Apri il menu principale

Andy Rourke

bassista britannico

CarrieraModifica

Prima di entrare negli Smiths, Andy Rourke ha suonato la chitarra e il basso in diversi gruppi rock, tra cui i Freak Party.

SmithsModifica

Amico d'infanzia di Marr, Rourke venne reclutato negli Smiths per sostituire il bassista Dale Hibbert la cui personalità poco si armonizzava con il resto del gruppo. Con la nuova band debuttò in concerto il 25 gennaio 1983 al Manhattan, club gay di Manchester che ogni martedì veniva aperto alle nuove proposte[1].

Nel 1986 venne allontanato dal gruppo per i continui problemi con l'eroina, ricevendo l'annuncio del licenziamento con un post-it affisso da Morrissey al parabrezza della sua auto, con la frase "Andy - hai abbandonato gli Smiths. Addio e buona fortuna"[2].

Temporaneamente rimpiazzato al basso da Craig Gannon, Rourke venne però reintegrato nella band dopo un paio di settimane, prima di partire per un tour mondiale. Rimarrà negli Smiths fino al loro scioglimento avvenuto nel 1987, pubblicando con loro quattro album in studio, un live, varie raccolte e venti singoli.

Post SmithsModifica

Andy Rourke ha collaborato nei lavori di Sinéad O'Connor e nuovamente con Morrissey, nel biennio 1988-89. Ha suonato e registrato con i Pretenders, Killing Joke, Badly Drawn Boy, Aziz Ibrahim (ex Stone Roses), e con i Moondog One, con l'ex Oasis Bonehead ed anche Mike Joyce e Craig Gannon. Nel 2010 ha militato nella band Freebass assieme a Peter Hook dei New Order e a Mani ex Stone Roses. Nel 2011 ha iniziato un progetto chiamato Jetlag con cui, oltre a registrare i propri brani, ha realizzato un remix del brano Breakneck Speed, dei Tokyo Police Club.[3]

DiscografiaModifica

The SmithsModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei The Smiths.

MorrisseyModifica

Singoli
  • Piccadilly Palare
  • Interesting Drug
  • November Spawned a Monster
  • The Last of the Famous International Playboys
Album

FreeBassModifica

Singoli
  • Live Tomorrow You Go Down (2010)
EP
  • Two Worlds Collide (2010)
  • You Don't Know This About Me (The Artur Baker Remixes) (2010)
  • Fritz von Runte vs Freebass Redesign (2010)
  • Two Worlds Collide (The Instrumental Mixes) (2010)
Album
  • It's A Beautiful Life (2010)

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN24804113 · ISNI (EN0000 0000 5516 6842 · GND (DE134621018 · BNF (FRcb14051711k (data) · WorldCat Identities (EN24804113