nº 1 del mondo Andy Murray e perde al secondo turno contro Daniil Medvedev. Esce al secondo turno in doppio assieme ad Andrea Pellegrino agli Internazionali d'Italia.

Il 30 maggio ottiene la sua prima vittoria in singolare in un torneo del Grande Slam al Roland Garros, eliminando la testa di serie nº 31 Miomir Kecmanović dopo oltre 5 ore di gioco[4] ed esce di scena al secondo turno; la settimana successiva porta il miglior ranking di singolare alla 128ª posizione. A fine giugno disputa in coppia con Simone Bolelli la sua prima finale di doppio in un torneo ATP 500 ad Halle, e viene sconfitto nel set decisivo da Marcelo Melo / John Peers Continua l'ascesa nel ranking di doppio a luglio, quando ancora con Bolelli raggiunge la finale all'ATP di Umago e vengono sconfitti da Blaž Rola / Nino Serdarušić; a fine torneo sale al 41º posto mondiale.

2024: finale agli Australian Open e un titolo ATP in doppio modifica

Insieme a Simone Bolelli si spinge fino alla finale nel doppio degli Australian Open dove viene sconfitto in 2 set dalla coppia Rohan Bopanna / Matthew Ebden con un punteggio di 7–6(0), 7–5.[5]

Agli Argentina Open di Buenos Aires passa le qualificazioni e, nel tabellone principale, batte sia il brasiliano Thiago Seyboth Wild in due set, sia Laslo Đere, testa di serie numero 7, salvo poi essere sconfitto ai quarti di finale da Carlos Alcaraz 7–6(1), 6–1.[6] Nel doppio, invece, riesce a conquistare, insieme a Simone Bolelli, il suo quarto titolo ATP 250 in finale contro la coppia Marcel Granollers / Horacio Zeballos con un punteggio di 6–2, 7–6(6).[7]

Statistiche modifica

Aggiornate al 18 febbraio 2024.

Doppio modifica

Vittorie (4) modifica

Legenda doppio
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP Tour 500 (0)
ATP Tour 250 (4)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 10 aprile 2021   Sardegna Open, Cagliari Terra rossa   Lorenzo Sonego   Simone Bolelli
  Andrés Molteni
6–3, 6–4
2. 4 marzo 2023   Chile Open, Santiago del Cile Terra rossa   Andrea Pellegrino   Thiago Seyboth Wild
  Matias Soto
6–4, 3–6, [12–10]
3. 8 aprile 2023   Grand Prix Hassan II, Marrakech Terra rossa   Marcelo Demoliner   Alexander Erler
  Lucas Miedler
6–4, 3–6, [12–10]
4. 18 febbraio 2024   Argentina Open, Buenos Aires Terra rossa   Simone Bolelli   Marcel Granollers
  Horacio Zeballos
6–2, 7–6(6)

Finali perse (4) modifica

Legenda doppio
Grande Slam (1)
ATP Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP Tour 500 (1)
ATP Tour 250 (2)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 9 aprile 2022   Grand Prix Hassan II, Marrakech Terra rossa   Jan Zieliński   Rafael Matos
  David Vega Hernández
1–6, 5–7
2. 25 giugno 2023   Halle Open, Halle Erba   Simone Bolelli   Marcelo Melo
  John Peers
6(3)–7, 6–3, [6–10]
3. 29 luglio 2023   Croatia Open Umag, Umago Terra rossa   Simone Bolelli   Blaž Rola
  Nino Serdarušić
6–4, 6(2)–7, [13–15]
4. 27 gennaio 2024   Australian Open, Melbourne Cemento   Simone Bolelli   Rohan Bopanna
  Matthew Ebden
6(0)–7, 5–7

Tornei minori modifica

Singolare modifica

Finali perse (6) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (2)
ITF (4)
No. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 3 aprile 2016   Egypt F11, Sharm el–Sheikh Cemento   Jaroslav Pospíšil 4–6, 4–6
2. 31 luglio 2016   Egypt F17, Sharm el–Sheikh Cemento   Lorenzo Frigerio 1–6, 6(6)–7
3. 9 ottobre 2016   Egypt 27, Sharm el–Sheikh Cemento   Lloyd Harris 4–6, 2–6
4. 5 gennaio 2020   M15 Te Anau, Te Anau Cemento   Luke Saville 3–6, 1–6
5. 31 luglio 2022   San Benedetto Tennis Cup, San Benedetto del Tronto Terra rossa   Raul Brancaccio 1–6, 1–6
6. 7 agosto 2022   Internazionali del Friuli Venezia Giulia, Cordenons Terra rossa   Zhang Zhizhen 6–2, 6(5)–7, 3–6

Doppio modifica

Vittorie (29) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (16)
ITF (13)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 14 febbraio 2016   Great Britain F2, Sunderland Cemento (i)   George von Massow   Lloyd Glasspool
  Joshua Ward–Hibbert
7–5, 6–3
2. 6 marzo 2016   Italy F1, Trento Sintetico (i)   Riccardo Sinicropi   Jonathan Kanar
  Hugo Voljacques
6–2, 6–1
3. 22 maggio 2016   Italy F11, Frascati Terra rossa   Riccardo Sinicropi   Tuna Altuna
  Adelchi Virgili
4–6, 6–3, [10–1]
4. 26 giugno 2016   Zimbabwe F1, Harare Cemento   Hugo Nys   Benjamin Lock
  Courtney John Lock
6–3, 6–3
5. 14 agosto 2016   Egypt F19, Sharm el–Sheikh Cemento   Luca Pancaldi   Marek Jaloviec
  Tomáš Papik
6(5)–7, 7–6(10), [10–6]
6. 28 agosto 2016   Italy F26, Piombino Cemento   Jacopo Stefanini   Hugo Grenier
  Yannick Jankovits
6–3, 6–4
7. 11 giugno 2017   Italy F16, Padova Terra rossa   Julian Ocleppo   Franco Agamenone
  Facundo Mena
4–6, 6–1, [10–8]
8. 18 giugno 2017   Italy F17, Bergamo Terra rossa   Walter Trusendi   Franco Agamenone
  Fernando Romboli
6–1, 3–6, [13–11]
9. 16 luglio 2017   Egypt F20, Sharm el–Sheikh Cemento   Julian Ocleppo   Nathaniel Lammons
  Bernardo Saraiva
2–6, 6–3, [10–8]
10. 8 ottobre 2017   Italy F32, Pula Terra rossa   Walter Trusendi   Hunter Johnson
  Yates Johnson
7–6(3), 6–3
11. 5 novembre 2017   Italy F36, Pula Terra rossa   Alessandro Motti   Marc Fornell Mestres
  Frederico Gil
3–6, 6–4, [10–8]
12. 26 novembre 2017   Internazionali di Castel del Monte, Andria Cemento (i)   Lorenzo Sonego   Sander Arends
  Sander Gillé
6–3, 3–6, [10–7]
13. 11 febbraio 2018   Egypt F4, Sharm el–Sheikh Cemento   Julian Ocleppo   Marek Gengel
  David Poljak
7–5, 6–4
14. 29 aprile 2018   Internazionali d'Abruzzo, Francavilla al Mare Terra rossa   Julian Ocleppo   Ariel Behar
  Máximo González
7–6(5), 7–6(3)
15. 1 luglio 2018   Aspria Tennis Cup, Milano Terra rossa   Julian Ocleppo   Gonzalo Escobar
  Fernando Romboli
4–6, 6–1, [11–9]
16. 22 luglio 2018   San Benedetto Tennis Cup, San Benedetto del Tronto Terra rossa   Julian Ocleppo   Sergio Galdós
  Federico Zeballos
6–3, 6–2
17. 9 giugno 2019   Poznań Open, Poznań Terra rossa   David Vega Hernández   Pedro Martínez
  Mark Vervoort
6–4, 6(4)–7, [10–6]
18. 5 gennaio 2020   M15 Te Anau, Te Anau Cemento   Luca Margaroli   Rhett Purcell
  Calum Puttergill
7–5, 6(2)–7, [10–8]
19. 6 dicembre 2020   Maia Open, Maia Terra rossa (i)   Zdeněk Kolář   Lloyd Glasspool
  Harri Heliövaara
6–3, 6–4
20. 28 marzo 2021   Challenger Lugano, Lugano Cemento (i)   Andre Begemann   Denys Molčanov
  Serhij Stachovs'kyj
7–6(11), 4–6, [10–8]
21. 10 settembre 2021   NÖ Open, Tulln an der Donau Terra rossa   Dustin Brown   Rafael Matos
  Felipe Meligeni Alves
7–6(5), 6–1
22. 9 ottobre 2021   Tennis Napoli Cup, Napoli Terra rossa   Dustin Brown   Mirza Bašić
  Nino Serdarušić
7–5, 7–6(5)
23. 26 marzo 2022   Zadar Open, Zara Terra rossa   Zdeněk Kolář   Franco Agamenone
  Manuel Guinard
3–6, 7–6(7), [10–6]
24. 16 luglio 2022   Internazionali di Verona, Verona Terra rossa   Luis David Martínez   Juan Ignacio Galarza
  Tomás Lipovšek Puches
7–6(4), 3–6, [12–10]
25. 6 agosto 2022   Internazionali del Friuli Venezia Giulia, Cordenons Terra rossa   Dustin Brown   Ivan Sabanov
  Matej Sabanov
6–4, 7–5
26. 17 settembre 2022   Pekao Open, Stettino Terra rossa   Dustin Brown   Roman Jebavý
  Adam Pavlásek
6–4, 5–7, [10–8]
27. 25 settembre 2022   Genoa Open Challenger, Genova Terra rossa   Dustin Brown   Roman Jebavý
  Adam Pavlásek
6–2, 6–2
28. 26 novembre 2023   Copa Faulcombridge Open Ciudad de València, Valencia Terra rossa   Andrea Pellegrino   Daniel Rincón
  Oriol Roca Batalla
6–2, 6–4
29. 2 dicembre 2023   Maia Challenger, Maia Terra rossa (i)   Marco Bortolotti   Fernando Romboli
  Szymon Walków
