Apri il menu principale

Andrea di Jacopo da Barberino, al secolo Andrea Mengabotti o Andrea de' Mengabotti (Barberino Val d'Elsa, 1370 circa – 1432 circa), è stato uno scrittore italiano di epoca medioevale[1].

Indice

BiografiaModifica

È conosciuto soprattutto per essere stato l'autore de Il Guerrin Meschino.

Traduttore delle canzoni di gesta francesi (romanzi cavallereschi[2] il cui testo tradotto recitava probabilmente egli stesso nelle piazze come canterino comunale, o giullare), fu autore di altre opere fra cui I Reali di Francia[3] (con inserita la vicenda di Buovo d'Antona[4]), Storie nerbonesi, Ugone di Alvernia, Storia di Ajolfo del Barbicone e di altri valorosi cavalieri[5], Aspromonte.

La sua opera - che ha avuto, limitatamente al Guerino e a I Reali di Francia, ristampe fino al XIX secolo - è stata importante in funzione di quella di autori successivi che hanno sviluppato il poema di genere cavalleresco, come ad esempio Luigi Pulci, Matteo Maria Boiardo e Ludovico Ariosto. Ne I Reali di Francia usò l'artificio letterario del manoscritto ritrovato: una presunta cronaca di Urmano da Parigi.

L'importanza delle sue opere va rintracciata dal punto di vista storico e per la particolare trasposizione degli austeri racconti del mondo carolingio e delle frizzanti storie del mondo bretone nell'ambito di una cultura borghese come quella dell'Italia di allora.[6]

NoteModifica

  1. ^ Fonte: It.encarta.msn.com Archiviato l'8 maggio 2005 in Internet Archive.
  2. ^ Approfondimento
  3. ^ E-text de I Reali di Francia Archiviato il 7 dicembre 2008 in Internet Archive. su Liber Liber
  4. ^ Vedi capitolo in e-text su Classicitaliani.it
  5. ^ Vedi: Books.google.it
  6. ^ "Le muse", De Agostini, Novara, 1964, Vol.I, pag.216

BibliografiaModifica

  • Cesare Catà, L'idea di "anima stellata" nel Quattrocento fiorentino. Andrea da Barberino e la teoria psico-astrologica in Marsilio Ficino, in “Bruniana & Campanelliana”, XVI, 2 (2010), pp. 629–639.
  • Cesare Catà, Il retroterra "celtico" di Andrea da Barberino. Significati storico-filosofici del mitema dell'incontro tra il Cavaliere e la Fata-Sibilla, in S. Papetti (a cura di), Corrado Giaquinto tra Fortunato Duranti e la Sibilla, Montefortino, 2010, pp. 63–81.
  • Andrea da Barberino, Guerino detto il Meschino, libero adattamento di Daniela Camboni e Maria Rossi, illustrazioni di Cecco Mariniello, Nuove Edizioni Romane, Roma, 1993
  • I Monti Sibillini nelle fonti storiche e letterarie, Gianni Maroni editore, Ripatransone, 1990
  • Andrea da Barberino, Guerrin meschino, Nella inclyta citta de Millano, Impresso per li discreti impressori magistro Leonardo Pachel et Ulderico Scincenczeler compagni, nelli anni del signore MCCCCLXXXII a di XIII mensis aprilis.
  • Andrea da Barberino, Reali di Francia, Opera impressa in Venetia, per Christophalo de Pensis da Mandello, nel anno del nostro signore MCCCCLXXXXVIIII adi XXVII de marzo.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN32023507 · ISNI (EN0000 0001 0884 7845 · SBN IT\ICCU\RAVV\052174 · LCCN (ENn97025851 · GND (DE119323699 · BNF (FRcb12090900s (data) · BAV ADV10147551 · CERL cnp00405451