Andrea Zorzi

pallavolista italiano
Andrea Zorzi
Andrea Zorzi - Maxicono Parma 1987-88.jpg
Zorzi esultante al Parma nella stagione 1987-88
Nazionalità Italia Italia
Altezza 201 cm
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Opposto
Carriera
Squadre di club
1981-1982Silvolley
1982-1985Thermomec Padova
1985-1990Parma
1990-1994Gonzaga Milano
1994-1996Treviso
1996-1998Lube
Nazionale
1986-1998Italia Italia325
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Atlanta 1996
Transparent.png Campionati mondiali di pallavolo maschile
Oro Rio De Janeiro 1990
Oro Atene 1994
Statistiche aggiornate al 24 novembre 2006

Andrea Zorzi (Noale, 29 luglio 1965) è un ex pallavolista e commentatore televisivo italiano, di ruolo opposto.

Zorro, così come veniva soprannominato, ha militato per tutta la carriera in Italia ritirandosi a soli 33 anni dall'attività agonistica. Membro della cosiddetta generazione di fenomeni, nel 1991 ha vinto il premio della FIVB quale giocatore dell'anno; ha vinto inoltre due volte, nel 1990 e nel 1991, il titolo di MVP alla World League. Nel 2007 ha vinto il titolo di MVP nel Campionato Europeo Veterans.

CifreModifica

Nella regular season della massima serie del campionato italiano ha giocato 213 partite mettendo a segno 6.116 punti, quinto in classifica generale; va però detto che tutti quelli che lo precedono hanno giocato molte più partite di lui (Luca Cantagalli 392, Lorenzo Bernardi 373, Andrea Giani 408 e Michele Pasinato 280) Quindi per media punti/partita è al primo posto (più di 28 punti per partita).

 
Zorzi in schiacciata al Gonzaga Milano nel campionato 1990-91

Nei play-off di serie A1 ha giocato 59 partite, mettendo a segno 1.704 punti (media di 28,88 punti per partita), secondo in classifica generale dietro Lorenzo Bernardi (che ha marcato 1.952 punti in 105 partite, con una media di 18,59 punti per partita). Sommando le statistiche di regular season e play-off ha segnato 7.820 punti in 272 partite, terzo in classifica generale (ma anche qui le statistiche migliorano se si considera il rapporto tra punti e partite disputate). Nella classifica dei migliori battitori della storia del campionato italiano, Zorzi è terzo per numero di battute vincenti, con 386; nei play-off ne ha messe a segno 90, raggiungendo quindi un totale di 476, terzo in classifica generale dietro Luca Cantagalli e Andrea Sartoretti.

NazionaleModifica

Zorzi è stato una colonna portante della nazionale azzurra fino al 1996. Ha disputato in totale 325 partite, facendo parte da protagonista del gruppo che ha meritato l'appellativo di generazione di fenomeni e il titolo di squadra del secolo, vincendo tutti i tornei internazionali ad eccezione dell'oro olimpico, solo sfiorato nell'edizione di Atlanta 1996 chiusa con la medaglia d'argento; fu proprio quest'ultima delusione a portarlo al ritiro due anni dopo.

VeteransModifica

La CEV ha recentemente fatto partire una manifestazione denominata "Campionato Europeo Veterans", vale a dire un campionato europeo tra formazioni nazionali composte da giocatori in pensione divisi in due categorie (Over 40 e Over 50), Zorzi ha risposto alla chiamata della nazionale Over 40 ed è tornato ad allenarsi per prendere parte all'europeo veterans che si è tenuto in Grecia a ottobre del 2007. Nell'esordio nella neonata nazionale (dopo 10 anni di inattività) Zorzi ha messo a segno 24 punti.

Il 13 ottobre 2007 Zorzi ha vinto con l'Italia il "Campionato Europeo Veterans", battendo la Russia in finale per 2-1 (25-16, 23-25, 15-12) aggiudicandosi il titolo di MVP del torneo.

Nell'ottobre 2009 si disputa la seconda edizione, questa volta chiamata European Masters Championship. Zorzi e compagni si ripresentano in veste di detentori del titolo vinto nel 2007. L'Italia, nonostante alcune assenze importanti rispetto a due anni prima, domina in maniera assoluta la manifestazione e l'11 ottobre 2009, battendo in finale la Grecia (A) per 2:0 (25:15 25:18), riesce a vincere anche la seconda edizione del torneo organizzata dalla CEV.

Vita privataModifica

Zorzi è sposato con Giulia Staccioli, campionessa di ginnastica ritmica e coreografa, fondatrice di Kataklò, una compagnia italiana di danza acrobatica.

PalmarèsModifica

OnorificenzeModifica

  Collare d'oro al merito sportivo
«Campione mondiale 1990 e 1994»
— 2018[1]

NoteModifica

  1. ^ Collari d'oro 2018, su coni.it. URL consultato il 21 dicembre 2018.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica