Apri il menu principale
Angelo Bollano
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1951
Carriera
Giovanili
Sampierdarenese
Squadre di club1
1936-1937 Sampierdarenese 15 (5)
1937-1941 Liguria 98 (34)
1941-1942 Milano25 (8)
1942-1943 Fiorentina25 (11)
1943-1944 Liguria 14 (2)
1945-1946 Ausonia La Spezia 18 (3)
1946-1948 Fiorentina 50 (7)
1948-1950Olympique Marsiglia 25 (12)
1950-1951 Real Murcia13 (2)
Carriera da allenatore
1945-1946Ausonia La Spezia
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Angelo Bollano Bisio (Cornigliano, 6 luglio 1918Genova, 13 ottobre 1978) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Indice

BiografiaModifica

Scomparso nel 1978, al suo nome è intitolato un club di tifosi organizzati della Sampdoria, nel suo quartiere natale di Cornigliano.[1]

CarrieraModifica

Cresciuto nelle giovanili della Sampierdarenese, esordisce coi rossoneri liguri in Serie A nella stagione 1936-1937, restando in organico anche quando nell'estate 1937 la compagine cambia denominazione in Liguria.

Resta a Genova fino al 1941, disputando altri tre campionati di Serie A e uno di Serie B, e imponendosi come il miglior realizzatore della storia della formazione antenata della Sampdoria (29 reti complessive, sommando anche le reti con la Sampierdarenese), andando fra l'altro a segno nel derby del 20 febbraio 1938, prima sconfitta assoluta del Genoa nelle stracittadine in Serie A. I tifosi sampierdarenesi gli affibbiarono il nomignolo di U Testina, per le notevoli dimensioni del capo rispetto al resto del corpo.

Dopo aver contribuito con 11 reti al ritorno in massima serie del Liguria nella stagione 1940-1941, viene acquistato dal Milan con cui segna 8 gol; la squadra chiude il campionato al nono posto, e a fine stagione Bollano passa alla Fiorentina.

Bollano va a segno 11 volte nella prima stagione con i viola. Nel periodo bellico partecipa al campionato di guerra ligure piemontese del 1944 con il Liguria. Da gennaio ad aprile del 1945 prende parte alla Resistenza con il nome di battaglia di "Testina" (lo stesso soprannome da calciatore)[1] e dopo il conflitto passa in prestito allo Spezia con cui disputa il campionanto di Prima Divisione Liguria 1945-1946; tornato a Firenze[2] non riesce a ripetersi agli stessi livelli (12 reti in due stagioni). Nel 1948 tenta l'avventura all'estero all'Olympique Marsiglia, campione di Francia in carica. In due stagioni non ottiene moltissime presenze in prima squadra segnando 12 reti su 25 presenze complessive, contribuendo al terzo posto nella stagione 1949-1950. Si trasferisce quindi nella Primera División spagnola al Real Murcia, collezionando 2 reti in 13 presenze e ottenendo la retrocessione a fine stagione.

In carriera ha complessivamente totalizzato 183 presenze e 54 reti in Serie A.

Cessata l'attività agonistica, intraprende quella di allenatore, esercitando la professione principalmente in Portogallo.[1]

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Liguria: 1940-1941

NoteModifica

  1. ^ a b c Biografia di Angelo Bollano (PDF), su lombardia.anpi.it, 28 dicembre 2015. URL consultato il 10 maggio 2019 (archiviato il 5 ottobre 2017).
  2. ^ Andreoni; Fontanelli; Galante, Le aquile volano in...B 1906-2006 un secolo di calcio a La Spezia, pag. 167.

Collegamenti esterniModifica