6–4, 3–6, [12–10]
Finali perse (28) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (16)
ITF (12)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 19 luglio 2015   Italy F18, Modena Terra rossa   Alessandro Luisi   Andrea Collarini
  Tomás Lipovsek Puches
5–7, 7–5, [7–10]
2. 30 agosto 2015   Italy F24, Piombino Cemento   Jacopo Stefanini   Mark Vervoort
  Ilija Vučić
6(6)–7, 2–6
3. 29 maggio 2016   Italy F12, Lecco Terra rossa   Matteo Volante   Tuna Altuna
  Andriej Kapaś
7–6(7), 2–6, [7–10]
4. 31 luglio 2016   Egypt F17, Sharm el–Sheikh Cemento   Lorenzo Frigerio   Marek Jaloviec
  Bradley Mousley
6–2, 3–6, [4–10]
5. 7 agosto 2016   Egypt F18, Sharm el–Sheikh Cemento   Luca Pancaldi   Marek Jaloviec
  Bradley Mousley
1–6, 2–6
6. 11 settembre 2016   Italy F28, Reggio Emilia Terra rossa   Andrea Pellegrino   Matteo Berrettini
  Jacopo Stefanini
3–6, 6(5)–7
7. 9 ottobre 2016   Egypt F27, Sharm el–Sheikh Cemento   Antonio Massara   Piotr Matuszewski
  Kacper Żuk
3–6, 2–6
8. 16 ottobre 2016   Egypt F28, Sharm el–Sheikh Cemento   Antonio Massara   Kamil Gajewski
  Szymon Walków
6(6)–7, 3–6
9. 12 febbraio 2017   Great Britain F2, Tipton Cemento (i)   Andrea Pellegrino   Jannis Kahlke
  Oscar Otte
7–5, 2–6, [5–10]
10. 28 maggio 2017   Italy F14, Frascati Terra rossa   Federico Maccari   Alex Bolt
  Jason Kubler
1–6, 6(6)–7
11. 9 luglio 2017   Guzzini Challenger, Recanati Cemento   Julian Ocleppo   Jonathan Eysseric
  Quentin Halys
7–6(3), 4–6, [10–12]
12. 17 settembre 2017   Italy F29, Pula Terra rossa   Cristian Carli   Fred Simonsson
  Corrado Summaria
1–6, 4–6
13. 15 ottobre 2017   Italy F33, Pula Terra rossa   Walter Trusendi   Omar Giacalone
  Jacopo Stefanini
5–7, 2–6
14. 10 giugno 2018   Poznań Open, Poznań Terra rossa   Attila Balázs   Mateusz Kowalczyk
  Szymon Walków
5–7, 7–6(8), [8–10]
15. 29 luglio 2018   Padova Challenger, Padova Terra rossa   Walter Trusendi   Tomislav Brkić
  Ante Pavić
2–6, 6(4)–7
16. 6 gennaio 2019   Orlando Open, Orlando Cemento   Gonçalo Oliveira   Romain Arneodo
  Andrėj Vasileŭski
6(2)–7, 6–2, [13–15]
17. 30 giugno 2019   Aspria Tennis Cup, Milano Terra rossa   Andrėj Vasileŭski   Tomislav Brkić
  Ante Pavić
6(6)–7, 2–6
18. 7 luglio 2019   Guzzini Challenger, Recanati Cemento   David Vega Hernández   Gonçalo Oliveira
  Ramkumar Ramanathan
2–6, 4–6
19. 25 agosto 2019   Internazionali Città dell'Aquila, L'Aquila Terra rossa   Luca Margaroli   Tomislav Brkić
  Ante Pavić
3–6, 2–6
20. 27 ottobre 2019   Brest Challenger, Brest Cemento (i)   David Vega Hernández   Denys Molčanov
  Andrėj Vasileŭski
3–6, 1–6
21. 12 gennaio 2020   Internationaux de Nouvelle–Calédonie, Numea Cemento   Luca Margaroli   Andrea Pellegrino
  Mario Vilella Martínez
6(1)–7, 6–3, [10–12]
22. 2 febbraio 2020   Burnie International, Burnie Cemento   Luca Margaroli   Harri Heliövaara
  Sem Verbeek
6(5)–7, 6(4)–7
23. 23 febbraio 2020   Internazionali di Bergamo, Bergamo Cemento   Luca Margaroli   Julian Ocleppo
  Zdeněk Kolář
4–6, 3–6
24. 27 settembre 2020   Internazionali Città di Forlì, Forlì Terra rossa   Andrej Golubev   Tomislav Brkić
  Nikola Ćaćić
6–3, 5–7, [3–10]
25. 4 settembre 2021   Città di Como Challenger, Como Terra rossa   Luis David Martínez   Rafael Matos
  Felipe Meligeni Alves
7–6(2), 4–6, [6–10]
26. 16 ottobre 2021   Vesuvio Cup, Ercolano Terra rossa   Dustin Brown   Marco Bortolotti
  Sergio Martos Gornés
4–6, 6–3, [7–10]
27. 27 novembre 2021   Open Città di Bari, Bari Cemento   David Vega Hernández   Lloyd Glasspool
  Harri Heliövaara
3–6, 0–6
28. 18 marzo 2023   Viña del Mar Challenger, Viña del Mar Terra rossa   Luciano Darderi   Diego Hidalgo
  Cristian Rodríguez
4–6, 6(5)–7
29. 22 aprile 2023   Oeiras Challenger, Oeiras Terra rossa   Marcelo Demoliner   Victor Vlad Cornea
  Franko Škugor
6(2)–7, 6(4)–7

Note modifica

  1. ^ LiveTennis con Andrea Vavassori: “Il Coronavirus ha cambiato la nostra vita. Obiettivi? ‘Quali’ Slam e Top-100 in doppio”, su livetennis.it, 28 marzo 2020. URL consultato il 9 dicembre 2020.
  2. ^ Azzurro Vavassori: dal campetto del nonno alla nazionale, su tennisitaliano.it, 7 gennaio 2021. URL consultato il 1º febbraio 2021.
  3. ^ Andrea Vavassori giocherà al Roland Garros: “”Un mese fa non credevo di poter essere pronto per giocare Parigi”, su livetennis.it.
  4. ^ Vavassori e Zeppieri! Prima volta al 2º turno di uno Slam dopo due maratone, su gazzetta.it, 30 maggio 2023. URL consultato il 30 maggio 2023.
  5. ^ Luigi Ansaloni, Bolelli-Vavassori, il sogno svanisce: lottano ma cedono in due set a Edben-Bopanna., su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 27 gennaio 2024. URL consultato il 19 febbraio 2024.
  6. ^ Luigi Ansaloni, Vavassori da impazzire per un set, poi si arrende ad Alcaraz., su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 17 febbraio 2024. URL consultato il 19 febbraio 2024.
  7. ^ Giuseppe Di Giovanni, Bolelli-Vavassori, la gioia è doppia: vittoria a Buenos Aires., su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 18 febbraio 2024. URL consultato il 19 febbraio 2024.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica