Andrew Scott (attore)

attore irlandese

Andrew Scott (Dublino, 21 ottobre 1976) è un attore irlandese.

Andrew Scott nel 2019

È conosciuto soprattutto per il ruolo del Professor Moriarty nella serie televisiva Sherlock e per il ruolo del "Prete" nella serie tv Fleabag[1], ruolo per cui ha ricevuto una nomination ai Golden Globe. Molto attivo anche in campo teatrale, nel 2020 ha vinto il Laurence Olivier Award al miglior attore per la commedia di Noël Coward Il divo Garry.

BiografiaModifica

Andrew Scott è nato a Dublino, Irlanda, il 21 Ottobre del 1976. Figlio di Nora e Jim Scott, è il secondo di tre figli, su madre era un'insegnante d'arte e suo padre ha lavorato in un'agenzia di collocamento. Scott ha debuttato come attore a diciassette anni nel film irlandese Korea. Dopo aver fatto una piccola parte nel film di Steven Spielberg Salvate il soldato Ryan, ha lavorato con il produttore teatrale Karel Reisz in Long Day's Journey into Night per il quale è risultato il miglior attore dell'anno: ha ricevuto un Independent/Spirit of Life Awards e una nomination all'Irish Times Award come attore non protagonista.

Scott è apparso nel piccolo ruolo di Michael Blodgett nel film Nora con Ewan McGregor e in un adattamento televisivo di The American di Henry James insieme a Diana Rigg e Matthew Modine; ha poi debuttato in teatro a Londra in Dublin Carol di Conor McPherson con Brian Cox al Royal Court Theatre. Ha fatto poi parte del cast della tragedia Longitude, vincendo il British Academy Television Awards come miglior attore non protagonista nel 2012 per Sherlock, e della pluripremiata miniserie della HBO Band of Brothers - Fratelli al fronte.

Nel 2017 ha interpretato Amleto prima all'Almeida Theatre e poi all'Harold Pinter Theatre. Nel 2019 è entrato a far parte del cast della multipremiata serie televisiva Fleabag, in un ruolo che gli è valso la vittoria di un Critics' Choice Awards e una nomination ai Golden Globe. Nello stesso anno prende parte alla serie TV His Dark Materials - Queste oscure materie nel ruolo di John Parry.[2]

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

DoppiatoreModifica

TeatroModifica

Doppiatori italianiModifica

Nelle versioni in italiano delle opere in cui ha recitato, Andrew Scott è stato doppiato da:

Come doppiatore è sostituito da:

RiconoscimentiModifica

Golden Globe
  • 2020 – Candidatura al miglior attore non protagonista in una serie commedia per Fleabag
SAG Awards
  • 2020 – Candidatura alla miglior performance maschile in una serie commedia per Fleabag
  • 2020 – Candidatura al miglior cast di una serie commedia per Fleabag
Critics' Choice Awards
  • 2020Miglior attore non protagonista in una serie commedia per Fleabag
BBC Audio Drama Awards
  • 2012 – Miglior attore non protagonista per Referee
  • 2013 – Miglior attore protagonista per Betrayal
British Academy Television Awards
British Independent Film Awards
  • 2014 – Miglior attore non protagonista per Pride
Drama League Award
  • 2006–2007 – Candidatura per la miglior performance per The Vertical Hour
Festival internazionale del cinema di Berlino
  • 2004 – Shooting Stars Award
Irish Film and Television Award
  • 2003 – Miglior attore protagonista per Dead Bodies
  • 2014 – Candidatura per il miglior attore protagonista per The Stag - Se sopravvivo mi sposo
  • 2013 – Miglior attore non protagonista televisivo per Sherlock
  • 2015 – Candidatura per il miglior attore non protagonista per Pride
Irish Times Theatre Awards
  • 1998 – Candidatura al miglior attore non protagonista per Lungo viaggio verso la notte
Laurence Olivier Awards

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN51480987 · ISNI (EN0000 0001 1963 8010 · LCCN (ENno2007134455 · GND (DE1023785188 · BNE (ESXX5793806 (data) · BNF (FRcb16160677n (data) · J9U (ENHE987007327158305171 · WorldCat Identities (ENlccn-no2007134455