Apri il menu principale

Anfisa Rezcova

biatleta e fondista russa
Anfisa Rezcova
Anfisa Reztsova by Ivan Isaev from Russian Ski Magazine.jpg
Anfisa Rezcova nel 2009
Nazionalità Unione Sovietica Unione Sovietica
Russia Russia (dal 1991)
Altezza 162 cm
Peso 55 kg
Sci nordico Nordic combined pictogram.svg
Specialità Biathlon, sci di fondo
Squadra Dynamo Vladimir
Ritirata 1999
Palmarès
Unione Sovietica Unione Sovietica
Olimpiadi 1 1 0
Mondiali di sci nordico 2 2 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Squadra Unificata Squadra Unificata
Olimpiadi 1 0 1
Mondiali di biathlon 0 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Russia Russia
Olimpiadi 1 0 0
Mondiali di sci nordico 1 0 0
Coppa del Mondo di biathlon 2 trofei
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Anfisa Anatol'evna Rezcova nata Romanova (cirillico Анфиса Анатольевна Резцова (Романова); traslitterazione anglosassone Anfisa Anatolyevna Reztsova (Romanova); Jakimec, 16 dicembre 1964) è un'ex biatleta e fondista russa. Prima della dissoluzione dell'Unione Sovietica (1991) ha gareggiato per l'Unione Sovietica; nel 1992 ha fatto parte della squadra unificata.

È madre di Dar'ja Virolajnen, a sua volta biatleta di alto livello[1].

BiografiaModifica

Gli esordi nello sci di fondoModifica

Nativa dell'oblast' di Vladimir, la Rezcova ha debuttato nello sci di fondo. In Coppa del Mondo ha ottenuto il primo risultato di rilievo il 13 dicembre 1984 nella 5 km della Val di Sole (12ª) e il primo podio il 14 febbraio 1985 nella 10 km di Klingenthal.

Ai Mondiali ha vinto la sua prima medaglia a nell'edizione del 1985, l'oro nella staffetta. Ha partecipato ai XV Giochi olimpici invernali di Calgary 1988 conquistando due medaglie, nella staffetta 4 x 5 km (oro) e nella 20 km (argento). Ai Mondiali ha vinto medaglie anche nel 1987, con un oro nella staffetta 4 x 5 km e due argenti nella 5 km e 20 km,

Il passaggio al biathlonModifica

Dal 1990 si è dedicata al biathlon e ai XVI Giochi olimpici invernali di Albertville 1992 ha conquistato due medaglie, nella 7,5 km sprint (oro) e nella staffetta 3 x 7,5 km (bronzo). Ha partecipato anche alla gara della 15 km. Ai XVII Giochi olimpici invernali di Lillehammer 1994 ha conquistato un'altra medaglia, nella staffetta 4 x 7,5 km (oro), e partecipato alle gare 7,5 km sprint e 15 km.

Ha vinto una medaglia anche ai Mondiali del 1992, l'argento nella gara a squadre.

Il ritorno al fondoModifica

Nel 1998 è tornata allo sci di fondo, ottenendo la sua prima vittoria in Coppa del Mondo il 29 novembre nella staffetta di Muonio. È andata ancora a medaglia ai Mondiali del 1999 con un oro nella staffetta 4x5 km. Si è ritirata a fine 1999.

Nel 2009 ha rilasciato una intervista alla rivista russa Lyžnyj sport, dove ha ammesso l'uso di doping nella stagione 1998-1999[2][3].

PalmarèsModifica

BiathlonModifica

OlimpiadiModifica

MondialiModifica

Coppa del MondoModifica

  • Vincitrice della Coppa del Mondo nel 1992 e nel 1993
  • 8 podi (tutti individuali[5]), oltre a quelli conquistati in sede olimpica e iridata e validi anche ai fini della Coppa del Mondo:
    • 6 vittorie
    • 1 secondo posto
    • 1 terzo posto
Coppa del Mondo - vittorieModifica
Data Località Nazione Specialità
15 gennaio 1993 Oberhof/Val Ridanna   Germania/  Italia IN
16 gennaio 1993 Oberhof/Val Ridanna   Germania/  Italia SP
4 marzo 1993 Lillehammer   Norvegia IN
6 marzo 1993 Lillehammer   Norvegia SP
13 marzo 1993 Östersund   Svezia SP
20 marzo 1993 Kontiolahti   Finlandia SP

Legenda:
IN = individuale
SP = sprint

Sci di fondoModifica

OlimpiadiModifica

MondialiModifica

Coppa del MondoModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 2ª nel 1987
  • 10 podi (7 individuali, 3 a squadre[6]), oltre a quelli conquistati in sede olimpica o iridata e validi ai fini della Coppa del Mondo:
    • 1 vittoria (a squadre)
    • 7 secondi posti (6 individuali, 1 a squadre)
    • 2 terzi posti (1 individuale, 1 a squadre)
Coppa del Mondo - vittorieModifica
Data Località Nazione Specialità
29 novembre 1998 Muonio   Finlandia 4x5 km
(con Ol'ga Danilova, Svetlana Nagejkina e Nina Gavryljuk)

NoteModifica

  1. ^ (EN) Pokljuka Sprint Win for Katharina Innerhofer, in International Biathlon Union, 6 marzo 2014. URL consultato il 13 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 13 marzo 2014).
  2. ^ (RU) Ivan Isaev, Anfisa Rezcova: v sovremennom sporte bez dopinga nikuda. Takoe prišpo vremja, in Lyžnyj sport, 28 agosto 2009. URL consultato il 14 marzo 2011.
  3. ^ Scheda Sports-reference, su sports-reference.com. URL consultato il 13 marzo 2011.
  4. ^ a b c d e f g h i Gara valida anche ai fini della Coppa del Mondo.
  5. ^ Dati parziali fino al 1994 per le prove individuali, fino al 1997 per le prove a squadre.
  6. ^ Fino al 2000 dati parziali per le prove a squadre.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica