Apri il menu principale
Andrew Gold
Andrew gold-1478066307.jpg
Andrew Gold negli anni '80
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenerePop
Soft rock
Periodo di attività musicale1968 – 2011
EtichettaAsylum Records
Sito ufficiale

Andrew Maurice Gold (Burbank, 2 agosto 1951Los Angeles, 3 giugno 2011) è stato un cantautore e polistrumentista statunitense.

Indice

BiografiaModifica

È nato in California, figlio della doppiatrice, attrice e soprano Marni Nixon e del compositore Ernest Gold, di nascita austriaca e vincitore di un Premio Oscar[1].

Negli anni '60 ha fatto parte di un gruppo folk rock chiamato Bryndle, insieme a Karla Bonoff, Kenny Edwards e Wendy Waldman.

Il suo primo album in studio, l'eponimo Andrew Gold, è stato pubblicato nel 1975[1].

Tra i suoi maggiori successi vi sono Lonely Boy (1977), Thank You for Being a Friend (1978) e Never Let Her Slip Away (1978). Ha avuto successo anche come membro del duo Wax, attivo dal 1983 al 1990 e costituito insieme al chitarrista e bassista Graham Gouldman.

Gold era un polistrumentista in grado di suonare chitarra, basso, tastiera, fisarmonica, sintetizzatore, flauto, percussioni, batteria, ukulele, harmonium e altri strumenti. Inoltre è stato produttore, sound engineer, arrangiatore e turnista.

Ha registrato insieme a Linda Ronstadt, Paul McCartney, Don Henley, James Taylor, Brian Wilson, Roy Orbison, Ringo Starr, Roxy Music, America, Diana Ross, Freddie Mercury, Neil Diamond, Jennifer Warnes, Carly Simon, John Waite, Nicolette Larson, Maria Muldaur e molti altri artisti.

Si è spento a causa di un infarto all'età di 59 anni.

Discografia parzialeModifica

  • 1975: Andrew Gold
  • 1976: What's Wrong with This Picture?
  • 1978: All This and Heaven Too
  • 1980: Whirlwind
  • 1996: Halloween Howls (Andrew Gold & Friends)
  • 1997: Greetings From Planet Love (The Fraternal Order of All)
  • 1997: Thank You for Being a Friend: The Best of Andrew Gold
  • 1998: ...Since 1951
  • 1999: Warm Breezes
  • 2000: The Spence Manor Suite
  • 2002: Intermission
  • 2008: Copy Cat

NoteModifica

  1. ^ a b Nick Logan e Bob Woffinden, 1977, pg.55

BibliografiaModifica

  • Nick Logan e Bob Woffinden, Enciclopedia del rock, Milano, Fratelli Fabbri Editore, 1977.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN42028714 · ISNI (EN0000 0001 2024 6313 · LCCN (ENn78027097 · GND (DE134387155 · BNF (FRcb148230843 (data)