Andrej Česnokov

tennista russo
Andrej Česnokov
Nazionalità Unione Sovietica Unione Sovietica
Russia Russia
Altezza 188 cm
Peso 76 kg
Tennis
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 344 - 259
Titoli vinti 7
Miglior ranking 9º (8 aprile 1991)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (1988)
Francia Roland Garros SF (1989)
Regno Unito Wimbledon 1T (1986 1988 1989 1992 1993 1995 1996)
Stati Uniti US Open 4T (1986 1987 1989)
Altri tornei
 Giochi olimpici 2T (1992)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 7 - 21
Titoli vinti 0
Miglior ranking 342º (12 ottobre 1992)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon 1T (1986)
Stati Uniti US Open
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al gennaio 2010

Andrej Eduardovič Česnokov (Mosca, 2 febbraio 1966) è un ex tennista russo.

BiografiaModifica

Giocatore da fondo campo molto solido e regolare, aveva nella terra battuta la sua superficie preferita ma si adattava bene anche al cemento. In difficoltà sull'erba tant'è che non vinse mai un match a Wimbledon.

Česnokov si mette in luce nel grande tennis al Roland Garros 1986, dove da n. 81 ATP raggiunse i quarti di finale, battendo 6-2 6-3 6-3 il n. 2 Mats Wilander, per perdere da Henri Leconte. Raggiunge anche gli ottavi agli Us Open ed i quarti a Hong Kong chiudendo l'anno al n. 37.

Nel 1987 i migliori risultati sono la vittoria a Firenze, primo titolo ATP, la semifinale a Nizza, i quarti a Montecarlo e Hilversum e gli ottavi agli Us Open.

Nel 1988 raggiunge subito le finali a Wellington e Sydney ed i quarti di finale agli Australian Open. Vince poi ad Orlando il secondo titolo del circuito, mentre i quarti a Key Biscayne gli consentono l'ingresso nei primi 20 del mondo. Sulla terra raggiunge la semifinale a Nizza e i quarti a Monaco e al Roland Garros. A fine anno è finalista a Tolosa, semifinalista a Vienna e fuori ai quarti a Bercy e Itaparica, chiudendo l'anno al n. 14.

Nel 1989 vince a Nizza e Monaco. Al Roland Garros raggiunge il miglior risultato Slam battendo il campione in carica Wilander nei quarti e cedendo in semifinale a Michael Chang 6-1 5-7 7-6 7-5. Altri risultati di rilievo sono i quarti a Hilversum e Tolosa, gli ottavi agli Us Open e la semifinale a Wembley.

Nel 1990 raggiunge i quarti a Wellington, la finale ad Auckland e la semifinale a Barcellona. A Montecarlo vince il torneo più prestigioso della carriera battendo negli ultimi atti del torneo Emilio Sanchez e Thomas Muster. Continua la striscia vincente a Roma dove batte ancora Sanchez in SF e perde la rivincita con Muster in finale. Arrivato al Roland Garros come uno dei favoriti del torneo, perde da Henri Leconte, sua bestia nera nel torneo parigino (3 sconfitte su 3) 6-3 al quinto set. Nella seconda parte dell'anno si segnalano i quarti a Gstaad, la semifinale a New Haven e la vittoria a Tel Aviv. Chiude al n. 12 dopo aver raggiunto il Best ranking al 10.

Il 1991 è un anno inferiore come costanza di rendimento, lo chiude infatti al n. 31 del mondo, dopo aver ritoccato in primavera il suo best ranking al n. 9, ma vince il suo secondo torneo Masters alla Roger Cup a Montreal, stavolta sul cemento. Altri risultati dell'anno sono i quarti a Bruxelles, Barcellona e Montecarlo e le semifinali all'Estoril e a Brisbane.

Il 1992 è caratterizzato invece dalla finale ad Indian Wells, dalla semifinale a Scottsdale, Schenectady e Vienna e dai quarti a Montecarlo e Basilea. Anche nel 1993 si conferma attorno al 30 del mondo con un grosso risultato nei Masters 1000, stavolta la finale ad Amburgo. Altri risultati importanti sono i quarti a Memphis, Roma e Stoccarda, le semifinali a Scottsdale e Tolosa e la finale di Praga.

Il 1994 è ancora una volta una stagione da trentesimo posto, stavolta senza il guizzo nel grande torneo ma con più continuità nei tornei minori. Si segnalano infatti le semifinali a Monaco, Stoccarda, Tolosa e Lione ed i quarti a Filadelfia, Bastad e Praga.

Nel 1995 fa registrare un calo di rendimento che lo fa scendere al n. 90 ATP. La stagione si segnala per l'impresa in Coppa Davis dove in semifinale contro la Germania nell'incontro decisivo batte Michael Stich per 6-4, 1-6, 1-6, 6-3, 14-12, annullando ben 9 match point. Il giorno dopo il presidente russo Boris El'cin lo insignì con la decorazione dell'Ordine del Coraggio. A livello ATP ottiene la semifinale a San Pietroburgo e gli ottavi al Roland Garros. Un'ultima semifinale ATP la gioca a Casablanca '96 mentre disputa per lo più tornei challenger fino al 2000, anno del suo ritiro.

In carriera Česnokov ha vinto sette tornei nel singolare e guadagnato premi per un totale di 3 084 188 $

CuriositàModifica

  • Il regista e violinista francese Bruno Monsaingeon nel 1989 ha realizzato un film documentario su Česnokov dal titolo, "Portrait d'un joueur, Andrej Česnokov", della durata di 56 minuti.
  • All'età di sedici anni, Česnokov era tra i presenti alla partita valida per la coppa UEFA tra lo Spartak Mosca e l'Haarlemsche Football Club Haarlem, durante la quale avvenne il "Disastro del Lužniki". Egli è poi stato membro onorario del comitato organizzatore della partita a scopo benefico organizzata in favore delle vittime, giocata il 20 ottobre 2007.
  • Il 20 novembre 2002, durante una visita a Dnipropetrovs'k in Ucraina, gli sono stati sparati due proiettili di gomma dopo una discussione in un ristorante con un paio di individui non identificati.

TitoliModifica

SingolareModifica

Vittorie (7)Modifica

Legend
Grand Slam (0)
Tennis Masters Cup (0)
ATP Masters Series (2)
ATP Tour (5)
No. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 25 maggio 1987   ATP Firenze, Firenze Terra rossa   Alessandro De Minicis 6–1, 6–3
2. 14 marzo 1988   U.S. Men's Clay Court Championships, Orlando Cemento   Miloslav Mečíř 7–6(6), 6–1
3. 24 aprile 1989   ATP Nizza, Nizza Terra rossa   Jérôme Potier 6–4, 6–4
4. 8 maggio 1989   BMW Open, Monaco di Baviera Terra rossa   Martin Střelba 5–7, 7–6(6), 6–2
5. 30 aprile 1990   Monte Carlo Masters, Monte Carlo Terra rossa   Thomas Muster 7–5, 6–3, 6–3
6. 15 ottobre 1990   Tel Aviv Open, Tel Aviv Cemento   Amos Mansdorf 6–4, 6–3
7. 29 luglio 1991   Rogers Cup, Montréal Cemento   Petr Korda 3–6, 6–4, 6–3

Sconfitte (8)Modifica

Legend
Grand Slam (0)
Tennis Masters Cup (0)
ATP Masters Series (3)
ATP Tour (5)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 3 gennaio 1988   Wellington Classic, Wellington Cemento   Ramesh Krishnan 7–6, 0–6, 4–6, 3–6
2. 10 gennaio 1988   Medibank International, Sydney Erba   John Fitzgerald 3–6, 4–6
3. 16 ottobre 1988   Grand Prix de Tennis de Toulouse, Tolosa Cemento   Jimmy Connors 2–6, 0–6
4. 14 gennaio 1990   Heineken Open, Auckland Cemento   Scott Davis 6–4, 3–6, 3–6
5. 20 maggio 1990   Internazionali d'Italia, Roma Terra rossa   Thomas Muster 1–6, 3–6, 1–6
6. 8 marzo 1992   Indian Wells Masters, Indian Wells Cemento   Michael Chang 3–6, 4–6, 5–7
7. 9 maggio 1993  German Open Hamburg, Amburgo Terra rossa   Michael Stich 3–6, 7–61, 76–7, 4–6
8. 8 agosto 1993   ATP Praga, Praga Terra rossa   Sergi Bruguera 5–7, 4–6

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN16146285388715370957 · ISNI (EN0000 0004 5967 865X · GND (DE1099708001 · BNF (FRcb17062168r (data) · WorldCat Identities (ENviaf-16146285388715370957